Confronto nell'aspetto dei cani di razza nel 1915 e nel 2015

Confronto nell\'aspetto dei cani di razza nel 1915 e nel 2015

È nella natura dell’uomo cercare un progresso in tutti gli aspetti culturali e naturali che lo circondano, ma quando il progresso diventa questione di moda i danni possono essere gravi e spesso poco prevedibili, ma riscontrabili nel tempo.

È questo il caso dell’incrocio selettivo, una pratica nata in Inghilterra alla fine del 1800, volta a far perdurare i trattiatipici”, taluni anche debilitanti per la salute, che si manifestavano nei cani, attraverso l’accoppiamento di coloro che le possedevano.

Questa pratica ha comportato la nascita di un mercato fiorente, di un vero e proprio business, dov’è la moda a farla da padrona, a discapito del benessere dei nostri amici animali, che hanno subito notevoli mutamenti.

Grazie al libro Dogs of All Nations di W.E. Mason, pubblicato nel 1915, in cui compaiono foto di diverse razze canine risalenti a quell’anno, abbiamo potuto analizzare gli effetti di questi mutamenti nel corso di un secolo in alcune delle razze di cane esistenti. Scopriamoli assieme.

Dobermann

Dobermann nel 1915

La razza dobermann, oltre ad aver subito un allungamento notevole delle orecchie, presenta spesso problemi di cuore, problemi di coagulazione del sangue e displasia dell'anca.

Ultimi Dobermann iscritti su cani.it:

Bull Terrier

Sembra incredibile che un tempo il bull terrier fosse un cane dal corpo proporzionato e atletico.

Da qualche parte, lungo il suo percorso che lo ha portato a mutare il cranio – con cattive conseguenze sul suo udito- e inspessire l’addome, il bull terrier ha anche ereditato caratteristiche fisiche debilitanti, come i denti in soprannumero, oltre a patologie gravi a carico del cuore e dei reni e disordini psicologici come la caccia alla coda compulsiva.

Ultimi Bull terrier inglese taglia normale iscritti su cani.it:

Basset Hound

Il basset hound nel corso di un secolo è diventato più basso, ha subito trasformazioni nella struttura delle sue zampe posteriori, ha acquisito pelle in eccesso, con conseguente rischio di infezioni, problemi alle vertebre.

Gli occhi del basset hound sono particolarmente delicati: caratterizzati da una congiuntiva scesa e rilassata, sono esposti ad agenti esterni come polvere, batteri ed ogni genere di corpo estraneo. Inoltre, sono tendenti all’entropion, una malattia che consiste nella rotazione verso l’interno della palpebra. 

Le orecchie del basset hound moderno sono molto più lunghe di quanto non lo fossero un secolo fa.

Ultimi Bassethound iscritti su cani.it:

Boxer

Una faccia più schiacciata comporta un sacco di problemi. Il moderno boxer non solo ha una faccia più schiacciata, ma anche il muso leggermente inclinato.

Il boxer – come tutti i cani brachicefali – ha difficoltà a controllare la sua temperatura nei climi caldi e questa incapacità, che non gli permette di diffondere adeguatamente il calore per tutto il corpo, pone un grosso limite alle sue capacità atletiche.

La razza boxer è un di quelle più esposte ai rischi di contrarre un cancro. Molti esemplari soffrono, inoltre, di epilessia, a causa del cranio troppo piccolo.

Bearded collie

bearded collied nel 1915

Il bearded collie ha visto il suo pelo svilupparsi a dismisura, cosa che lo rende molto sensibile al minimo innalzamento della temperatura.

Molti esemplari di questa razza soffrono di displasia dell'anca.

Ultimi Bearded collie iscritti su cani.it:

Levriero persiano

Levriero persiano nel 1915

Il levriero persiano è predisposto a contrarre svariate patologie a carico degli occhi, nonché varie forme di cancro; inoltre la sua epidermide è così delicata da scottarsi facilmente, soprattutto sul naso.

