Vuoi partecipare?

Per commentare o partecipare alla discussione devi effettuare l'accesso al sito!

EVITA (di Saverio Sollecito) 16 Mag 2022 alle 12:44
Servizio sicurezza con papi :-)
  • Ci si Nasce : Ci danno quella sensazione di sicurezza ma se vogliono..
    Inoltre devono essere regolarmente addestrati molto bene alla difesa perché altrimenti tranne in rari casi davvero tosti non saranno efficaci nel raro caso che.
    E anche a fronte di addestramento poi la differenza comunque la fa il cane se è veramente tosto oppure no..
    Nell'addestramento girano tantissimi cani scarsi e altri che sembrano un po' meglio ma in situazioni reali serie si perdono per strada 9 su 10..
    Dietro ai cancelli di casa sembrano tutti belve.. al campo faticavamo con molti cani per riuscire avere un morso decente.
    La differenza vera la fa la tempra del cane, sulla quale purtroppo hanno influito nei decenni molto con la selezione per rendere i cani più lavorabili... Da sport, da famiglia.. poi c'è La nicchia di cani veramente forti e quelli sono riservati ai piani alti dei lavoristi in Europa ecc
    Il discorso è tutto fatto da tempra e temperamento, la selezione dovrebbe avere grande cura su questi due aspetti e invece come sappiamo tranne La nicchia di cani da lavoro i veri esperti eccetera per il resto è un disastro il lavoro degli allevatori .. appunto allevano senza selezionare...
    16/05/2022 13:56
    • Maria Bianchi : Dietro al cancello di casa sembra una belva pure la mia meticcia di 4 kg xD
      16/05/2022 22:28
    • Maria Bianchi : Secondo me gli allevatori selezionano eccome, ma se ne strafottono di snaturare una determinata razza, puntando solo all’estetica..
      Del resto è quella fa fare i soldi..
      16/05/2022 22:29
    • Ci si Nasce : Un tempo c era una data razza!
      non quello da bellezza o da lavoro. Hanno fatto sta divisione dato che certe razze erano diventate molto in voga, vedi pt dobermann e boxer negli anni 70, e non potevi dare al popolo medio cani troppo forti, allora gli allevatori iniziarono a mitigare, rovinando certe razze, ma potendo dare cani al primo che passa. Questa è la triste storia, da cui si staccò la minoranza per nicchia lavoro.
      È un peccato, un cane deve rispettare canoni morfologici di standard e avere il giusto carattere. Uno non esclude l’altro, dovrebbe essere questo il vero traguardo
      17/05/2022 00:12
  • Saverio Sollecito : Evita purtroppo è un cane diciamo così un po particolare. io grazie ad alcuni amici ho ricostruito tutta la sua storia
    17/05/2022 10:34
    • Ci si Nasce : Mi piacerebbe sapere le sue caratteristiche, attitudini. Si vedeva dalle posture e sguardo che era un cane così, deve aver passato situazioni particolari che l’hanno segnata nel profondo
      17/05/2022 11:42
EVITA (di Saverio Sollecito) 16 Mag 2022 alle 12:43
La vera storia di cappuccetto rosso e il lupo :-) :-)
EVITA (di Saverio Sollecito) 16 Mag 2022 alle 12:42
La padrona del cortile....
EVITA (di Saverio Sollecito) 16 Mag 2022 alle 12:41
Serata di controllo :-)
  • Ci si Nasce : Mi piace mi ricorda l olandese.. cani tostissimi, ma meno schizzati del Malin..
    Questa in difesa sarebbe stata interessante
    16/05/2022 14:05
EVITA (di Saverio Sollecito) 16 Mag 2022 alle 12:41
Giro in campagna
EVITA (di Saverio Sollecito) 16 Mag 2022 alle 12:39
Primi passi estivi :-)
  • Ci si Nasce : Gli hai messo le scarpette per i polpastrelli e acqua fredda?
    XD..
    16/05/2022 14:06
  • Saverio Sollecito : no no è un posto particolare dove praticamente il sole è costantemente diretto su quello specchio d'acqua che è quasi chiuso e quindi l'acqua si mantiene più calda
    17/05/2022 10:30
EVITA (di Saverio Sollecito) 12 Mag 2022 alle 11:40
  • Ci si Nasce : Totalmente sbagliato. Questo è il tipicisimo clamoroso errore che non farà altro che rafforzare l'insicurezza per ciò che non si conosce se non può sviluppare competenze abilità e esperienze. Portare via da un messaggio di sfiducia ansia insicurezza bassa autostima e chi più ne ha più ne metta è la peggior cosa che si può fare trascinare via!!!
    Allora siccome i proprietari sono ignoranti una volta già approcciati i cani li trascinano via e questo è il più grande errore non sanno distinguere quello che va evitato a priori e fine senza nemmeno approcciare è questo il punto una volta che si approcciati trascinare via da un messaggio devastante..
    Bisogna capire che o si evita da lontano a priori certe situazioni e fine, oppure si permette le interazioni.
    E interazioni che devono essere lasciate portare a compimento svilupparsi dall'inizio con l'approccio le dinamiche poi fino alla fine senza interferire senza interruzioni inopportune come ad esempio il trascinare via sul nascere o strada facendo dell'interazione.
    Ma il padrone deve essere una base sicura come sappiamo quindi durante un interazione se notiamo il nostro cane in difficoltà ed è un percorso nel quale sta sviluppando delle esperienze per sviluppare abilità e competenze possiamo dare dei messaggi ai cani che stanno interagendo purché sappiamo come fare e a volte può essere il caso di interrompere una sequenza che si sta sviluppando verso una negatività per esempio una sequenza predatoria ..fomentata verso qualcosa che non va bene irruenza la predazione la prevaricazione eccetera... ...
    Coi cani giovani dobbiamo essere presenti discretamente però all'occorrenza dare i giusti i messaggi, ad esempio frapponendoci per dare un messaggio di calma all'altro cane se il nostro è in difficoltà, e sapere anche interrompere delle interazioni che stanno prendendo una brutta piega..
    Questo è fondamentale per accrescere la sua autostima fiducia in noi il suo senso di sicurezza ,che non vuol dire evitargli le situazioni ma lasciare che le affronti impari a gestirle e risolverle ma specialmente se non ha ancora gli strumenti ed è un percorso formativo, cani giovani ecc, all'occorrenza dobbiamo essere presenti e costituire un punto di riferimento per il nostro cane in difficoltà questa è una cosa fondamentale che non vuol dire trascinare via i cani questo è il peggior errore del mondo, ma piuttosto controllare per esempio l irruenza dell'altro cane col nostro.
    È lo stesso identico discorso coi bambini umani affronti di difficoltà e bullismo gli adulti dicono te la devi cavare da solo.. questo a volte non è possibile perché il soggetto non ha gli strumenti per poterlo fare è in difficoltà e ha bisogno di un riferimento che lo spalleggia a aiuta! Questo aumenterà La sua autostima.. in questi casi a differenza di ciò che la gente pensa..
    Perciò il concetto è lasciar cavarsela da soli finché è il caso a volte non lo è
    12/05/2022 17:59
  • Saverio Sollecito : perfettamente in sintonia con quanto detto.
    13/05/2022 09:52
  • Saverio Sollecito : ci sono casi in cui la paura anzi la fobia la si può risolvere solo in questo modo , ma ci sono casi come questo in cui è totalmente sbagliato
    13/05/2022 09:53
    • Ci si Nasce : Per risolvere insicurezze e eventuali paure ci sono tre metodi che potranno essere scelti in modo isolato o combinato che nella sequenza ritenuta opportuna, evitamento/esposizione progressiva/esposizione totale non progressiva.
      13/05/2022 14:16
    • Ci si Nasce : L'insicurezza e la paura derivano da assenza di esperienze o scarse ,o esperienze inadeguate.
      Fondamentalmente da ciò che non si conosce, O che si è conosciuto in un modo che ha favorito lo svilupparsi di certi stati emozionali piuttosto che altri.

