I 20 cani di piccola o media taglia più aggressivi

I 20 cani di piccola o media taglia più aggressivi

Le persone sono abituate a sentire storie di cani aggressivi, tutti di taglia grossa, come ad esempio i Rottweiler o i Pitbull. Sono queste ed altre razze ad essere sempre indicate come aggressive.

Mentre credono che i cagnolini di piccola o media taglia siano animaletti simpatici, affettuosi ed innocui verso tutti. Sì certo, sono simpatici ed affettuosi come del resto lo sono anche i Rottweiler e i Pitbull, ma innocui? Questo non è sempre vero, ovviamente dipende da cane a cane.

Molte delle razze di piccola taglia sono state allevate proprio per dare la caccia ed eliminare le piccole prede, mentre molte altre razze possono diventare aggressive per paura o per altro.

Di sicuro quando si va a scegliere la razza da portare a casa, è meglio tenere a mente che piccolo non vuol dire docile come un peluche. Dovrete quindi scegliere la razza che più si addice a voi.

Ovviamente l’aggressività in questione si riferisce non solo a quella rivolta verso l’essere umano ma anche ad altri piccoli animali, sia domestici che non, vista la naturale propensione ad andare a caccia di molti piccoli cani, essendo stati selezionati come cani da caccia.

In questo articolo scopriremo quali sono i 20 cani di piccola o media taglia più aggressivi.

1. Manchester Terrier

Gruppo Manchester Terrier

Ultimi Manchester terrier iscritti su cani.it:

Questo simpatico ed intelligente cagnolino, originario del Regno Unito è una razza davvero molto energica e vivace, un po’ come lo sono tutti i terrier, e quindi richiede parecchio esercizio fisico.

Il Manchester Terrier vuole giocare e in generale è gentile con i bambini. Però, un po’ come per tutti i terrier, in passato è stato allevato per dare la caccia ai piccoli roditori, ed è davvero bravissimo a svolgere questo compito, proprio grazie alla caparbietà e anche alla sua aggressività.

Quindi essendo stato allevato per questo scopo, è molto aggressivo verso i piccoli animali quando si trova in loro presenza, che siano topi, uccelli scoiattoli o altre creaturine.

Per questo è consigliabile tenerlo legato quando si passeggia all’aperto, perché potrebbe cominciare a dare la caccia a qualche animaletto allontanandosi molto da voi.

Di conseguenza capirete che se avete una passione generale per gli animali e di conseguenza la vostra famiglia è composta non solo da umani e cani, ma anche da gatti, topolini o criceti, coniglietti o porcellini d’India, oppure volatili, questi animali purtroppo saranno potenzialmente a rischio al fianco di un cagnolino che è stato selezionato apposta per dare la caccia ad animali così.

Il piccolo Manchester Terrier in linea generale non è pericoloso per le persone, questo se è stato ben addestrato.

Però essendo un cane che necessita di molto movimento fisico e anche dei suoi spazi, può essere potenzialmente aggressivo con chi non lo lascia stare per conto proprio.

Così in generale vengono sconsigliati alle famiglie che hanno bambini molto piccoli, mentre non hanno problemi famiglie con ragazzi già grandicelli che sono in grado di capire quando il cane decide di voler restare da solo ed essere lasciato in pace.

2. Lhasa Apso

Questo particolare cagnolino dal pelo pesante e lungo, è una razza tibetana molto antica, ma non pensate che sia solo simpatico, dolce e giocherellone, in realtà è dotato di un carattere forte e ostinato.

Il Lhasa Apso è intelligente, fedele ed obbediente, quindi se il padrone è bravo ad addestrarlo lui saprà rispondere a diversi comandi.

Però se siete interessati a prendere con voi questo simpatico pelosone, ci sono diverse cose da considerare, infatti anche se può ricordare fisicamente il cane di razza Shih Tzu, in realtà il Lhasa Apso ha un carattere diverso.

