Borzoi

(Levriero Russo)

1 su 5
1 su 5
4su 5
1 su 5
1 su 5
1 su 5
1 su 5

Fu definito il cane degli zar, evidentemente c'era un motivo. Il Borzoi con il  suo passo flessibile, felpato e aggraziato nonostante la mole gigante, lo rendeva un compagno fedele oltre a un cane da guardia d'eccellenza, caratteristiche che non ha mai perso ma anzi rinforzato. Pretende da voi la stessa fedeltà che è disposto a dare.

Carattere:

Apprezzati per la grazia e le loro disposizioni dolci,i Borzoi sono noti per la loro velocità, amano correre e dopo lo sfogo fisico, tornano a casa soddisfatti e dolci, ben disposti verso i padroni e i bambini di casa.

Caratteristiche

  • Non è più un compagno di caccia reale, oggi il compito più  importante del Borzoi è quella di amico di famiglia.
  • Gigante
  • Da 7 a 8 anni, ma se tenuto bene arriva anche oltre i 12 anni
  • Fra i 7 e i 9 mesi.
  • 70 cm - 82 cm
  • 70 cm - 82 cm
  • 75 kg - 105 kg
  • 55 kg - 85 kg
Aspetto generale

Il Borzoi è un cane elegantissimo, dal portamento regale, il mantello dal pelo folto, lungo, prevalentemente bianco, ma anche grigio, oro, tigrato e nero, gli conferisce un aspetto maestoso.

Testa e collo

La testa è dolicocefala, potrebbe, nella razza pure essere in misura, pari al 40% del garrese. Il collo è leggermente arcuato, gli occhi grandi e luminosi mentre il naso presenta una colorazione scurissima, mascelle allungate che terminano con labbra molto sottili.

Tronco e coda

Il petto si presenta stretto, la groppa larga e ben strutturata con muscoli forti e visibili.

La coda, tenuta bassa tende ad affusolarsi verso la punta alzandosi. Lo standard richiede pelo raso.

Arti

Ben piombati, muscolosi e asciutti con zampe piccole di forma ovale.

Arti

Lungo e setoso che può essere di qualsiasi colore o combinazione di colori, può essere liscio, ondulato o riccio. Corti capelli lisci gli coprono la testa, le orecchie, e la parte anteriore degli arti, e una profusione di, ricci gli adorna il collo.  Un piumaggio di spessore gli copre la coda e la parte posteriore. L’ottima texture setosa del pelo è resistente allo sporco e al fango, quindi è facile da pulire.

Arti

Pelo duro dove gli standard richiedono pelo raso, morbido e setoso nelle zone dove il cappotto è consentito lungo.

Cenni storici :

Il levriero russo, di origini antichissime (la sua presenza sembrerebbe attestata da reperti Assiri), conobbe una grande notorietà al tempo degli zar, in particolare lo zar Nicola II contribuì alla sua diffusione decidendo di allevare la razza e facendone una sorta di status simbol agognato da aristocratici ed alta borghesia, considerato una sorta di simbolo del lusso.

 

Stile di vita :

Il Borzoi, a causa della sua imponente mole, necessita di fare molto moto anche se ama anche stare accucciato in salotto a fare sfoggio della sua altera bellezza.

Patologie :

Criptorchidismo, prognatismo, monorchidismo. È necessario portarlo spesso dal veterinario, curato bene può avere una vita piena di salute nei primi 7 anni.

Curiosità :

La rivoluzione del 1917 ha ridotto alle soglie dell'estinzione il Borzoi; recuperato da pochi appassionati, tutt'oggi fa bella mostra di sè al guinzaglio di ricchi moscoviti.

Il Barzoi è un cane di razza, sviluppata in Russia come soccoritore e per la caccia. Questi cani sono cacciano in squadre di tre per stanare conigli, volpi e lupi. Più tardi è diventato popolare come compagno di caccia di un re e si è diffuso in tutta l'Europa continentale.

Andatura :

Elegante, distinta, tiene il passo con il proprietario e si bea della sua camminata aggraziata.

Padrone ideale :

Il padrone ideale deve sapere che il Borzoi non si può tenere chiuso in appartamento, necessita di uno spazio all’aperto, di passeggiate regolari e di molta cura per il mantello, quindi serve un padrone molto attivo.

Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.