      13/05/2022 14:19
EVITA (di Saverio Sollecito) 12 Mag 2022 alle 11:40
Posto due vignette giusto per aprire un dibatitto construttivo. Secondo voi è corretto ciò che illustrano queste due vignette? La prima mostra un classico comportamento tra cani, la seconda un classico comportamento dei padroni
  • Ci si Nasce : Bisogna vedere quello a sinistra grande come si è approcciato, queste estemporanee non vanno bene per fare delle analisi tra cani,.. si può solo dire il piccolo al centro è a disagio.
    bisogna seguire una dinamica sin dal principio svolgimento osservare e fare analisi..
    12/05/2022 16:53
  • Ci si Nasce : Possiamo dire che per un piccolo se.non ha sviluppato abilità attraverso esperienze, ritrovarsi nella situazione della foto circondato da diversi cani, e di vario tipo e taglia, e magari soprattutto taglie grandi, non è facile.
    E il punto non è solo aver fatto esperienze ma quali e come le ha fatte.. questo è fondamentale infatti molti padroni per paura che si segni negativamente gli fanno evitare priori. Che non va bene.
    12/05/2022 17:07
  • Ci si Nasce : Spesso i piccoli hanno disagio perché sentono che i grandi non hanno alcun rispetto e competenza coi piccoli ...e allora il piccolo si preoccupa e non sa cosa fare e come perché sente che l altro è imprevedibile.
    I due cani a destra , seppur approcciano fiduciosi , lo fanno in linea retta ...tipico dei cani sicuri baldanzosi e fiduciosi.
    Ma agli occhi di un cane in quel momento in apprensione, l arrivo baldanzoso di più cani dalla direzione opposta e in linea retta, non aiuta.
    Vedere video completi di interazioni è interessante
    12/05/2022 17:14
EVITA (di Saverio Sollecito) 30 Apr 2022 alle 18:43
Un webinar gratuito molto interessante, che ha sviscerato tutte quelle che sono le caratteristiche delle più famose e delle meno famose razze canine. Slide chiare e di facile comprensione, materiale didattico pratico e sintetico. Grazie
  • Ci si Nasce : Non è interessante.né utile a nessuno fare questi comunicati.....
    Lo sappiamo bene che siamo nell'era dei master degli stage dei seminari dei corsi di weekend ..dei webinar che ora vanno tanto di moda.... ........