Il Lhasa Apso anticamente era allevato per stare nei templi buddisti e per esserne un abile guardiano.

Quindi come un po’ tutti i cani da guardia, è diffidente con gli estranei e maggiormente con i bambini, infatti tende ad essere aggressivo se viene avvicinato in maniera chiassosa o inaspettata.

Capirete che bisogna porgersi in dodo rispettoso con questo cane, visto che anche se non gode di una grossa mole, il suo morso può essere alquanto doloroso.

Ovviamente se lui si trova in un ambiente familiare con persone conosciute ed ha il suo equilibrio, si rivela un cane fedele e guardiano, figuratevi che in passato passava il suo tempo affianco al Dalai Lama! È davvero un cane particolare.

3. Jack Russell Terrier

Il Jack Russell Terrier è un simpaticissimo e vivacissimo cagnolino originario del Devon, Inghilterra.

Come un po’ tutti i terrier è stato addestrato per essere un cane da tana, cioè utilizzando il suo finissimo fiuto, blocca e stana diversi animali come, volpi, conigli e tassi. Il Jack Russell Terrier è quindi un cane che necessita di parecchio movimento giornaliero.

Tutti quelli che sono interessati a questo simpatico cane, dovrebbero farsi queste domande: è giusto per me? posso dedicargli il tempo necessario? Se così non fosse evitate e prendete un altro cagnolino, sì tutti sono innamorati del suo musetto, e chi non ricorda Milo, il cane di The Mask - Da zero a mito con il divertente Jim Carrey, e i suoi altissimi salti? Ecco, questo vi da un’idea della sua energia.

Quando non fa molto movimento quotidiano, man mano può diventare sempre più irritabile, nervoso e agitato, con la conseguenza che in casa ad andarci a rimettere saranno i vostri mobili.

La sua innata cocciutaggine può far sì che non sia così facile da addestrare, e un po’ come tutti i piccoli cani non ben socializzati può tendere a litigare con cani molto più grandi di lui, perché penserà di essere lui il soggetto alfa di qualsiasi branco, e ne conseguiranno un comportamento aggressivo anche con persone sconosciute e la poca pazienza verso i bambini.

In questi casi si sarà costretti a doverlo tenere sempre al guinzaglio col timore che qualche grosso cane possa ferirlo.

Quindi è consigliabile cominciare ad educare il vostro Jack Russell Terrier il prima possibile, così da renderlo un cane equilibrato. Ricordatevi di insegnargli a non essere aggressivo con altre persone o con i bambini piccoli.

4. Cocker Spaniel Inglese

Il Cocker Spaniel Inglese è una razza originaria della Gran Bretagna, ed è un cane da caccia, specialmente per il recupero della beccaccia e altri uccelli, anche in terreni paludosi, visto che sa nuotare molto bene.

Questo splendido ed intelligente cane, essendo ha tanta energia e vivacità, ovviamente gli piace correre e anche giocare con altri cani o con il padrone.

Quando lo portate a spasso sta sempre ad annusare le tantissime tracce olfattive lasciate da altri cani, animali vari o persone.

Il Cocker Spaniel oggi è una razza molto diffusa soprattutto come cane da compagnia, del resto la sua simpatia e le sue belle e soffici orecchie sono irresistibili!

Necessita però di una corretta socializzazione ed educazione, perché non solo è testardo ma può essere viziato facilmente, quindi si consiglia un addestramento costante.

Un cucciolo di Cocker Spaniel se non viene opportunamente fatto socializzare con gli altri cani e con le persone, può diventare ipersensibile, essendo già sensibile di natura, e di conseguenza iperprotettivo nei confronti del padrone e del suo territorio.

Ovviamente dipende sia dal cane che dal padrone, ma in genere un soggetto si può far socializzare e addestrare tranquillamente, rendendolo così un amabile, affettuoso e allegro membro della famiglia.

