Consigli per un nuoto sicuro del cane

Consigli per un nuoto sicuro del cane

Molti cani amano nuotare tanto quanto i loro proprietari, soprattutto d’estate, quando possono unire il divertimento dell’attività fisica a un po’ di refrigerio. Tuttavia, bisogna fare attenzione al proprio animale domestico in acqua, perché anche i nuotatori più forti ed entusiasti possono andare incontro a problemi. Ed ecco perché tutti i proprietari di cani dovrebbero necessariamente assumere conoscenze almeno basilari in termini di prevenzione, preparazione e consapevolezza.

La prevenzione dei pericoli

Cominciamo dalla prevenzione dei pericoli cui il cane potrebbe andare incontro durante il nuoto.

Innanzitutto, a nessun cane dovrebbe essere dato accesso non sorvegliato a una piscina, a uno stagno, a un torrente o ad altro ingresso in acqua che non sia sufficientemente controllato. Meglio pertanto accertarsi che tali accessi siano recintati ma, se così non fosse, dovrebbe essere buona abitudine quella di tenere il cane al guinzaglio.

Naturalmente, prevenzione significa anche insegnare al vostro animale domestico cosa fare quando si trova in acqua iniziando, magari, dalla piscina. I cani non sempre capiscono come si esce correttamente dalla pozza d’acqua, e possono stancarsi facilmente mentre cercano di avanzare verso l’uscita. Se il vostro animale domestico ama nuotare, cercate dunque di nuotare insieme a lui facendogli capire dove sono le entrate e le uscite, in modo tale che possa gestirsi facilmente. Alcune razze di cani, come i bulldog, i carlini e i bassotti, non hanno una conformazione corporea adatta al nuoto, e potrebbe dunque essere necessario fargli imparare a nuotare con un vero e proprio corso.

Ancora, è importante l'addestramento all'obbedienza: ne va la vita del vostro cane! Cercate dunque di educare il vostro cane a tornare a riva quando viene chiamato, anche quando nuota. Portate comunque con voi sempre dei giocattoli extra per attirarlo: non può sostituire l'addestramento, ma potrebbe salvare la vita del vostro cane!

Come prepararlo al nuoto

Prima di far nuotare il proprio cane in un ambiente naturale, controllate l'area per verificarne la sicurezza. I fiumi e i mari possono cambiare frequentemente profondità e corrente, e un'area che una volta era sicura per nuotare può diventare improvvisamente insidiosa.

Considerate pertanto le correnti, le maree, i rischi subacquei e persino le condizioni dell'acqua. Alla fine dell'estate, per esempio, alcune alghe che si raccolgono sulla parte superiore dell'acqua stagnante possono essere tossiche per il vostro cane, producendo sostanze che possono nuocere alla salute di un animale domestico.

Evidentemente, una delle cose migliori che potete fare è seguire corsi di primo soccorso: vengono organizzati da alcuni centri veterinari locali, e sono sicuramente degli utili insegnamenti.

I cani in acqua, dentro o vicino all'acqua dovrebbero inoltre indossare un giubbotto di salvataggio. Si tratta di elementi economici, particolarmente adatti per le gite in barca di famiglia, perché la maggior parte hanno maniglie robuste per il salvataggio di un animale domestico caduto in mare.

La consapevolezza di quel che accade

Infine, siate sempre consapevoli delle condizioni del vostro cane mentre gioca. Ricordate che anche i cani che nuotano possono riscaldarsi, quindi portate sempre acqua fresca e offritegliela ad ogni occasione. Quando il vostro cane è affaticato, chiamatelo al riposo: un cane stanco è certamente più in pericolo di annegamento.

Prestate poi particolare attenzione ai cani giovani e anziani. I cani giovani possono farsi prendere dal panico in acqua, mentre i cani anziani possono non rendersi conto che non sono così forti come lo erano una volta. Teneteli più vicini alla riva, e induceteli a fare sessioni di nuoto brevi.

Commenti

Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.