    30/04/2022 20:28
    • Ci si Nasce : Academy... Termine oggi in voga dappertutto...
      30/04/2022 21:55
  • Saverio Sollecito : di quali comunicati parli? non è un comunicato è un opinione su un webinar, se poi lo hai seguito anche tu e non ti è sembrato interessante allora è un tuo parere con il quale non sono d'accordo ma che rispetto
    01/05/2022 20:06
    • Ci si Nasce : Non ho bisogno di sentire “webinar”…. Sono un vecchia guardia
      01/05/2022 22:45
    • Ci si Nasce : Fatta di sostanza
      01/05/2022 22:45
  • Saverio Sollecito : ti dico di più, a volte per evitare quelle cose assurde che certi proprietari fanno (che tu spesso racconti nei tuoi post) , basterebbe anche seguire un semplicissimo webinar come questo per rendersi conto quanto meno di cosa è un cane ecc... quindi non capisco questa tua vena "polemica"
    01/05/2022 20:08
    • Ci si Nasce : Manca sostanza e c è tanta fuffa lo sai bene… siamo in quest era in tutti i campi.
      Se la gente deve sentire ste cose per sapere L abc siamo messi bene.. e conferma una società malata fatta di coglioni incapaci inetti deficienti
      01/05/2022 22:51
  • Saverio Sollecito : m infatti non era un invito a nessuno. era solo un opinione personale.
    05/05/2022 21:00
EVITA (di Saverio Sollecito) 9 Apr 2022 alle 18:21
Ecco una slide utilissima trovata in rete!!
  • Ci si Nasce : Se ben socializzati…. Ecco perché dire le giuste cose che poi dice non serve se prima non creiamo un ambiente di proprietari/cani tutti allo stesso livello
    09/04/2022 22:27
EVITA (di Saverio Sollecito) 9 Apr 2022 alle 18:20
NON PRENDETE I CANI IN BRACCIO!! Il cane è un animale sociale e in quanto tale ha bisogno di socializzare, condividere, esplorare e conoscere anche altri simili. Il gesto di prenderlo il braccio e sottrarlo alla socializzazione, oppure tenere il guinzaglio teso quando sue cani si annusano genera una reazione esplosiva, la cosidetta aggessività intraspecifica!!
  • Ci si Nasce : Ben detto. Ma non basta dire così, molti di quelli che li prendono in braccio hanno avuto qualche esperienza che li ha preoccupati o spaventati… perché il pt del coglione di turno si è avventato sul cane piccolo ecc ecc …
    Se prima non lavoriamo alla radice creando un ambiente competente e capace
    09/04/2022 22:33
EVITA (di Saverio Sollecito) 9 Apr 2022 alle 18:17
Ancora una risatina. Sempre trovata su internet questa slide serve per far capire in modo divertente che il cane per scoprire esplorare socializzare usa il NASO!!! E anche nella fase bisogni è importante permettere al cane di esplorare la zona che più desidera, il cane deve fare il cane !
EVITA (di Saverio Sollecito) 9 Apr 2022 alle 18:15
Una slide tutta da ridere trovata su internet. La colpa non è quasi mai del cane, ma del padrone! Un buon padrone "genera" un buon cane. E' facile dare sempre la colpa al cane. :-)
  • Ci si Nasce : Dipende, a volte non basta un padrone ok, perché certi cani sono di per sé non ok.
    E, la frase fatta “non esistono cani cattivi ma solo proprietari cattivi” non è vero.. invece esistono e poi come cani davvero pericolosi e non ok di per sé
    09/04/2022 22:40
    • Maria Bianchi : VERISSIMO, per favore diciamolo sempre.
      Esistono, non facciamo passare i cani come angeli buoni che danno sempre amore incondizionato
      09/04/2022 23:21
    • Maria Bianchi : E nonostante io non possa lamentarmi della mia, che di per se è un cane equilibratissimo che eccelle in addestramento, poiché super reattivo e con tanta voglia di lavorare, è comunque frutto di chissà quale incrocio di m**** e sicuramente un cane non di facile gestione poiché “iperattivo” peggio di un malinois.
      Figuriamoci fosse andata nelle mani di qualcuno alla prima esperienza…
      09/04/2022 23:26
    • Ci si Nasce : Esatto, e a volte sono anche squilibrati!
      10/04/2022 00:03
  • Saverio Sollecito : Non è cosi.... Esistono i cani squkibrati è vero, o per meglio definirli quei cani che per varie motivazioni , siano queste innate siano causate da fattori esterni sono pericolosi. In quel caso sta sempre al propietario EVITARE al cane di far fare tragedie! Non è che il cane "squlibrato" gira da solo, cè sempre un padrone più squilibrato di lui che lo porta staccato, in aree cani affollate, in posti pieni di gente senza museruola ecc... Quindi se i cani squilibrati finiscono sui giornali è perchè hanno dei padroni ritardati.
    10/04/2022 08:58
    • Ci si Nasce : Certo! Ritardati è un complimento xd
      Ma altre volte certi cani non basta siano in mano a persone non ritardate.. è questo il punto. Sono difficili e pericolosi in mano a cinofili…figurati al normale non ritardato. Non basta …..
      10/04/2022 09:24
    • Ci si Nasce : L’importante è non far passare il messaggio (come si fa troppo oggi..) che basta i padroni siano bravi e i cani saranno bravi e tutto ok.
      10/04/2022 09:28
    • Ci si Nasce : Dici se hai il cane di quel tipo basta non slegarlo, essere responsabili e tutto a posto... Non è così il discorso quel tipo di cane crea seri problemi agli stessi proprietari medi!!
      questo bisogna capire che per loro è impossibile avere gestire quei cani!
      Cani che creano serie difficoltà a cinofili e non possono e non devono andare in mano al proprietario medio del Popolo è questo il punto .
      non è questione di tenere al guinzaglio e far attenzione..
      Bisogna capire bene le cose..
      10/04/2022 10:29
    • Ci si Nasce : Questa è la differenza tra i tanti di oggi che provengono dalla teoria perlopiù... E chi invece ha vissuto la pratica la realtà delle cose...
      Ecco perché per gli educatori cinofili che girano Oggi va bene solo il cane medio bravo bello e buono..senza o con pochi problemini...
      10/04/2022 10:32
EVITA (di Saverio Sollecito) 8 Feb 2022 alle 22:15
Secondo appuntamento con le recensioni dei libri.
" L'anello di Re Salomone" - Konrad Lorenz
Questa settimana chiudo il capitolo del prof. Lorenz con un altro suo capolavoro L'anello di Re Salomone, scritto e pubblicato nel 1968. In quest'opera il premio nobel e fondatore dell'etologia ci regala una approfondita visione dei suoi studi condotti sugli animali più impensabili. Scopriremo che i pesci possono essere estramente passionali, che le tortore sono più feroci dei lupi con gli animali della propria specie e che un oca può pensare di appartenere alla specie umana. Lorenz mette in mostra non solo tutta la sua professionalità, ma anche la curiosità e l'affettuosità verso ogni creatura, dove in alcuni tratti sembra "parlare" con loro e capirsi alla perfezione. Libro che usa un linguaggio medio, molto scorrevole e preciso, facilmente reperibile, dal prezzo contenuto e stampato da "Gli Adelphi".
5 Saverio Sollecito 5 Feb 2022 alle 22:49
Socializzazione del cucciolo.....parliamone

