10 cose da sapere prima di rasare il tuo cane

10 cose da sapere prima di rasare il tuo cane

In questo articolo parleremo della toelettatura del cane, un’esperienza che può diventare un’impresa se né il cane né il padrone sono preparati a dovere.

Al vostro cane sarà fatto un bagno, sarà insaponato ed eventualmente rasato e sarà bellissimo quando tornerà a casa.

Ma non avete mai pensato a cosa potreste fare per rendere la toelettatura un’esperienza più piacevole sia per il vostro cane che per il toelettatore? Chi svolge questa professione ne ha viste di cotte e di crude e sa che il lavoro potrebbe essere meno faticoso sia per lui che per il cane del suo cliente se solo quest’ultimo fosse più attento.

Per questo, ecco 10 cose da sapere prima di rasare il tuo cane, 10 dritte per rendere la toelettatura una bella esperienza per il tuo cane e per il toelettatore.

1. Tagliategli le unghie

Tagliare le unghie al cane

Il peggiore incubo di un toelettatore è il dover tagliare le unghie al cane di un suo cliente quando l’animale si rifiuta di farsi toccare le zampe; quella che dovrebbe essere un’operazione molto semplice diventa un’impresa titanica e delicata, se il cane si dimena e strepita.

Ecco perché è cruciale che un buon padrone abitui il cane a  farsi tagliare le unghie sin da cucciolo.

Le unghie di un cucciolo non andranno curate così frequentemente quanto quelle di un adulto, ma tagliargliele di tanto abituerà il cane a farsi toccare le zampe, il che lo renderà un adulto educato e disponibile. Il toelettatore vi ringrazierà.

Come tagliare le unghie

2. Fatelo toelettare sin da cucciolo

Toelettare cucciolo di cane

I cuccioli, si sa, si adattano molto facilmente alle nuove esperienze.

Una di queste dev’essere la toelettatura: sarà un appuntamento frequente, per cui prima si abitua e meglio è per tutti.

C’è un vantaggio in più per un cucciolo che viene toelettato precocemente: il suo pelo avrà molte meno probabilità di diventare arruffato e opaco col passare del tempo.

Non cadete vittima della convinzione che non sia necessario rasare il vostro cucciolo: portatelo a qualche appuntamento “introduttivo” e le cose fileranno lisce in futuro, anche per il suo pelo.

3. Spazzolatelo regolarmente

Spazzolare il cane per eliminare i peli morti

Quando pensate al pelo del vostro cucciolo, pensate ai vostri capelli: chi ha i capelli abbastanza lunghi sa che se non vengono spazzolati regolarmente ogni giorno tenderanno a formare dei fastidiosi nodi.

Sappiate che per il vostro cane vale lo stesso principio.

Certo, non c’è bisogno di spazzolare il suo pelo ogni giorno, ma farlo all’incirca una volta alla settimana sarà sufficiente perché il suo pelo non formi nodi e il lavoro del toelettatore sarà notevolmente più facile.

4. Controllate le zampe e le orecchie

Controllo orecchie cane

Date sempre un’occhiata alle zampe e alle orecchie del vostro cane.

Si tratta di zone in cui può depositarsi della sporcizia che darà fastidio al cane.

Nei casi peggiori, in cui le zampe e le orecchie vengono trascurate a lungo, possono sorgere anche delle infezioni: fatelo abituare quindi a periodici controlli da parte vostra e da parte del toelettatore.

5. Portatelo a toelettare regolarmente

cane al toelettatore

Spazzolarlo con regolarità non è sufficiente per mantenere in salute il suo pelo.

Se lo porterete a farlo lavare e rasare regolarmente non solo si abituerà sempre più all’appuntamento con la toelettatura, ma il suo pelo sarà sempre in ottime condizioni.

6. State calmi e tutto andrà bene

toelettatura cane

Sembra un’esagerazione, ma è vero che se siete ansiosi o preoccupati quando lasciate il vostro cane al toelettatore peggiorerete notevolmente le cose.

Se agite in questo modo probabilmente sottovalutate il legame empatico che il vostro cane ha stabilito con voi, per cui percepirà e riprodurrà le vostre emozioni, con conseguenze spiacevoli per la toelettatura.

Tanti professionisti della toelettatura possono testimoniare c he quando un padrone si dimostra preoccupato delle sorti del suo cane nelle loro mani, l’animale inizia ad innervosirsi e per tutto il tempo in cui rimane lì sarà agitato e tenterà di sgusciare via.

Un altro errore che commettono molti padroni è legato all’ansia di presentarsi dal toelettatore prima che il lavoro sia finito: la semplice presenza del padrone farà entusiasmare il cane, il quale si agiterà per andargli incontro, rendendo il lavoro del toelettatore un vero inferno.

7. Siate più specifici

Franghetta a yorkshire terrier

I professionisti della toelettatura lavorano ogni giorno con ogni tipo di cane, quindi anche con ogni tipo di padrone, ogni tipo di esigenza. Per questo è necessario che il cliente sia quanto più specifico possibile riguardo a ciò che vuole.

C’è chi vuole che al cane vengano tagliate le unghie, chi vuole solo una spuntatina, chi cerca un lavaggio specifico, e soprattutto quando si tratta di rasare l’animale ciascun padrone ha nella mente un’immagine precisa del risultato; purtroppo il toelettatore non sa leggervi nella mente, dunque se chiedete un servizio particolare, come un taglio elaborato, mostrategli un’immagine che possa aiutarlo a soddisfare le vostre esigenze.

8. Ascoltate il toelettatore

tosatura cane

Molti padroni dimenticano che il toelettatore è una persona che ha imparato un mestiere, accumulando esperienza.

Questo implica che con ogni probabilità il toelettatore saprà come rasare al meglio il vostro cane, fornendovi indicazioni basate sulla sua esperienza di professionista.

Se gli chiederete un taglio particolarmente bizzarro ed egli ve lo sconsiglierà proponendo un’alternativa, non rifiutatela a prescindere solo perché diversa dalla vostra idea iniziale: anche se vi scoprirete in disaccordo con lui, è pur sempre la parola di un professionista e merita considerazione.

9. Non abbiate paura del bagnetto

bagnetto al cane

Molte persone sono preoccupate che il pelo del proprio cane, se lavato troppo spesso, potrebbe rovinarsi irrimediabilmente e la pelle potrebbe seccarsi.

In realtà questo non è un problema, almeno finché si sceglierà uno shampoo adatto a lui.

Se non sapete destreggiarvi fra i diversi tipi di shampoo e avete paura di fare la scelta sbagliata, il vostro toelettatore di fiducia saprà dirvi qual è lo shampoo migliore per lui (vedi il punto 8).

La scelta dello shampoo giusto gioverà anche a lui, visto che bagnetti frequenti e fatti nel modo più giusto renderanno il suo lavoro più semplice.

Se il vostro cane ha la pelliccia spessa è una buona idea chiedere al toelettatore informazioni sui bagnetti casalinghi, così allontanerete il pericolo di causare problemi alla pelle o al pelo.

10. Evitate che il pelo si arruffi

Asciugare il cane

Un toelettatore sa bene che problemi si nascondono sotto un pelo arruffato.

Grovigli e nodi possono tirare la pelle sottostante e provocare dolore al cane; inoltre rendono il pelo più difficile da rasare, dovendo essere rasato poco per volta.

Se il pelo del vostro cane è molto arruffato, evitate qualsiasi rimedio fai-da-te e rivolgetevi ad un toelettatore.

Commenti

Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.