Come evitare l’accoppiamento dei cani: 5 prodotti utili

Come evitare l’accoppiamento dei cani: 5 prodotti utili

Chi ha un cane che abbia almeno un anno di età, che sia maschio o femmina, si sarà trovato almeno una volta alle prese con un problema non da poco, che è quello dell’accoppiamento.

La riproduzione nel cane è una cosa assolutamente naturale, e visto che i cani hanno in natura poche possibilità per accoppiarsi (considerando che una gatta va in calore meno di una volta al mese, una cagna ci va due volte all’anno, per cui le possibilità sono molto inferiori!) il richiamo per l’altro sesso finalizzato alla riproduzione deve essere molto evidente.

Questo sistema in natura funziona, ed ha permesso di evitare in passato che i cani si estinguessero, mentre per i proprietari costituisce un problema non da poco: tutti conoscono le manifestazioni di calore delle femmine, e la conseguente risposta maschile, che portano spesso e volentieri ad accoppiamenti indesiderati perché, semplicemente, il proprietario stava lavando la macchina e non se n’è accorto.

Per evitare del tutto gli accoppiamenti, purtroppo, il metodo è uno solo e si chiama castrazione nel maschio, sterilizzazione nella femmina. È un intervento chirurgico veterinario irreversibile in cui si vanno a rimuovere negli animali le gonadi, testicoli e ovaie, gli organi che contengono le cellule essenziali per la riproduzione; fatto l’intervento nella femmina spariranno le manifestazioni del calore, perché vengono a mancare gli ormoni ovarici che le causavano, mentre il maschio perderà interesse all’accoppiamento per lo stesso motivo.

Tuttavia, per chi non vuole sterilizzare il cane (che spero vivamente sia perché vogliono farlo riprodurre in futuro, non per idee filosofiche strane…) evitare l’accoppiamento indesiderato è molto più difficile di quanto non possa sembrare.

Infatti, i contraccettivi ormonali esistono anche in veterinaria, ma sono sconsigliati per motivi medici (gli ormoni non influiscono solo sul comportamento, ma anche su altri aspetti fisiologici del cane, e visto che per fermare accoppiamenti e gravidanze di ormoni ce ne vogliono tanti, le conseguenze possono essere negative). Insomma, la pillola anticoncezionale nel cane, così come la troviamo nelle donne, non esiste, e bisogna necessariamente ricorrere ad altri metodi per evitare l’accoppiamento.

I metodi sono molto semplici, e si basano su un unico principio: tenere lontani maschio e femmina, visto che non si può agire dall’interno dell’organismo. Per cui, la miglior cosa da fare è tenere il cane femmina durante il calore (che dura 8 giorni) chiuso in casa, e quando si esce sempre e solo al guinzaglio così da poterlo controllare al meglio.

Di seguito vi riportiamo una serie di altri metodi, alcuni anche un po’ strani, che possono essere più sicuri o meno, ma bisogna tenere a mente una cosa importante: nessuno di questi è definitivo, ed è importante che, anche quando si utilizzano, una persona (proprietario o qualcun altro) possa tenere sotto controllo il cane. Altrimenti, come si può immaginare, ci potrebbero essere delle conseguenze non esattamente piacevoli.

Disabituante antiaccoppiamento

Il primo prodotto di cui vi parliamo è un disabituante antiaccoppiamento generico, che si basa semplicemente sull’assorbire gli odori emessi dalla femmina durante il calore, così che i maschi non si avvicinino alla femmina. Funziona quindi un po’ come il nostro deodorante per le ascelle, va a coprire l’odore della femmina; in più contiene alcune molecole che sono percepite come sgradevoli dal cane maschio, che tenderà quindi ad avvicinarsi ancora meno alla femmina.

Naturalmente, la sua efficacia si basa su un’applicazione frequente nella femmina, perché con il passare delle ore perde di efficacia, e va anche in base al momento del ciclo estrale: se l’odore fosse comunque troppo forte i cani maschi potrebbero accorgersene comunque.