Apriamo un dibattito costruttivo su questa cosa sperando di dare info utili

  • Ci si Nasce : Tutto il terzo mese anzitutto. Poi quarto ecc. ogni mese ha le sue peculiarità nella formazione. Ora non ricordo bene le suddivisioni degli aspetti. Ma ricordo che il terzo è utile per delle cose, il quarto per altre, e poi abbiamo la coppia quinto/sesto per apprendere altro aspetti.
    Dopodiché il grosso è fatto, si consolida e espande le basi di competenze apprese in questi 4 imprescindibili mesi formativi
    05/02/2022 23:10
  • Ci si Nasce : La domanda poi è: se perde uno o più mesi di questi, quanto il cane adulto ne risentirà per sempre? O meglio, quanto si può recuperare lavorandoci sul tempo perso come esperienze in quei mesi dell età evolutiva?
    05/02/2022 23:12
  • Ci si Nasce : Ad esempio, io con la mia, pur sapendo bene da sempre che ben venga che quando lo porti in giro le persone varie possano avvicinarsi, accarezzarlo accucciandosi ecc, cosa che inizialmente appunto feci, poi lèssi una cosa e cambiai idea. E, quando si avvicinavano estranei e volevano accarezzarla, e lei voleva andare un po’ avanti verso di loro, la trattenevo col guinzaglio, e dicevo NO.
    Non ha mai più recuperato, già per come è fatta questa razza con gli estranei è di suo diffidente, poter di più facendo così misi il carico!
    Quindi, confermo come ben si sa l’importanza in uscita coi cuccioli di anzi chiedere noi alle persone adeguate di approcciare accucciarsi tendere la mano e cercare un contatto, che il cucciolo cresca sviluppando conoscenza maggiore e fiducioso verso estranei. Che non vuol dire non farà la guardia/difesa… anzi, un buon cane da difesa deve essere sereno fiducioso verso le persone tutte di vario tipo, averne fatto la conoscenza e saprà così distinguere meglio oltretutto e fiutare chi è “da naso
    05/02/2022 23:22
  • Ci si Nasce : Tornando a prima, cuccioli che non escono il terzo mese soprattutto e poi anche quarto, non facendo esperienze in quel preciso periodo(due mesi), cosa che accade di frequente, ne risentono per sempre.
    E, per l’appunto, nelle esperienze fatte in quei primi fondamentali mesi, conta il tipo di marcatura ricevuta.
    Perciò bisogna avere cura che la lezione ricevuta sia quella giusta. Ad esempio, all inizio devono aver occasione di approcciare cani equilibrati docili disponibili, ma più in là non è corretto ai fini del loro bagaglio di abilità sociale che interagiscano sempre e solo con cani cosi. Dal quinto mese in poi infatti, devono anche avere occasione di approcciare cani meno disponibili, anziani ecc, che diano lezioni importanti al cucciolo irruente che approccia con troppa foga e invadenza, che non ha ancora a compreso come approcciare nel modo corretto, con rituali giusti e rispetto.
    05/02/2022 23:40
  • Ci si Nasce : La questione cani bambini… il cucciolo che cresce con bimbi a casa li conoscerà, quelli che non crescono così, no. Ecco perché assistiamo, anche per questo motivo, a molti incidenti cane/bambino.
    Per questo motivo, se prendiamo un cucciolo e non ci sono bambini in famiglia( tenendo presente che anche se ci sono dovrà conoscerne altri all esterno estranei), bisogna a maggior ragione avere cura di andare in posti dove ci sono bambini e chiedere di approcciare e stare un po’ assieme, per capirne i modi di fare di questi piccoli esseri
    05/02/2022 23:47
    • Maria Bianchi : Non del tutto.
      Tyler e Raja, nonostante non siano cresciuti con bambini (ovviamente ho fatto quanto hai detto tu durante le passeggiate al parco), sono molto disponibili all’approccio, sanno bene come muoversi, che non devono essere troppo irruenti, giocano in maniera molto delicata, soprattuto Tyler che è un cane abbastanza fisico solitamente, ha molta pazienza anche con i bambini più agitati, ai cuccioli una lezione la dá, si fa rispettare e capire, con i bambini ha un’estrema pazienza.
      Tessa invece, nonostante il lavorone di socializzazione, non ama molto starci a contatto, accetta di giocare con qualcuno più tranquillo (senza grida, corse ecc) ma preferisce che non la tocchino.
      Secondo me dipende anche dalla personalità del cane e dall’ educazione che viene insegnata ai bambini.
      06/02/2022 03:34
    • Ci si Nasce : Si! Soprattutto..
      06/02/2022 10:04
    • Ci si Nasce : E anche al cane... nei primissimi tempi, mesi appunto. Rimarcare l'importanza assoluta delle esperienze e giuste fatte nei primissimi tempi, mesi.
      Si può anche poi fare un lavorone di recupero come hai fatto tu con la tua, ma passati qui periodi iniziali si potrà mitigare . Sono marcature che restano per tutta la vita. Si può arrivare a mitigare certi comportamenti nel tempo lavorandoci sopra ma mai eliminare certe marcature del primo periodo. Qui si apre la questione imprescindibile dell'imprinting nei primissimi tempi.. a seguire socializzazione primaria e secondaria.