5. Bull Terrier

Il Bull Terrier è una razza originaria della Gran Bretagna, che oggi si è diffusa molto.

La sua peculiarità è la conformazione conica della testa e del muso, ha un carattere forte ed energico, e necessita di esercizi fisici quotidiani.

Originariamente fu allevato per dare la caccia a piccoli animali infestanti tipo i ratti ecc., e anche per i combattimenti.

Quindi l’istinto della caccia è innato in lui, e si comprenderà che anche in questo caso bisogna fare attenzione ai possibili piccoli animali presenti in casa, come topolini domestici, criceti, conigli e porcellini d’india.

Ricordatevi che non è colpa del cane, è semplicemente un istinto, se un coniglio si mette a correre per casa è probabile che il cane lo percepisca come l’avvio alla caccia.

Però ovviamente questo dipende da cane a cane.

Il Bull Terrier moderno non è come il suo antenato, ma se non lo farete socializzare e non lo addestrerete bene potrebbe diventare maldisposto e prepotente nei confronti di altri animali e persone sconosciute.

Il Bull Terrier è un cane con grossa massa muscolare, se dovesse malauguratamente mordere un animale o una persona potrebbe causare gravi danni.

Quindi è assolutamente importante provvedere alla sua educazione e alla sua socializzazione.

È un cane intelligente, fedele ed affettuoso con la sua famiglia.

6. Beagle

Il Beagle è un razza originaria della Gran Bretagna, questo cane di taglia media è un cane da caccia usato principalmente per le volpi, fagiani, conigli ecc., è anche un cane da compagnia molto diffuso.

È impossibile non conoscere questa razza, di sicuro tutti conoscete lo strano e simpatico Snoopy, personaggio della famosa striscia a fumetti Peanuts.

Questa razza è utilizzata anche per la sicurezza negli aeroporti perché, avendo un buon olfatto, riescono a fiutare prodotti di contrabbando, armi e droghe.

Proprio questo suo infallibile fiuto fa sì che quando si porta a spasso un Beagle, questo non riesca a redimersi dal seguire le tracce olfattive e anche se il richiamato, non risponda correttamente al richiamo.

Ciò perché è stato selezionato per sentire un odore e seguirne le tracce.

I padroni devono essere pazienti, perché è nella sua natura.

Quindi il Beagle ha il suo istinto innato a cacciare, e ovviamente le sue possibili prede sono i piccoli animali.

È importante infatti, che questo cane riceva una buona socializzazione fin da cucciolo, perché ovviamente, come qualsiasi cane non addestrato e socializzato, potrebbe tendere all’aggressività.

7. Pechinese

Il Pechinese è un cane di origine molto antiche, proveniente dall capitale della Cina, Pechino, da cui deriva il suo nome.

È stato allevato come cane da compagnia degli imperatori cinesi, infatti, per secoli è stato posseduto solo da coloro che risiedevano nel palazzo imperiale di Pechino. Insomma era un “cane nobile” ed era assolutamente vietato esportarlo fuori dal paese, fino all’800.

Se avete mai avuto a che fare con un pechinese, di sicuro avrete notato il comportamento regale che ancora oggi sfoggia.

Con il suo padrone è un cane fedele, dolcissimo e divertente, il problema è che proprio non sopporta le persone estranee, specialmente se entrano nel suo territorio.

Il Pechinese, come molti cani di taglia piccola, potrebbe essere aggressivo con cani molto più grandi di lui, il che è pericoloso per la sua incolumità. È possessivo con i suoi padroni, la sua roba (cibo compreso), il suo territorio e i suoi spazi, per questo potrebbe essere aggressivo con i bambini che si approcciano al cane senza rispettare i suoi spazi e il suo stato d’animo, è quindi possibile che li morda.

È un cane affettuosissimo con le persone che conosce, e in casa può essere felice e tranquillo, a patto che il proprietario rispetti quelle che sono le sue esigenze e i suoi spazi.

