Dalmata

(Cane da carrozza)

4 su 5
4 su 5
2su 5
4 su 5
4 su 5
4 su 5
4 su 5

Il Dalmata, cane dalle antichissime origini, è il "cane da carrozza" per eccellenza. Dotato di notevole resistenza poteva scortare nei lunghi viaggi le carrozze senza stancarsi.

Carattere:

Il Dalmata è un cane molto intelligente, di indole pacifica ama la compagnia e il contatto con le persone. Importante è far socializzare il cane con altri simili fin dalla tenera età.

Caratteristiche

  • Cane da compagnia, famiglia, da addestramento
  • Medio grande
  • 11 anni
  • 10 - 12 mesi
  • 56 cm - 61 cm
  • 54 cm - 59 cm
  • 27 kg - 32 kg
  • 24 kg - 29 kg
Aspetto generale

La caratteristica della razza è il mantello bianco fornito di macchie distribuite su tutto il corpo. L’aspetto in generale è quello di un cane muscoloso ma ben equilibrato nelle linee.
Alcune proporzioni sono importanti:

  • Il rapporto lunghezza corpo : altezza garrese è di 10 : 9
  • Il rapporto lunghezza cranio : lunghezza muso è di 1 : 1
Testa e collo
  • La testa nel complesso si presenta piuttosto lunga.
  • Il cranio è piatto, ampio e con tempie ben definite. Muso e cranio sono separati da uno stop pronunciato e decorrono parallelamente.
  • Il muso è lungo ma non appuntito e la canna nasale rettilinea.
  • Il tartufo è sempre nero nei cani a macchie nere, sempre marrone nei cani a macchie fegato.
  • Gli occhi, rotondi e di media grandezza, sono piuttosto distanti tra loro. Le palpebre sono ben aderenti, con rime pigmentate di nere o marrone a seconda che si tratti di soggetti macchiati neri o fegato. L’iride è marrone scura nei soggetti a macchie nere, fino al color ambra nei soggetti macchiati fegato.
  • Le orecchie, di media grandezza, si inseriscono alte. Sono pendenti e ricadono aderenti alla testa. La base è larga e si restringono gradualmente in una punta arrotondata.
  • Il collo è lungo, arcuato, più sottile alla base della testa si allarga verso le spalle. Non devono essere presente giogaia o pieghe.
Tronco e coda
  • Il dorso è orizzontale e la groppa leggermente avvallata.
  • Il torace non è molto ampio ma è comunque profondo. Lo sterno è ben visibile e le costole sono ben cerchiate.
  • Il ventre si retrae distintamente dal torace al bacino.
  • La coda presenta una base ampia e si assottiglia in punta. Deve raggiungere il garretto ed è preferibile che presenti anche essa delle macchie. A riposo è portata pendente con una leggera curvatura verso l’alto dall’ultimo terzo. In movimento è portata leggermente al di sopra della linea dorsale ma non troppo alta.
Arti
  • Gli arti anteriori sono robusti e ben dritti.
  • Gli arti posteriori sono muscolosi, potenti e in appiombo.
  • I piedi sono rotondi, con dita arcuate (piede da gatto). Le unghie possono essere nere o bianche nei soggetti macchiati neri, bianche o fegato nei soggetti macchiati fegato.
Arti

Il pelo è liscio, corto, fitto, duro e deve apparire lucente.

Arti

Il colore di base è il bianco in cui possono ritrovarsi due varietà di colore delle macchie che non devono essere mai mescolate tra loro:

  • Color nero
  • Color fegato

Le macchie sono di forma rotondeggiante e ben delineate. Le dimensioni sono di circa 2-3 cm di diametro ma quelle poste su testa, coda ed arti devono essere leggermente più piccole. Le macchie nel complesso devono distribuirsi su tutto il corpo nella maniera più uniforme possibile.