      Che spesso viene fatto male o manca una parte appunto ci sono quasi sempre delle carenze che iniziano proprio in ambito allevatori spessissimo! non tutti hanno bambini ad es , e il cane avrà una mancanza nei primissimi tempi di vita c è poco da fare. Allora uno si chiede Basta che l'allevatore abbia dei bambini in famiglia tutto a posto? Ovviamente no... Tante cose, aspetti.
      Ecco perché come dice Saverio non basterebbero neanche 500 ore di corso, con a seguire 10 anni di pratica quotidiana. Non basta una vita.. proprio come con i cavalli anche.
      Infatti con ogni cane con cui uno ha a che fare nella vita si aprono nuove finestre nuovi aspetti uno pensava di sapere di aver capito e poi ti si ribalta tutto ti si aprono altre porte eccetera... Perché alla base c'è un discorso di genetica come sappiamo le attitudini e caratteristiche del TIPO , e quel soggetto, come dici te ognuno ha le sue specifiche peculiarità si possono evolvere mitigare ma sono indelebili, le esperienze fatte in tutta la vita ma soprattutto nel periodo evolutivo hanno un'importanza che spesso non riusciamo ad afferrare davvero a pieno, dettagli che ai nostri occhi sono solo Piccoli dettagli non significativi in realtà hanno un grande impatto per il cane evidentemente più di quanto ci immaginiamo e pensiamo. Quindi come rimarca Saverio anche se uno legge studia tanto trattati di etologia eccetera poi sarà sempre la nostra esperienza la nostra osservazione la nostra capacità di empatia comprensione passione vera eccetera che ci permetterà davvero di entrare un minimo nel mondo canino in continua evoluzione e apprendimento come dice Saverio.
      È per questo che la passione per la cinofilia così come per altri animali è un mondo indefinito infinito e meraviglioso.
      06/02/2022 10:25
    • Ci si Nasce : Insomma sottolineo E ribadisco l importanza assoluta delle esperienze e che siano mirate corrette fatte nei primissimi periodi e primi mesi di vita fino ai 5/6 mesi circa, sta tutto lì il grosso, indelebile per sempre. Poi si tratta di ampliare e consolidare evolvere.
      Tutto quello che segue dopo questi mesi iniziali sarà molto più facile da modellare e anche magari rimarcare "ex novo", le esperienze invece vissute ogni dettaglio ogni cosa in questi primi 5-6 mesi sono indelebili.
      06/02/2022 10:31
    • Maria Bianchi : Sono d’accordo
      06/02/2022 10:46
  • Ci si Nasce : Spesso, anche avendo un idea di socilizzazione buona, non è sempre facile fare un percorso davvero completo e fatto in modo ottimale, anche perché le variabili poi sul momento ci sono, e qualunque cosa fuori posto intacca una marcatura positiva in crescita
    05/02/2022 23:50
    • Ci si Nasce : Qua si apre un altro problema, il popolo che prende un cucciolo Che ha delle normali competenze di base, e pensa solo che uscirò ogni giorno un po' in giro in mezzo alla gente nei parchi per strada eccetera sia sufficiente per dire che il cane ha fatto socializzazione e sarà tutto ok. Non è così semplice.. anzi andando così in giro nel sociale a caso si possono fare incontri non opportuni e avere delle situazioni e degli imprevisti anche ai nostri occhi piccoli ma che in realtà segnano il cane in modo non opportuno. Che si ripercuote poi sul comportamento più avanti... Ecco perché tanta gente afferma ma come non ha mai avuto questi comportamenti questi problemi e ora che è diventato adulto fa così ma perché ma per come..
      Frequentissimo perché non si afferra l'importanza di ogni minima cosa che avviene nel periodo evolutivo e soprattutto appunto nei primissimi tempi e mesi è lì che ci giochiamo la maggior parte di.
      Tantissimi cani poi adulti con problemi se andiamo a vedere in famiglia nel sociale eccetera facevano una vita e hanno fatto una vita più o meno a posto E allora uno si chiede perché tutti hanno così tanti problemi..
      06/02/2022 10:45
  • Ci si Nasce : È difficile e impegnativo per gli addetti ai lavori figuriamoci per i normali proprietari del popolo che ne sanno poco e hanno poca esperienza spesso nessuna quando prendono un cane..
    Ogni cosa che succederà al cane, col cane, produrrà un effetto. Ci vuole grande consapevolezza di ciò. Ed è questa che generalmente manca tantissimo nel popolo la consapevolezza degli effetti di certe azioni eventi anche apparentemente minimi e trascurabili
    06/02/2022 10:51
  • Ci si Nasce : Imprinting / impregnazione
    06/02/2022 11:06
  • Ci si Nasce : Parlo del terzo mese assumendo che ha 60 giorni venga ceduto. Ma la socializzazione a cui si riferisce la domanda in realtà parte prima! Tutto il secondo mese anche qualcosa prima, è importante per la socializzazione.
    E per l'appunto già qui dagli allevatori stessi ci sono spesso carenze..
    06/02/2022 15:33
EVITA (di Saverio Sollecito) 5 Feb 2022 alle 22:46