Questo nobile cagnolino ha bisogno di essere spesso spazzolato visto il suo pelo lungo, ma non necessita di molto esercizio fisico, ciò nonostante è bene farlo passeggiare e giocare in modo tale che sia più quieto, e mantenga di conseguenza un comportamento non aggressivo verso tutti.

8. Papillon

Papillon

Il Papillon è un cane di piccola taglia originario della Francia, molto intelligente, si addestra facilmente e impara in fretta nuovi giochi. È un cane da compagnia molto dolce e divertente.

Quindi va bene per quelle persone che amano passare il tempo facendo tanti diversi giochi, insieme al suo piccolo amico a quattro zampe.

Non è un cane adatto a bambini piccoli, perché il Papillon è molto piccolo, quindi se un bimbo giocando gli fa del male, il cane potrebbe rispondere mordendo per difendersi. Non è quindi un cane da scegliere se avete dei bambini piccoli.

Ovviamente potrebbe reagire mordendo anche quando si trova con dei cani più grandi che potrebbero inavvertitamente importunarlo.

Per il resto, come detto prima, è un cane allegro e giocoso e anche amorevole con i padroni.

Si consiglia ovviamente di farlo ben socializzare già da cucciolo, in modo tale da prevenire futuri comportamenti aggressivi.

9. Bassotto

Ed ecco che in questa lista troviamo il simpatico salsicciotto, il Bassotto è un cane di origine tedesca.

Famoso per la sua simpaticissima forma allungata, in realtà è stato selezionato così per la caccia ai roditori, in modo da potersi infilare meglio tra piante, e buche vari e stanare i piccoli animali.

E proprio da questo deriva la sua aggressività verso altri animaletti, perché scatenano in lui l’istinto alla caccia.

Il Bassotto è un cane molto fedele al proprio padrone, e in genere tende a essere molto protettivo nei suoi confronti, questo lo rende un cane adatto a persone che vivono sole o agli anziani.

È affettuoso e guardiano, però il problema sta proprio nel fatto che essendo troppo protettivo verso il padrone, di conseguenza è diffidente verso le persone che non conosce, e aggressivo se li considera minacciose.

Non è molto consigliato per i bambini piccoli.

Il Bassotto inoltre tende all’obesità, quindi oltre ad una corretta alimentazione, necessita di costante movimento fisico, questo aiuterà anche a prevenirne l’aggressività, perché il cane accumulerà meno energie.

Ovviamente starà al padrone cercare di dargli un buon addestramento e provvedere alla sua socializzazione con altri cani e con le persone.

10. Chihuahua

Chihuahua aggressivo

Ultimi Chihuahua iscritti su cani.it:

Il Chihuahua è un cane originario del Messico, precisamente della Stato di Chihuahua, è la razza con le dimensioni più piccole al mondo, tanto piccolo da essere comunemente trasportato in giro dai padroni, in braccio e nelle classiche borse per cani.

Il piccolo Chihuahua è molto diffuso come cane da compagnia, soprattutto per le sue piccole dimensioni che si adattano anche a persone che vivono in appartamenti in città.

Ma vedendolo così piccolo e delicato pochi pensano che invece sia una razza aggressiva; sì esatto anche questa piccola pulce morde.

Essendo così piccolo e tenero i proprietari lo viziano anche molto e questo ovviamente fa peggiorare il comportamento del cagnolino.

Ovviamente non tutti i proprietari si preoccupano di questo comportamento, ci passano sopra e continuano a viziarlo, e questo è un comportamento sbagliato che porterà il cane ad assumere un comportamento da alfa.

Quindi è importante che i proprietari educhino a dovere il cane e che lo facciano socializzare, perché il piccoletto può anche vedere il padrone come una persona di sua proprietà e quindi essere aggressivo con le persone in generale e gli altri membri della famiglia. 

