Boxer


2 su 5
2 su 5
4su 5
2 su 5
2 su 5
2 su 5
2 su 5

Con il suo muso caratteristico il Boxer, selezionato alla fine dell'800 come cane da guerra, è una tra le razze più affettuose, giocose e facilmente addestrabile.

Carattere:

Il Boxer ideale è sicuro di se, calmo ed equilibrato. Tende ad attaccarsi molto alla sua famiglia ma è diffidente verso gli estranei.

Il suo carattere lo rende un cane facilmente addestrabile e può essere impiegato in molte attività lavorative come cane da difesa, cane poliziotto, cane da ricerca e cane guida per non vedenti.

Caratteristiche

  • Cani da compagnia e da lavoro
  • Grande
  • 9 anni
  • 10 – 12  mesi
  • 57 cm - 63 cm
  • 53 cm - 59 cm
  • 28 kg - 32 kg
  • 23 kg - 28 kg
Aspetto generale

Il Boxer presenta una corporatura con una massa muscolare ben sviluppata e disegnata.

Il corpo deve essere potente e asciutto senza risultare però tozzo o troppo leggero.

Esistono alcuni rapporti che sono fondamentali nello standard di razza quali:

  • La lunghezza del tronco deve essere la stessa dell'altezza al garrese, racchiudendo così il corpo in un quadrato.
  • La profondità del torace deve essere la metà dell'altezza al garrese.
  • La lunghezza della canna nasale deve essere la metà della lunghezza totale della testa.
Testa e collo

La testa rappresenta la struttura anatomica più caratteristica di questa razza e deve essere proporzionata al resto del corpo.

Il muso si sviluppa in larghezza, lunghezza e altezza.

Il labbro superiore è pendente e il suo orlo poggia sul labbro inferiore a coprirlo parzialmente.

Il mento è ricurvo verso l'alto e leggermente prognato ma senza sorpassare esageratamente il labbro superiore: il mento deve quindi essere ben visibile sia osservato da davanti che di profilo. A bocca chiusa né i denti inferiori né la lingua devono essere visibili.

Il tartufo è nero, largo e con narici ampie. La scanalatura che parte dal naso e percorre tutto il labbro superiore è ben visibile. Dalla radice del naso partono caratteristiche rughe che e si portano, in maniera marcata, verso il basso.

Lo stop è ben evidente e la fronte forma con la canna nasale una netta interruzione. La canna nasale non deve rientrare nella fronte, come nei bulldog.

Il cranio è stretto, angoloso e leggermente arcuato, non deve presentare rughe se non quando l'animale pone le orecchie in attenzione.

Gli occhi sono scuri, non troppo piccoli, con rime palpebrali pigmentate di scuro. Le orbite non devono essere sporgenti o infossate.

Le orecchie devono essere lasciate integre, sono inserite nel punto più alto della testa e ricadono sulle guance.

Il collo si distacca nettamente con la nuca e disegna una curva fino al garrese.

Tronco e coda

Come già detto il corpo deve essere ascritto all'interno di un quadrato.

La groppa è larga, leggermente inclinata ed arrotondata. Nelle femmine il bacino deve essere ampio.

Il petto è ben sviluppato ed ampio. Il torace si presenta ben curvato ma non a botte e la linea inferiore del ventre scorre all'indietro con un certo slancio senza essere troppo incavata.

La coda è inserita alta, larga alla base e appuntita all'estremità. Il nuovo standard impone che non sia più amputata.

Arti

Tutti e quattro gli arti devono risultare ben in appiombo.

Il posteriore è molto muscoloso con cosce lunghe e larghe.

I piedi sono piccoli, arrotondati con cuscinetti ben pieni e duri.

Arti

Il pelo si presenta corto, duro, aderente con un leggero sottopelo che aumenta nei mesi invernali.

Arti

Lo standard riconosce due tipologie di mantello:

  • Fulvo
  • Tigrato

Piccole macchie bianche su petto e piedi sono consentite in entrambe le varianti.

Cenni storici :

L'antenato del Boxer è considerato il Bullenbeisser (cane da toro) impiegato per la caccia alla grossa selvaggina.

Il loro ruolo nelle battute di caccia era di catturare le prede scovate dai segugi e mantenere la presa fino all'arrivo dei cacciatori.

Per fare questo era necessario un cane dalle larghe arcate dentarie e da una presa salda.

Per migliorare questa caratteristica fu avviata una selezione che portò alla creazione di animali dal muso sempre più largo e stretto.

Verso la fine del IXX secolo a Monaco di Baviera, un ufficiale tedesco (Friederich Roberth), diede vita ad una razza canina tedesca da impiegare in guerra accoppiando l'agile e potente Bullenbeisser con il combattivo Bulldog Inglese.

Nel 1896 fu fondato il primo Boxer Club ma lo standard fu stabilito solo dopo 9 anni e revisionato completamente nel 1920.

Stile di vita :

Il Boxer non è un cane particolarmente rustico e si adatta a vivere bene anche in appartamenti proporzionati alla sua mole purché vengano rispettate le due uscire quotidiane.

Ha quindi bisogno di una normale attività fisica anche se può essere impegnato in attività sportive di agility, obedience e mondioring.

Patologie :

  • Cardiomiopatie
  • Displasia dell'anca
  • Dilatazione e torsione gastrica
  • Patologie delle prime vie respiratorie
  • Patologie dell'occhio (entropion, ectropion)
  • Tumori

Curiosità :

Attualmente le associazioni di razza stanno richiedendo il riconoscimento della variante di Boxer bianco

Padrone ideale :

Il padrone ideale deve essere presente e predisposto al contatto fisico con il suo animale.

Deve avere un carattere fermo e deciso, consapevole delle responsabilità che comporta gestire un animale di questa mole.

Varianti della razza

Prodotti consigliati
Conversazioni nel Gruppo Boxer
Allevamenti di Boxer
98
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.