profilo adeguato ? :-)

EVITA (di Saverio Sollecito) 5 Feb 2022 alle 22:44
Ma solo io vedo la perfezione assoluta nei cani? Meravigliosa creatura
EVITA (di Saverio Sollecito) 2 Feb 2022 alle 19:47
Scusandomi per il ritardo causa connessione, ecco quanto promesso ieri.
Il libro di cui vi parlo oggi si chiama "E l'uomo incontrò il cane" scritto dal premio nobel Konrad Lorenz, fondatore dell'etologia. In questo libro che potete trovare nella versione Piccola Biblioteca di ADELPHI, il prof. Lorenz incentra il suo racconto sull'animale che più di ogni altro pensiamo di conoscere, ma che in realtà agli occhi di tanti presenta ancora molti lati da scoprire. Basandosi su ricerche sul campo e studi personali Lorenz ci guida non solo al centro del rapporto uomo-cane, ma ci porta anche indietro nel tempo raccontandoci come è avvenuto il primo incontro tra uomo e cane e come da allora è iniziata la sua domesticazione. Ci si immerge in un racconto scritto in maniera semplice e scorrevole dove è possibile capire come Lorenz gia nel 1973 aveva una visione della cinofilia simile a quella odierna, riuscendo in questo modo anche a porre i problemi umani in una nuova luce.