11. Shih Tzu

Lo Shih Tzu è una razza originaria della Cina, in passato questo simpatico cagnolino veniva regalato agli imperatori cinesi dai monaci, oggi è molto popolare nelle esposizioni canine.

Il suo pelo, come quello del Lhasa Apso ha bisogno di essere curato quotidianamente per far sì che rimanga bello e fluente.

Questo adorabile cagnolino in passato era raffigurato come un piccolo leone, infatti Shih Tzu significa “piccolo leone”, era allevato proprio per somigliare ai leoni guardiani cinesi dell’arte tradizionale orientale.

Questa associazione riguarda anche il suo carattere, lo Shih Tzu infatti è un cagnolino affettuoso e leale verso il suo padrone, ma è anche un temerario cane da guardia, visto che è stato selezionato per esserlo.

Necessita di un buon addestramento e di socializzare già in giovane età, perché non sopporta le persone sconosciute, i bambini che lo infastidiscono e anche piccoli animali domestici.

Quindi si consiglia di avere già una buona esperienza prima di prendere questo cane dal carattere tenace, primo perché non è facile la manutenzione del suo pelo, e secondo perché deve essere ben addestrato e socializzato per evitare che diventi un piccolo leone facile al morso.

12. Chow chow

Il Chow chow è un’antica razza originaria della Cina, anche questo cane era favorito dagli imperatori perché si rivelava un ottimo cane da guardia, infatti anche oggi è utilizzato per questo scopo.

Per via della sua potenza e del suo forte olfatto era utilizzato, oltre che per la guardia, anche come cane da caccia per la selvaggina di grossa taglia, anche di lupi, inoltre spesso tirava i carretti.

Questo simpatico cagnolone è molto particolare, basti soltanto pensare alla sua particolarissima lingua blu-nera, che ha in comune con un’altra razza: lo Shar Pei.

Il suo mantello poi è caratterizzato da un pelo lungo e davvero molto morbido, di quelli irresistibili, da accarezzare.

Le sue orecchie sono piccole e triangolari, e sul muso ha i peli più corti di quelli sulla testa, e questo contrasto fa sì che il cane abbia una bella criniera leonina sulla testa.

È un animale molto leale soprattutto con il padrone, infatti si affeziona a poche persone e le protegge impavidamente.

Essendo un cane iperprotettivo è conveniente farlo educare a dovere e socializzare, anche se in generale non ama molto né le persone che non conosce né i piccoli animali domestici.

Può essere comunque educato in modo da non scattare ad ogni situazione che secondo lui è minacciosa.

13. Shar Pei

Adesso parliamo di un altro cane originario della Cina, lo Shar Pei.

Chi non ama i cucciolo di questa razza? Con tutte quelle meravigliose rughe, tutto da strapazzare di coccole, anche se poi crescendo le rughe diventano molto più rade sul corpo.

Purtroppo dopo la Rivoluzione comunista questa particolare razza diminuì drasticamente, poi si salvò grazie ad un uomo d’affari di Hong Kong di nome Matgo Law.

E così vennero portati in America, in maniera clandestina, 200 esemplari di Shar Pei..

Anche lo Shar Pei come il Chow chow ha la lingua blu-nera, e in origine fu allevato come cane da caccia al cinghiale.

Infatti si pensa che il suo caratteristico pelo pungente servisse proprio per respingere meglio i cinghiali.

Fu utilizzato anche come cane da guardia e purtroppo anche da combattimento.

Quindi è un cane territoriale che ha innato anche l’istinto della caccia, ed è per questo consigliabile che il padrone abbia già una buona esperienza in modo tale da riuscire ad educarlo bene, per evitare futuri comportamenti aggressivi.

14. Barboncino

Il Barboncino è una razza molto famosa ed è originaria o della Germania o della Francia (questa questione non è ancora chiara).

È stimato come cane intelligente, e di solito apprende facilmente durante l’addestramento.