Ultimi Saluki iscritti su cani.it:

Bulldog

Bulldog nel 1915

Il bulldog inglese è diventato il simbolo di tutto quello che c’è di sbagliato nella stravaganza di un cane e non senza una buona ragione; i bulldog inglesi sono affetti da quasi tutte le patologie possibili.

Un sondaggio del 2004 eseguito dal Kennel Club, ha riscontrato che essi muoiono all’età media di 6.25 anni.

Davvero non esiste un bulldog che possa dirsi perfettamente sano.

Le mostruose proporzioni del bulldog le rendono praticamente incapace di accoppiarsi e partorire senza intervento medico.

Ultimi Bulldog iscritti su cani.it:

Bassotto

Il bassotto un secolo fa aveva zampe perfettamente funzionanti e il collo era proporzionato alla loro taglia.

Nel corso di un secolo la schiena e il collo del bassotto si sono allungati, il torace si è sporto in avanti e le zampe si sono ristrette tanto che c’è appena un po’ di spazio libero tra il torace e il suolo.

Ultimi Bassotti tedeschi iscritti su cani.it:

Pastore Tedesco

Il pastore tedesco è un’altra razza nominata quando le persone parlano di razze rovinate; forse perché prima erano meravigliosi.

Nel libro Dogs of All Nations, il pastore tedesco è descritto come un cane di taglia media (25 kg), ben differente da quel cane col torace massiccio, l’angolazione delle zampe scorretta, la schiena in pendenza, atassico, di 38 kg che siamo abituati a vedere .

Un tempo il pastore tedesco poteva saltare un muro fino a 2.50 m, ma quel tempo se n’è andato da un pezzo.

Oggi, in vecchiaia, un pastore tedesco vede accentuarsi i problemi motori causati dall’abbassamento della parte inferiore del corpo.

Ultimi Pastore tedesco iscritti su cani.it:

Carlino

Il carlino è un’altra razza estremamente brachicefala e presenta tutti i problemi legati a questa caratteristica: pressione alta del sangue, problemi al cuore, scarsa ossigenazione, difficoltà a respirare, tendenza a surriscaldarsi, problemi alla dentatura e dermatite nelle pieghe della pelle.

La molto desiderata coda arricciata è in realtà un difetto genetico che, nelle forme più gravi, porta alla paralisi.

Ultimi Carlino iscritti su cani.it:

San Bernardo

San Bernardo nel 1915

Un tempo era un nobile cane da lavoro; il moderno San Bernardo è cresciuto oltre misura, risulta tozzo, ha il muso più schiacciato, la pelle sovrabbondante e un pelo inspiegabilmente folto e pesante.

Non vedrete questo tipo di cane lavorare: i San Bernardo non riescono più a resistere a lungo allo sforzo a causa della tendenza a surriscaldarsi.

Le patologie del San Bernardo includono: entropion, ectropion, paralisi di Stockard, emofilia, osteosarcoma, afachia e deficienza di fibrinogeno.

Le malattie genetiche sono nate dagli allevamenti selettivo?

È poco realistico aspettarsi che una qualunque popolazione sia libera da malattie genetiche, ma gli allevamenti selettivi talvolta hanno intenzionalmente selezionato i tratti che risultano da malattie, oppure, nel tentativo di migliorare un aspetto qualsiasi di una razza, non hanno tenuto conto del rischio di rendere ereditarie anche alcune malattie.

Essi dichiarano di migliorare la razza, ma in realtà sono la causa di questi problemi. Se il “miglioramentoestetico va a carico della salute, allora non è un vero miglioramento.

Conclusioni

Nessuna razza di cane è stata mai migliorata con l’imposizione arbitraria che fosse meglio avere una determinate parte del corpo più corta, più lunga, più piatta, più grande, più piccolo, più arricciata.

Condannare un cane a una vita di sofferenze per un fine estetico non è miglioramento, è tortura.

Commenti 1

  • Aldo Franceschini : il Boxer sembra cattivissimo...
    il bull terrier era molto + bello
    Il carlino una delle razze + simpatiche nel 1915 sembra ancora + simpatico
    Il bulldog pare + snello e agile.

    Mi sa che questi miglioramenti in realtà non ci sono stati.
    18/06/2016 13:07
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.