  • Ci si Nasce : Cosa intendi con porre i problemi umani in nuova luce?
    02/02/2022 20:20
  • Saverio Sollecito : è un discorso particolare. Diciamo che Lorenz mette in risalto quelli che sono i pregiudizi e la presunzione dell'uomo di sapere già tutto ma sopratutto di sapere già interpretare tutto correttamente.
    02/02/2022 20:27
  • Ci si Nasce : Simile a quella odierna… questa odierna non è gran ché…
    Cinofilia oggi = per lo più campetti con tubi e ostacoli… con 4 cõglioni che si credono cinofili. Quando in realtà fanno pena tanti.
    E dilagano discipline con nomi pittoreschi … dog walker, dog dance, dog trial, dog vari… basta che scrivono dog dappertutto….. e fioccano attestati più disparati, tanta teoria tanta FUFFA !!..
    No, se questa era la visione di Lorenza, mi fa cagare! E se le sue ricerche hanno portato a questo disastro odierno in cinofilia new age…
    Anche nelle prove di lavoro IGP ormai c è tanto schifo, pieno di addestratori che fanno pena, e anche questo igp è ora che sparisca.
    In sintesi, ci sono tremila stronzate di attività coi cani e non poche ma che DAVVERO soddisfino la motivazione del cane di condividere, collaborare in una MISSIONE.
    Agility …si divertono anche magari per carità, ma poi…
    Pieno di “cinofili “ con Pastori Australiani e Border, con pallina in mano e via! Quelli si sentono grandi cinofili…..
    02/02/2022 20:32
    • Saverio Sollecito : no no. allora ragazzi considerata che è una recensione quindi è un sunto che serve per incuriosire altrimenti lo scriviamo per intero il libro. :-). Simile alla cinofilia odierna nel senso che è una cinofilia basata più sull'apprendimento diretto che sulla coercizione o obbligo. Cioè Lorenz spiega come imparere determinate cose non pregandolo (come si fa ora) ma capendolo leggendolo. Ce anche un capito all'interno dedicato alle "punizione" in cui Lorenz spiega tutto nei minimi dettagli e credetemi per punizioni non parla di un discorso fisico. Bisogna leggerlo per capirne a pieno il significato
      02/02/2022 21:24
    • Ci si Nasce : Infatti la più micidiale punizione nel senso letterale della parola è la privazione di attenzioni, fare come se quel soggetto invisibile.
      02/02/2022 22:24
    • Ci si Nasce : È importante capire che è molto piu micidiale ignorare emozionalmente quando si convive, quando si è assieme, vicini diciamo, che non allontanarsi fisicamente mettendo evidente distanza materiale fisica
      02/02/2022 22:26
EVITA (di Saverio Sollecito) 1 Feb 2022 alle 17:37
Ho deciso di condividere con voi le recensioni di alcuni libri che ho letto e studiato per poter divulgare quante più info utili possibili sul mondo canino. 1 recensione a settimana ogni martedì alle 20.45. A stasera
EVITA (di Saverio Sollecito) 1 Feb 2022 alle 17:31

Sono contrario ad ogni forma di restrizione e di isolamento sociale a breve o alungo termine ma se proprio si deve queste sono le regole fondamentali da tenere a mente e da applicare sopratutto!!!

  • Maria Bianchi : Purtroppo queste sono leggi regionali, qui da me tenere cani in balconi o terrazzi è legale purché abbiano cibo, acqua e un riparo
    01/02/2022 20:11
  • Saverio Sollecito : Maria che io sappia ogni regione ne ha una più o meno simile
    02/02/2022 19:27
    • Maria Bianchi : Per i box non saprei ma per balconi e terrazze è così
      02/02/2022 20:30
EVITA (di Saverio Sollecito) 1 Feb 2022 alle 17:21
E' fondamentale capire e sapere cosa dare da mangiare al proprio cane. E' importante sapere cosa si trova davvero dentro la sua ciotola. Non sottovalutate questo argomento.
  • Ci si Nasce : Con industriale ti devi fidare, non si può sapere bene..
    01/02/2022 20:35
EVITA (di Saverio Sollecito) 31 Gen 2022 alle 20:56

Fondamentale info. Ho approfondito questo argomento in un corso sul rapporto Animali-bambini. Meraviglioso