In passato è stato allevato come cane da caccia, in particolar modo era adatto al recupero della selvaggina (in particolare anatre) in acqua.

In realtà la toelettatura che si usa fare oggi (anche se diversa) non era fatta per estetica ma bensì per semplificare il recupero della preda in acqua.

Il pelo era più lungo nella parte anteriore del corpo in modo tale da proteggere gli organi vitali dal vento e dal gelo e anche perché così si ferivano di meno con le piante, mentre la parte posteriore veniva tosata perché in questo modo il cane aveva più libertà nel movimento delle zampe posteriori quando nuotava.

Il simpatico ciuffetto sulla coda, invece, serviva al padrone per individuare il cane quando andava nel bosco denso o si immergeva nell’acqua.

Oggi tutta questa cura per il suo pelo è puramente estetica, perché il Barboncino è un cane utilizzato per le mostre canine.

Ne sono state selezionate diverse taglie, la più piccola, quella Toy, è oggi uno dei cani da compagnia più richiesti, vista la sua piccola statura e il suo bel pelo.

Il barboncini però ancora oggi ha conservato il suo istinto alla caccia, anche se le persone non se ne rendono conto! Inoltre non ama assolutamente essere lasciato solo, diventa agitato, nervoso e aggressivo.

Anche il Barboncini Toy è mordace, però avendo una veloce predisposizione all’apprendimento, non sarà difficile per il padrone educarlo a dovere e farlo socializzare.

15. Shiba Inu

Shiba Inu

Lo Shiba Inu è un’antica razza originaria del Giappone, è piccolo, agile e resistente, e veniva utilizzato come cani da caccia di prede quali cervi, volatili e daini. Ha una presa potente e il suo fiuto è acuto e si dimostra anche indipendente.

Purtroppo durante la seconda guerra mondiale rischiò l’estinzione, ma fu poi recuperato da alcuni allevatori giapponesi.

È molto affezionato al suo padrone però mal sopporta le presone a lui estranee.

Non è un cane molto possessivo però se punta una preda non gradisce la concorrenza degli altri cani.

Lo Shiba Inu è molto felice e soddisfatto quando il suo padrone comprende che necessita di spazio per sfogare la sua energia correndo ecc.

16. Boston Terrier

Il Boston Terrier è una razza che ha origini negli Stati Uniti, precisamente Boston, come si può capire dal nome. È un cane di piccola taglia ma è anche robusto e massiccio, ha un musetto corto che è brachicefalo.

Come altre razze con le stesse caratteristiche ad esempio il Carlino, può avere problemi nel respirare. Ha orecchie alte e dritte che somigliano a quelle di un simpatico pipistrello.

È però un cane temerario e territoriale ma non nervoso, molto propenso all’addestramento.

Ha il desiderio di soddisfare il suo padrone, anche se a volte può captare dei pericoli dove non ci sono, e spaventare postini (sono sempre loro i bersagli preferiti dei cani domestici), parenti o amici che vengono in visita e piccoli animali.

È quindi opportuna una buona socializzazione già da quando è giovane, perché come succede per tutti i cagnolini che sono stati selezionati per essere cani da caccia per piccola selvaggina o per eliminare i roditori, ha un istinto innato per dare la caccia a tutti i poveri e ignari animaletti, come ad esempio il gatto.

17. Skye Terrier

Lo Skye Terrier è un cane originario della Scozia, ha il pelo lungo e fitto e come tutti i terrier è un cane vigoroso.

Secondo The Kennel Club, è una razza a rischio estinzione, ma noi ovviamente speriamo non sia così, perché è davvero simpatico, inoltre è una delle razze di terrier più antiche, il suo nome deriva dall’Isola di Skye.

Essendo anche questo cagnolino originariamente allevato come cane da caccia, si può facilmente dedurre che sia un cane potenzialmente aggressivo verso altri animali. A quanto pare non gli sono molto simpatici in particolar modo i gatti.

