Consigli per il vostro cane femmina in calore

Consigli per il vostro cane femmina in calore

Al momento di decidere se adottare un cane, una delle prime scelte da affrontare è senza dubbio il sesso del vostro futuro animale domestico.

Una delle vostre principali preoccupazioni in termini di differenze riguarderanno in modo specifico la dimensione del cane, soprattutto se vivete in appartamento (le femmine sono generalmente più piccole dei maschi, ma non sempre), e il temperamento legato al sesso.

La credenza comune è che gli esemplari maschi siano più dominanti e aggressivi, ma ciò non si rivela vero in tutti i casi.

Non è detto che il vostro cucciolo femmina si rivelerà sottomessa e tranquilla, al contrario: avrete un bel da fare per limitare alcuni atteggiamenti e comportamenti inappropriati , proprio come fareste con un esemplare maschio.

Cosa dire invece della sterilizzazione? Molti esperti ritengono che, qualora non siate allevatori, è sempre preferibile optare per l’operazione di sterilizzazione, in quanto tutela nel complesso la salute del cane e aiuta a prevenire gravidanze indesiderate.

Tuttavia la scelta spetta a voi. Se avete deciso di adottare un’esemplare femmina, questa guida si rivelerà utile per rispolverare alcune informazioni sul periodo di calore e tutto ciò che la sterilizzazione comporta.

Domande frequenti sul ciclo di calore di un cane femmina

Quando il mio cane avrà il suo primo ciclo di calore?

Generalmente, un cane femmina entrerà nella sua prima fase di calore tra i 6 e i 24 mesi, tuttavia questo periodo potrebbe variare in base alla razza. Di solito gli esemplari appartenenti a razze di piccole dimensioni andranno in calore molto prima rispetto a razze di grandi dimensioni.

Quanto tempo durerà il calore del mio cane?

In genere, una media di 18-24 giorni.

Quanto spesso il mio cane andrà in calore?

I cani di solito vanno in calore ogni 5-8 mesi, quindi circa due volte all’anno. Ricordate che non si tratta di un dato certo; ogni cane ha un ritmo proprio.

Quali sono i sintomi?

Quando il vostro cane sta per entrare in calore, noterete un ingrossamento della sua vulva e delle perdite sanguinanti. Durante la prima settimana, attirerà l’attenzione dei cani maschi, ma molto probabilmente non permetterà l’accoppiamento. Dopo questo periodo di 7-10 giorni, la vulva tornerà pian piano alle sue dimensioni normali, mentre le perdite saranno meno consistenti e di colore meno intenso. Questo non vuol dire però che il periodo di calore sia passato, al contrario: il cane è ancora fertile e potrebbe rimanere incinta.

Ho pensato che il calore fosse terminato, ma a distanza di poche settimane il mio cane sta avendo di nuovo perdite sanguinanti. Che succede?

Nulla di preoccupante. Il primo calore sarà accompagnato da alcuni sintomi visibili quali, come accennato prima, vulva gonfia e scarichi sanguinolenti. Tuttavia non si tratterà effettivamente di ovulazione, per questo il vostro cane non lascerà che i cani la montino. Dopo circa 2 o 6 settimane potrete notare che il vostro cane è di nuovo in calore: questo sarà il suo primo ciclo termico completo.

Il mio cane andrà in calore anche una volta anziano?

I cani di sesso femminile non sperimenteranno mai la menopausa, tuttavia il loro ciclo di calore avrà una frequenza sempre più bassa a partire dai 7 anni di età.

Consigli per il vostro cane in calore

Innanzitutto, se il vostro cane divide con voi l’appartamento, sarebbe molto utile acquistare dei pannolini adatti, sia che si tratti di fodere usa e getta sia di pannolini lavabili. Questo espediente eviterà che il sangue macchi i pavimenti della casa.

Se volete evitare gravidanze indesiderate, è importante adottare una serie di accorgimenti per tenere lontano la vostra cagna dai cani maschi. Questo vale soprattutto per i cani che vivono all’aperto, in giardino o cortile. È fondamentale che le recinzioni siano ben adatte a questo scopo, perché in alcuni casi i cani potrebbero accoppiarsi anche attraverso le sbarre dei recinti o dei cancelli, se queste sono abbastanza larghe da permettere anche solo il contatto tra i genitali.

In questo caso si consiglia di tenere il cane in casa fino alla fine del periodo di calore, qualora fosse possibile. In caso contrario, un piccolo accorgimento: strofinate una piccola quantità di menta sotto la coda del vostro cane femmina, in modo da mascherare l’odore del calore e fermare potenziali pretendenti. Ancora, è possibile mascherare l’odore anche somministrando al cane delle compresse di clorofilla, ricordate però di consultare il veterinario per l’esatto dosaggio.

Cercate di mantenere la calma negli approcci, questo vuol dire che è preferibile evitare giochi troppo faticosi ed energici. Fate in modo di dedicarvi al vostro cane con attività più rilassanti, quali massaggi e spazzolature.

Sterilizzazione

Cosa comporta, invece, la sterilizzazione? Perché molti padroni la scelgono e cosa significa realmente per il cane? Si tratta soprattutto di una scelta di prevenzione.

Con il tempo la vostra cagna potrebbe andare incontro a varie patologie, quali cancro alle mammelle e infezioni uterine, potenzialmente fatali se non diagnosticate e curate  in tempo. Una sterilizzazione tempestiva – a partire dai 2 anni di età – può ridurre gravi rischi per la salute.

Alcuni allevatori consigliano di attendere almeno il primo ciclo di calore prima di sterilizzare il cane, considerando che lo sviluppo fisico di un cucciolo si protrae fino al primo anno di vita.

Tuttavia, alcuni veterinari sterilizzano gli esemplari femmina già dopo le 6 settimane di età, altri ancora attendono i 6 mesi.

Sterilizzare il vostro cane prima del primo ciclo di calore diminuirà i rischi di una gravidanza indesiderata e la proteggerà dai rischi di un cancro al seno. Le statistiche attuali in materia di prevenzione affermano che:

  • Un cane sterilizzato prima del suo primo ciclo di calore ha un rischio dello 0,5% di sviluppare tumori al seno nel corso della sua vita;
  • Un cane sterilizzato tra il primo e il secondo ciclo di calore ha un rischio dell’8% di sviluppare tumori al seno;
  • Un cane sterilizzato dopo il secondo ciclo di calore ha una possibilità del ben 26% di sviluppare tumori al seno, ovvero la stessa probabilità di un cane non sterilizzato.

Domande dal social: #Calore Cagna

Commenti

Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.