Igiene intima del cane: cura dei genitali

Igiene intima del cane: cura dei genitali

Potrebbe trattarsi di un argomento delicato, ma anche il vostro animale domestico ha bisogno di prendersi cura regolarmente della zona genitale.

I cani a pelo lungo, ad esempio, possono sperimentare un disagio molto forte qualora dei corpi estranei quali peli o altri rifiuti ostruiscano gli orifizi del corpo.

Prendersi cura del proprio cane significa anche questo: più sarete diligenti per la pulizia della coda e della regione genitale, minori saranno le probabilità che il vostro animale da compagnia possa sviluppare delle infezioni o altri tipi di patologie.

Quali sono i rischi in cui potrebbero incorrere e come ci si prende cura di una zona così delicata come quella dei genitali?

La coda

Partiamo con l’analizzare i rischi legati alla cattiva o mancata manutenzione della sua coda.

Non abbiate paura, basta prendere confidenza col corpo del vostro animale domestico. Sappiate che potrete aiutarlo ad alleviare il suo dolore o altri disagi.

Pastore Tedesco pulizia intima

La zona della coda rappresenta un vero e proprio punto caldo perché può essere soggetta a lesioni.

È fondamentale pertanto controllarla regolarmente, soprattutto alla base.

Se solo pensate che la coda rappresenta un’estensione del midollo spinale, capirete quanto sia importante maneggiarla con cura ed evitare pericoli gravi.

Alcuni cani possono danneggiare la coda semplicemente colpendola contro gli oggetti.

In molti casi i cani mostrano di avere un pelo molto folto e arruffato proprio in corrispondenza della coda, il che potrebbe rendere difficile spazzolarla. Tuttavia si rende necessario, soprattutto se al vostro animale domestico piace rotolarsi in giardino: è proprio all’aperto, particolarmente in strada, che sporcizia e altri materiali potrebbero attecchire al pelo.

Per pettinarla potrete aiutarvi con uno spruzzo districante. Usate molta cautela, soprattutto se dovete tagliare qualche porzione di pelo.

Si raccomanda di tagliare soprattutto intorno alla zona dell’ano, per evitare che gli sprechi corporei aderiscano alla pelle o al pelo.

Alcuni cani ovviamente non necessitano di tale assetto, altri invece appaiono più disordinati, a causa del loro tipo di manto. 

Zona genitale e anale

Gli organi sessuali dei cani sono molto sensibili, è importante dunque che facciate molta attenzione e che riusciate a gestire la situazione con molta cautela.

Sia per la zona genitale che per quella anale, si raccomanda di tagliare le porzioni di pelo che possano ostruire gli orifizi.

In molti casi infatti, l’urina potrebbe colpire lunghe frange di pelo e contribuire a eruzioni cutanee e infezioni, soprattutto se la zona entra in contatto con corpi estranei e sporcizia.

Per i cani maschi è sufficiente tagliare un centimetro intorno alla zona del pene, per i cani femmina il pelo deve essere accorciato nella zona intorno alla vulva.

I cani femmina, in particolare, vanno incontro a delle perdite genitali che potrebbero rendere appiccicosa la zona della vulva. È necessario dunque mantenere l’igiene liberando il tratto dal pelo in eccesso, soprattutto se la sua pelliccia è molto folta.

Pulizia della zona genitale anale del cane

Potreste aiutarvi con una lama, ma badate ad essere estremamente cauti perché anche una piccola lesione potrebbe causare alla vostra cagna grande dolore, oltre al serio rischio di infezione.

Dopo la rasatura si raccomanda, se è possibile, di farle il bagno e di lasciarla riposare in acqua tiepida: questa soluzione potrebbe calmarla, considerando che il motivo delle perdite è probabilmente di natura infettiva.

Le ghiandole anali invece possono causare nei cani non pochi problemi.

Accorciare o tagliare il pelo può aiutare a mantenere quest’area pulita. Ma attenzione: potrebbe trattarsi di una procedura estremamente maleodorante.

Si raccomanda pertanto di utilizzare dei guanti di gomma e di pulire l’area con un panno umido o una salvietta umidificata per neonati.

Se il vostro animale domestico ha delle difficoltà o mostra disagio nel farsi toccare, chiedete aiuto al vostro veterinario.

Cura dei genitali durante la fase di accoppiamento

Molte persone lasciano che i propri cani gestiscano in autonomia la procedura di accoppiamento, tuttavia ci sono alcuni consigli da seguire al fine di salvaguardare la salute del vostro animale da compagnia per tenerlo sano e al sicuro.

Questo include la preparazione fisica del cane e della cagna. È sempre una buona idea rasare la zona immediatamente circostante la vulva prima che il vostro cane femmina sia pronto ad accoppiarsi. Ciò non è da meno per il cane maschio.

Non solo si raccomanda di lavare il cane, ma anche di tagliare il pelo di almeno un centimetro intorno alla zona del pene.

Il cane maschio potrebbe infatti provocare un’infezione agli organi genitali femminili, per questo è consigliabile mantenere l’area pulita e priva di corpi estranei.

Leccarsi l’area genitale

Tutti sanno che è normale per un cane in salute leccarsi regolarmente i genitali. Oltre a pulire le gambe e il corpo, infatti, i cani mantengono quell’area pulita grazie alla loro saliva, nel tentativo di rimuovere lo sporco e le perdite.

Tuttavia, leccare eccessivamente la zona genitale potrebbe indicare un problema di salute e quindi è assolutamente da non sottovalutare. Vediamo perché.

Nei maschi, uno scarico prepuziale anomalo può portare i cani a leccarsi compulsivamente. Si tratta di una perdita improvvisa di sangue, urina in eccesso o pus.

I cani in perfetta salute non dovrebbero soffrire di scarico prepuziale, tuttavia una piccola quantità di sostanza bianco-gialla può accumularsi intorno all’apertura del prepuzio. Questi casi non hanno rilevanza medica, poiché considerati normali.

Le cause invece di uno scarico prepuziale anomalo includono:

  • Infiammazione del pene, neoplasia (tumore), traumi, corpo estraneo
  • Disturbi all’uretra, tra cui calcoli
  • Disturbi alla prostata, tra cui prostatite, cisti o ascesso.
  • Incontinenza urinaria (incapacità di trattenere l’urina)
  • Coagulopatie (disturbi emorragici) o ingestione di veleno per topi

Sono tutte patologie da non sottovalutare perché abbastanza gravi, si raccomanda pertanto di rivolgersi al veterinario qualora notiate il vostro cane leccare la zona genitale più del normale.

Nelle femmine, perdite vaginali anomale possono causare disagio nel cane che tenderà a leccarsi eccessivamente.

La perdita vaginale può essere semplicemente sintomo del ciclo di calore o conseguenza naturale del post-parto, quando il cane espelle la placenta.

Cause di perdite anomale includono:

  • Infezioni del tratto uro-genitale
  • Utero infetto
  • Vaginite (infiammazione della vagina)
  • Disturbi della coagulazione
  • Ritenzione della placenta

La presenza di scarico genitale nelle femmine denota sempre un problema medico di fondo, che può essere un disturbo lieve o tanto grave da mettere il cane in pericolo di vita.

Sarà il vostro veterinario a completare una diagnosi esatta e il relativo trattamento.

Commenti

Prodotti consigliati

Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.