Cenni storici :

L’origine di questa razza non è ancora del tutto chiara, anche se sembrano antichissime. Alcune raffigurazioni in tombe egizie riportano cani molto somiglianti e questo può far risalire l’origine della razza a qualche migliaio di anni fa.Alcune scritture ecclesiastiche del XIV secolo fanno supporre che la razza sia originaria della zona Mediterranea, ed in particolare delle coste della Dalmazia. Dal XVI secolo anche in Italia si ritrovano le prime pitture raffigurati il Dalmata.Questa razza fu impiegato per secoli come cane da caccia alla grossa selvaggina (in particolare il daino) ma attorno al XIV-XV secolo gli Inglesi ne scoprirono la grande capacità di questi cani di relazionarsi con i cavalli, tanto che diventarono i "cani da carrozza" per eccellenza.Un primo standard della razza fu redatto nel 1882 ma questo divenne ufficiale solo 8 anni più tardi.

Stile di vita :

Razza atletica che ama e necessita di molto il movimento. Non si adatta facilmente a vivere in appartamento e necessita di spazi esterni per potersi muovere.

Patologie :

  • Sordità congenita del Dalmata
  • Tiroidite autoimmune
  • Calcoli da ossalati
  • Sindrome da disturbi respiratori del Dalmata
  • Displasia dell’anca

Curiosità :

  • I cuccioli di Dalmata nascono completamente bianchi e le macchie cominciano a comparire dopo qualche settimana di vita.
  • Il Dalmata ha un innata capacità di relazionarsi nel modo più appropriato con i cavalli. In Inghilerra fu utilizzato per molto tempo come "cane da carrozza" (Carriage dogs). In America erano definiti "coach dog" furono impiegati soprattutto dai pompieri: aveva la funzione di stimolare i cavalli che trainavano il carro a correre, fungere da "apripista" e come cane da ricerca dei sopravvissuti.
  • Sempre grazie al buon rapporto con i cavalli il Dalmata fu utilizzato ampiamente come cane a guardia delle scuderie, tenedo conto di quanto gli equidi fossero importanti per gli spostamenti in quei secoli.
  • Con l'invenzione dell'automobile limpiego come cane da carrozza venne meno ma negli ultimi anni hanno ripreso popolarità gare di “carriage dog” che mettono alla prova il ruolo tradizionale del Dalmata.
  • Si suppone che il nome Dalmata non origini dal suo paese natale, la Dalmaza, ma che derivi dal termine “damachien” (“dama” dal latino "daino" e “chien” dal francese "cane").
  • La razza venne resa particolarmente celebre con il film della Walt Disney del 1961 “La carica dei 101”.

Andatura :

Il movimento è sempre molto sciolto, con passi allungati e una forte propulsione posteriore. Gli arti devono muoversi sempre paralleli senza rollio o altri movimenti anomali.

Padrone ideale :

Il padrone ideale deve essere esperto e paziente. Il Dalmata necessita di compagnia e frequenti uscite per potersi muovere e giocare. Durante le fasi di addestramento è importante la fermezza per non avere un cane dal carattere troppo dominante.

Prodotti consigliati
Conversazioni nel Gruppo Dalmata
  • Ciao a tutti, A breve, io e la mia famiglia, accoglieremo un cucciolo di dalmata (di otto settimane) in casa. Sono mooootlo emozionata e ansiosa. Detto ciò, quest'oggi ho una domamda. Quel è la grandezza di un cucciolo? Al garrese, nei primi mesi, quanti cm sarà? Da adulto mi sono informata, perciò so bene che misure dovrebbe raggiungere. Faccio questa domanda perché vorrei prenderli un cappottino/impermeabile, visto che l'inverno è alle porte e il freddo si sta avvicinando. Dovrei fargliela su misura quando arriva? O posso andare "ad occhio" e comprargliela subito? A proposito, ho un altra, domanda. Il dalmata, come razza, soffre il freddo? Grazie in anticipo per qualsiasi informazione e/o consiglio
    Martina Visualizza il post
Allevamenti di Dalmata
7
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.