Haldenstovare


4 su 5
4 su 5
2su 5
4 su 5
4 su 5
4 su 5
4 su 5

Cane forte e fiero, l’ Haldenstover  è adatto a qualsiasi tipo di attività venatoria. Si distingue soprattutto nell’ambito della caccia alla lepre, alla volpe e alla lince. Riesce a coprire bene anche i terreni difficili e le sue prestazioni restano ottime anche sulla neve. E’ bonario ed equilibrato.

Carattere:

L’ HaldenStøveren è un cane molto intelligente, che si distingue per il suo essere fortemente equilibrato e bonario. E’ caratterizzato da un temperamento particolarmente attivo.

Caratteristiche

  • Segugio
  • Media
  • 10 - 12 anni
  • 52 cm - 60 cm
  • 50 cm - 54 cm
  • 18 kg - 24 kg
  • 18 kg - 24 kg
Aspetto generale

Il cane è solido e compatto, dalla corporatura allungata che può essere iscritta in un rettangolo. Senza essere pesante, è forte e fiero.

Testa e collo
  • La testa, di grandezza media, è pulita e proporzionata al resto del corpo. Il cranio appare bombato con stop non molto brusco.
  • Il muso ha canna nasale diritta con labbra non troppo pendenti e tartufo di colore nero con narici aperte.
  • La mascella ha dentatura completa con chiusura a forbice. Le guance sono piatte.
  • Gli occhi, di grandezza media, sono di colore marrone scuro.
  • Le orecchie, inserite a media altezza, se tirate in avanti arrivano alla metà del muso.
  • Il collo, forte e pulito, è lungo e senza giogaia.
Tronco e coda
  • Il corpo ha linea dorsale diritta con il dorso forte e rene ampio. La groppa è leggermente discesa mentre il torace è profondo con costole ben cerchiate.
  • La coda, inserita a media altezza, è abbastanza spessa e portata bassa.
Arti

Gli arti anteriori, di buona ossatura, hanno scapola lunga e muscolosa con avambraccio diritto e pulito. I piedi anteriori hanno forma ovale e sono arcuati e con dita ricoperte di pelo.
Gli arti posteriori hanno coscia ampia con ginocchio angolato. La gamba è lunga con garretti larghi e non deviati.

Arti

L’ Haldenstover è un cane a pelo duro, molto fitto e dritto. Il sottopelo è particolarmente denso.

Arti

Per il manto è  ammesso il colore bianco con macchie nere. Sono presenti sfumature “tan” sulla testa, sulle gambe e, a volte, tra il bianco e le macchie nere. Non è accettato il nero se predominante.  Le macchioline nere o “tan” sono considerate difetti.

Cenni storici :

L’ HaldenStøveren è quasi sicuramente la razza di segugi norvegesi più antica, anche se non è possibile risalire nel tempo a una datazione delle sue origini. Il cane come è oggi conosciuto è stato probabilmente definito nelle sue linee di sangue solo nei primi anni del XIX secolo, a  Østfold. attraverso incroci tra i locali cani da lepre e gli Harrier, i Foxhound e molto probabilmente i Beagle, come attestano le numerose caratteristiche che questo cane condivide con le razze appena citate, tra le quali si segnalano principalmente il colore e la corporatura.L’attuale nome della razza è stato stabilito soltanto nel 1938: nelle epoche precedenti il cane era infatti conosciuto con diverse denominazioni. Il riconoscimento pieno della razza è avvenuto nel 1952, anno a partire dal quale la popolarità dell’ HaldenStøveren ha conosciuto vastità variabile. Il primo club è stato fondato nel 1982.

Stile di vita :

La razza sopporta molto bene le fredde temperature invernali. Ha costante bisogno di movimento, quindi sarebbe meglio tenerlo in un’abitazione con giardino. E’ un ottimo compagno per tutta la famiglia.

Patologie :

Non ci sono patologie note specifiche di questa razza, a patto che il cane sia ben tenuto e correttamente vaccinato.

Curiosità :

L’ Haldenstover è il più antico fra i segugi norvegesi.

Andatura :

Gli arti si muovono parallelamente, consentendo un’andatura dall’aspetto leggero.

Padrone ideale :

La persona che accudisce l’HaldenStøveren non deve assolutamente essere pigra e sedentaria, in modo da consentire al cane di fare lunghe passeggiate. Non c’è necessita che il padrone abbia un polso particolarmente fermo, dal momento che il temperamento bonario del cane si traduce in una buona obbedienza.

Conversazioni nel Gruppo Haldenstovare
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.