Il problema grande è che noi uomini non capiamo se la dose che abbiamo dato sia sufficiente o no.

Comunque, un prodotto che può essere utile per non vedere i maschi che “impazziscono”, che si può acquistare da questa pagina del nostro negozio.

Off Limits Spray

Questo secondo prodotto ha un funzionamento non molto diverso dal precedente, perché anche qui ci si basa sul mettere prodotti sgradevoli a contatto con la pelle, per evitare che i maschi si avvicinino. È quindi un prodotto ad uso femminile.

I limiti sono quelli del disabituante che abbiamo appena visto, cioè che non interferendo sul ciclo ormonale basta una perdita di efficacia dovuta al tempo di applicazione per rendere il prodotto vano, ai fini dell’accoppiamento; da notare che l’odore di questo prodotto è più forte rispetto a quello del precedente, per cui si può usare anche come prodotto anti leccamento in presenza di ferite accidentali o chirurgiche.

Si può acquistare da questa pagina del nostro negozio.

Pet Conditioner Ambienti Esterni

A differenza dei due prodotti che abbiamo visto prima, qui non si cerca di allontanare gli altri cani (e, di conseguenza, il nostro) dagli animali, bensì dagli ambienti.

Si tratta infatti di un prodotto ad uso esterno che a cose normali servirebbe per impedire che il cane faccia i propri bisogni in un determinato punto, ma in certe situazioni può essere usato anche per evitare l’accoppiamento, magari insieme ad altri metodi (anche quelli visti in questo articolo).

Si può mettere infatti dove c’è un passaggio obbligato per gli altri cani (ad esempio, un cancello) in quantità piuttosto alte, e questo eviterà sia l’ingresso degli altri cani (che tenderanno ad allontanarsi dal cancello che puzza), sia che il nostro possa scappare all’esterno.

Il cancello chiuso, ovviamente, è la base, ma considerando che alcuni cani lo possono anche saltare vale la pena di aggiungerlo per garantire una sicurezza maggiore.
Si può acquistare da questa pagina del nostro negozio.

Mutandina igienica Click & Clean

Questo prodotto ha lo scopo principale di assorbire il sangue della femmina in calore, evitando che sporchi la casa, e non ha quindi lo scopo di evitare l’accoppiamento.

Abbiamo infatti una semplice mutandina: resistente e utile, sicuramente, ma ad un cane maschio particolarmente preso non ci vuole molto a capire come spostarla quel tanto che basta per accoppiarsi.

Certo, può essere un rimedio utile per guadagnare quei pochi secondi che servono al proprietario a capire che cosa sta succedendo e allontanare il maschio, per cui se (per esempio) abbiamo il cane al guinzaglio, stiamo parlando e un maschio si avvicina permette di evitare l’accoppiamento, ma sempre per merito dell’intervento umano.

È utile quindi come protezione superiore, mentre è da evitare se intendiamo far girare il cane per conto proprio.

Si può acquistare da questa pagina del negozio.

Recinto per cani

L’ultima soluzione è un po’ estrema, ma è comunque utile per tutti i proprietari che hanno la necessità di lasciare il cane fuori, all’aperto, mentre è in calore.

E’ un semplice recinto, da installare in giardino, con tanto di porta; non è altissimo, ma può essere comunque utile in situazioni in cui il cane rimane controllato.

Sicuramente, il recinto può impedire infatti l’accesso dei cani dall’esterno, servendo quindi come barriera per evitare l’accoppiamento; volendo si può mettere anche il disabituante per esterni che abbiamo visto prima per massimizzare l’effetto, anche se (come in tutti gli altri casi) è opportuno utilizzare il recinto con le dovute precauzioni.

Si può acquistare da questa pagina del nostro negozio.

Commenti

Prodotti consigliati
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.