Il trasporto dei cani in autoveicolo, tutte le regole da rispettare

Il trasporto dei cani in autoveicolo, tutte le regole da rispettare

Secondo le regole del codice della strada, il trasporto dei cani in auto e negli altri veicoli deve avvenire in modo da garantire una assoluta sicurezza.

La sicurezza per la guida del veicolo può venire solo dalla mancata possibilità, da parte del nostro cane, di muoversi in modo da raggiungere il guidatore e da correre il rischio di intralciarlo durante la guida, non solo toccando fisicamente il guidatore, ma anche spostandosi e muovendosi in modo da distrarre la persona che in quel momento è al posto di guida e rischiando, in questo modo, di causare un incidente.

A proposito di incidenti, sappiate che se viaggiate con il cane ed il cane non è regolarmente sistemato in auto, oltre alla multa eventuale, anche la assicurazione potrebbe creare dei problemi perché non siete in grado di dimostrare di non essere stati disturbati, durante la guida, dal vostro cane.

Secondo il Codice della strada, nello specifico l’Articolo 169, possiamo trasportare solo animali domestici, i nostri animali domestici, non quelli di un amico, anche in numero superiore ad uno purché siano rispettate le condizioni di sicurezza, ovvero gli animali devono essere trasportati o con ali appositi trasportini, o devono essere separati dal posto di guida da appositi separatori che devono essere, se sono installati in maniera permanente, autorizzati dalla motorizzazione. La violazione comporta una multa che va da circa 70 a circa 280 euro ed un punto in meno sulla patente.

Un cane singolo può essere trasportato anche tenendolo nella parte posteriore dell’auto, agganciato con un moschettone in modo da non poter circolare dentro l’abitacolo, ma il Codice della Strada stabilisce che se gli animali sono più di uno, diventa obbligatoria la separazione, o tramite reti fisse omologate dalla motorizzazione, o tramite gli appositi trasportini.

Lo stesso discorso vale per cani considerati dalla motorizzazione “di grossa taglia”: niente cintura con moschettone ma trasportino o rete.

Attenzione però: per la Motorizzazione Civile e per il nostro Ministero dei Trasporti, “grossa taglia” è un termine alquanto impreciso. Ci pensa lo stesso codice della strada a specificare che per “cane di grossa taglia” si intende un cane di peso superiore ai 25 chili.

Codice della strada a parte, per la nostra e per la loro sicurezza, come per i bambini utilizziamo il seggiolino, per i nostri amici a quattro zampe è bene utilizzare o un trasportino o sistemare in modo sicuro la parte posteriore della nostra auto. Anche se abbiamo un cane educatissimo, meglio non correre rischi inutili.

Se decidiamo di installare una divisione permanente, ricordiamoci di farla omologare, altrimenti possiamo optare per divisori a fisarmonica, reti e accessori vari che sono disponibili per diversi tipi di vetture e che sono sicuramente la soluzione migliore se in famiglia abbiamo più di un’auto: adattabili a diverse vetture, potremo facilmente e velocemente spostarle da una macchina all’altra in caso di necessità.

La soluzione comunque più comoda resta quella del kennel, o trasportino, che non solo mette in sicurezza il nostro cane ma può, se necessario, essere affiancato ad un secondo trasportino e che possiamo lavare con molta comodità, sia nella parte fissa, sia nella parte “mobile”, ovvero i tappetini che possiamo inserire all’interno, utilissimi specialmente se il nostro cane non si sente bene in auto.

Ovviamente il kennel deve essere grande a sufficienza per permettere al nostro cane di girarsi e sistemarsi in modo comodo.

Per i cani di medie e grandi dimensioni potrebbe essere un problema per gli spazi interni a volte troppo ristretti delle auto, quindi verifichiamo, al momento dell’acquisto, sia che la dimensione del kennel sia adatta al nostro cane, sia che il kennel stesso entri comodamente nell’auto.

Ne esistono di diverse forme e diversi tipi, da quelli in plastica rigida, con la parte superiore smontabile per una comoda pulizia, sia in metallo, facilmente lavabili e completamente ripiegabili fino a formare una sorta di stretta “valigetta” delle dimensioni della piattaforma inferiore.

Un errore da evitare è quello di sottodimensionare il kennel, specie se lo acquistiamo quando il nostro cane è ancora cucciolo, ma un errore altrettanto frequente è quello di non tenere conto degli ingombri interni dell’auto: in entrambi i casi, se non abbiamo avuto l’accortezza di provarlo nell’auto o se non ne abbiamo avuto la possibilità, cerchiamo di farcelo cambiare perché un kennel che non sia adeguatamente posato sul piano della macchina rischia pericolosi ribaltamenti o, se in plastica, anche rotture, eventualità che sarebbero ovviamente pericolose per il nostro amico a quattro zampe.

Se non troviamo un kennel adattabile alla nostra auto, posizioniamo una rete come divisorio e trasportiamolo nella parte posteriore della macchina, come il codice della strada ci autorizza a fare.

Se invece il cane è piccolo, possiamo utilizzare la cintura per fissare il trasportino e ricordiamoci che, anche se soggetto di molte foto o video divertenti, in nessun modo possiamo viaggiare con il cane sul sedile accanto a noi o con il cane che mette il musetto fuori dal finestrino dell’auto.

Commenti 1

  • Aldo Franceschini : Carabinieri al posto di blocco:
    “Non lo sa, signora, che non è consentito portare cani in auto?”
    “Ma è di pelouche!”
    “Guardi la razza non importa!”
    27/01/2015 19:40

Prodotti consigliati

€ 100.80 € 112.00
€ 129.60 € 144.00
€ 189.90 € 211.00
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.