  • Ci si Nasce : Avuti tutti ..
    31/01/2022 22:08
    • Ci si Nasce : Comunque tutti quegli aiuti Messi assieme li danno ogni specie nell immagine
      31/01/2022 22:26
EVITA (di Saverio Sollecito) 23 Gen 2022 alle 18:36
Un argomento interresante e sopratutto molto importante per evitare situazioni spiacevoli. Gli spazi del cane sono importanti! e vanno rispettati
  • Ci si Nasce : Perché 4? Io so della zona privata con un raggio di due metri circa. Oltre quello spazio c era aperto.
    Dalla mia analisi:
    Zona individuale= ci può essere un cane alla volta, che si avvicina e ferma lì, prima di eventuale approccio, senza costituire un problema.
    Zona sociale= Possono soffermarsi li più di un cane, prima di eventuale approccio, senza costituire problema.
    Zona aperta= liberi tutti.
    23/01/2022 19:02
    • Saverio Sollecito : ci sono parecchie interpretazioni su questo argomento. Alcuni parlano di 3 zone altri parlano di 4 zone. E' un argomento trattato da molti e interpratato da molti e sopratutto se si riferisce solo alla prossemica in un branco normale o in un branco misto.
      23/01/2022 19:06
EVITA (di Saverio Sollecito) 22 Gen 2022 alle 16:27
E anche il badge è arrivato...... Never give up!!!
5 Saverio Sollecito 22 Gen 2022 alle 16:23
Domanda e riflessione

L'isolamento sociale nel cane è la prima forma in assoluto di maltrattamento?

  • Saverio Sollecito : !!
    22/01/2022 16:25
    • Ci si Nasce : Non amo queste vignette, danno messaggi non proprio esatti. Per esempio del profumo dei fiori…sai che che cazzo gliene frega a un cane!
      Ste frasette strappalacrime Disneyane…
      23/01/2022 00:43
    • Saverio Sollecito : Considera che è una slide che io ho utilizzato molto per spiegare questa cosa ai più piccoli. Alla fine se riflettiamo un attimo, il cane è un animale sociale e questa socialità si esprime in primis con il discorso odori ecc. Alla fine comuqnue il concetto base penso si sia capito
      23/01/2022 18:08
  • Maria Bianchi : La prima e anche la più subdola secondo me..
    22/01/2022 16:49
    • Ci si Nasce : La più subdola non vedo questa, che anzi è lampante, ma il fatto di non condividere e collaborare. Un cane può anche non essere isolato in modo evidente e vivere assieme, ma essere comunque infelice perché non collabora. Si annoia, è apatico o nevrotico, c’è ne sono molti cani così che vivono a contatto con la famiglia, anche in casa, ma sono subdolamente maltrattati.
      23/01/2022 00:49
    • Maria Bianchi : Adesso che mi ci fai pensare hai ragione, ci sono cani che vivono esclusivamente fuori ma che durante la giornata collaborano e lavorano, che si sentono comunque appagati e cani che sono depressi perché i proprietari li lasciano tutto il giorno a dormire sul divano..
      23/01/2022 01:20
    • Ci si Nasce : Si intendevo queste cose, che anche se sono vicino alla famiglia, non se li cagano magari e stanno tutto il giorno arrotolati in un angolo esatto, in attesa..
      23/01/2022 22:42
  • Ci si Nasce : In Italia si continua a dire “finché ha un riparo, cibo e acqua, non c’è maltrattamento.
    “ ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche”.
    Allora sta frase che cazzo l’hanno scritta a fare!
    Essere isolato, non uscire col gruppo, non è un “comportamento insopportabile per le sue esigenze etologiche?



    23/01/2022 00:40
    • Maria Bianchi : Fino a quando gli animali verranno visti come beni e non come esseri viventi, la vedo dura..
      23/01/2022 01:18
    • Saverio Sollecito : Ho frequentato sempre centri cinofili e purtroppo questo argomento non occupa un posto importante nell'elenco delle cose da insegnare e far capire. Secondo me dall'educatore dall'etologo dal comportamentalista ecc.. non bisogna andarci solo dopo che si è preso il cane e quest'ultimo diciamo così manifesta dei "difetti". Bisognerebbe organizzare dei cosrsi base anche per coloro che desiderano diventare proprietari dei cani. Testare le loro conoscenze, capire i loro limiti, sfatare miti e leggende comuni e alla fine capire chi è davvero pronto per avere una cane e sopratutto se si parla di razze quale sarebbe la razza adeguata al proprio carattere. Ttutto questo potrebbe essere un primo passo per prevenire queste forme malsane di rapporto tra uomo e cane
      23/01/2022 18:14
    • Ci si Nasce : Testare chi è pronto e adeguato davvero… gli allevatori potrebbero anche chiudere tutti! …
      Non si farà mai, soldi..
      23/01/2022 22:50
Membro del gruppo:
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.