Però lo Skye Terrier a differenza di tutti gli altri terrier, famosi per la loro continua energia da bruciare, non necessita della stessa mole di esercizio fisico.

Ovviamente necessita di un buon addestramento e di fare socializzazione, l’importante è insegnargli a stare calmo, verso tutti.

18. Maltese

Il Maltese diversamente da quanto si possa pensare è una razza molto antica, infatti se ne ha traccia nell’antico Egitto e nell’antica Roma.

L’origine però, a differenza di quanto si possa capire dal nome, non è dell'isola di Malta, ma delle Regioni centrali del Mediterraneo, infatti arrivò a Malta tramite i fenici.

Come tanti altri cani di piccola taglia, anche questo cagnolino in passato è stato utilizzato per la caccia ai piccoli parassiti sia nei porti che sulle navi.

Va bene anche per chi abita in appartamento in città, perché questo soffice batuffolo a quattro zampe ama stare anche in posti piccoli, purché stia con il suo padrone.

Il Maltese utilizzato per le mostre canine, ha peli curatissimi e lunghi fino quasi ad arrivare a terra, lunghi baffi e frangetta tenuta su da appositi elastici. Insomma necessita di una toelettatura assolutamente professionale.

Al Maltese piace giocare, è allegro e vitale, davvero un compagno simpatico con cui passare tempo a divertirsi. Può risentirsi se però nessuno è disposto a giocare con lui quando vuole (cioè spesso).

Non ama essere lasciato solo e non è particolarmente indicato per i bambini piccoli.

La sua aggressività può derivare dal fatto che come la maggior parte dei cani in questa lista, ha l’istinto a cacciare piccoli animali.

19. Bichon à poil frisé

Il Bichon à poil frisé ha origini europee, non si sa di preciso quale sia il paese, si suppone tra la Spagna o il Belgio, poi successivamente introdotto in Francia. Simile al Maltese, è molto affezionato al padrone e vuole la sua vicinanza.

È probabile che discenda dal Barbone e come lui ama estremamente l’acqua, infatti si tuffa ovunque appena ne trova un po’. Non era usato molto per la caccia, però, ha questo istinto innato, chissà forse anche questa è eredità del Barboncino, e quindi tormenta i piccoli animali che si trovano a tiro, pensando di fare cosa gradita al suo padrone.

Il Bichon à poil frisé vuole affetto ed è geloso del padrone e delle sue attenzioni quando sono rivolte ad altri animali domestici o anche bambini.

Questo simpatico cagnolino è anche pronto a difendere il suo territorio da tutti i possibili invasori, piccoli animali, persone ecc.

Se addestrato e fatto socializzare fin da giovane, sarà meno propenso ad abbaiare (a volte anche al nulla), e sarà anche più adatto al contatto con i bambini.

20. Volpino di Pomerania

Il Pomerania (Spitz Tedesco nano ) è un cane di razza piccola, originario dalla regione europea della Pomerania, da cui prende il nome.

Famosa perché la regina Vittoria ne possedeva uno, in generali il suo carattere è giocoso, affettuoso ed energico, anche se capita che sia aggressivo con altri cani. È protettivo con il suo padrone e ama stare a contatto con lui.

Tende ad abbaiare molto, se non si frena questa propensione. Ci tiene molto a difendere il suo territorio e di conseguenza se sente rumori abbaia.

I Pomerania possono essere facilmente addestrabili, perché sono intelligenti e apprendono facilmente. Però se l’addestramento e la socializzazione non avvengono correttamente, potrebbero diventare dominanti e aggressivi.

Essendo intelligenti ed estremamente “coccolosi” e carini, potrebbero intenerire il padrone e spingerlo a viziarli. Cercano sempre di attirare la sua attenzione in tutti i modi, ma devono imparare anche a stare un pochino da soli.

lo shop di cani.it

Commenti

Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.