Noce Moscata

  • Tossicità : (Da moderato a grave)
  • Dose tossica : Alta
  • Effetto : Breve termine
  • Molecole tossiche : Miristicina

Dove si trova

La Noce Moscata è una delle spezie più comunemente utilizzate nelle nostre cucina, seme del frutto di una pianta chiamata Myristica fragrans, che cresce spontaneamente in Indonesia.

Si tratta di una delle piante che hanno effetti psicoattivi a causa di una molecola detta Miristicina, che per la precisione funziona come alcuni farmaci antidepressivi noti come “Inibitori delle monoamino ossidasi”, anche se ancora non è chiara la selettività di questa molecola (cioè quali sono i punti ben precisi su cui vanno ad agire).

La noce moscata è di solito presente in piccole quantità negli alimenti ed ha un effetto attivo tanto nell’uomo quanto negli animali; tuttavia i cani, essendo più piccoli dell’uomo, hanno una dose tossica più bassa e la dose che non provoca effetti a noi potrebbe provocarli a loro.

Per questo motivo, è importante evitare di dare al cane prodotti che contengono noce moscata (in cui il sapore della spezia è mascherato dagli altri sapori del cibo), mentre per la caduta accidentale del barattolo o del seme di solito non ci sono problemi: il sapore molto pungente del seme fa sì che il cane, spontaneamente, eviti di mangiarla, rendendo così le intossicazioni piuttosto rare.

 

Che cosa fa

Il meccanismo d’azione della Miristicina si basa sull’effetto che ha in specifiche parti del sistema nervoso; in pratica, impedisce la degradazione di alcuni neurotrasmettitori (sostanze che hanno il compito di stimolare un nervo, e che poi finito il loro compito dovrebbero essere distrutti). Se non vengono distrutti rimangono lì e continuano a stimolare il nervo, così che la stimolazione continua possa dare origine a danni anche gravi.

I sintomi sono le allucinazioni (tanto che sostanze simili alla Miristicina vengono usate anche come droga), il disorientamento, il vomito, ma anche l’aumento della frequenza cardiaca e i tremori muscolari, la pressione alta e nei casi più gravi anche convulsioni e coma.

Questi effetti possono durare anche per 48 ore prima che l’effetto tossico diminuisca per via del termine dell’azione della miristicina nell’organismo.

 

Cosa fare e prognosi

Proprio come nelle intossicazioni umane da antidepressivi, non esiste un antidoto conosciuto a queste molecole, per cui nel caso dovessero comparire i sintomi (uno dei primi sono le fauci secche, l’assenza di salivazione, che si può sentire semplicemente toccando la lingua del cane) bisogna andare da un veterinario perché il quadro clinico potrebbe peggiorare.

Il veterinario monitorerà la situazione (la lavanda gastrica ha poco senso perché la noce moscata il più delle volte è “mascherata” all’interno di altro cibo) soprattutto per evitare la frequenza cardiaca troppo alta e correggerla con farmaci specifici al bisogno; l’osservazione continua fin quando i sintomi non cessano, indice che il tossico è stato eliminato dall’organismo.

La prognosi, ovviamente con l’intervento veterinario, è di solito favorevole perché a differenza dell’ingestione di farmaci antidepressivi umani (che hanno gli stessi effetti) di solito le dosi di noce moscata ingerite non sono mai alte, così che gli esiti fatali riportati per questo tipo di intossicazione sono davvero rari.

In ogni caso, è sempre buona regola evitare di fornire al cane prodotti contenenti noce moscata, e se questi sono acquistati controllare sempre l’etichetta per assicurarci dell’assenza della spezia.

Fonte:
Holson K.R., Head L.L. (1993), Poisoning and Drug Overdose, MD, FACEP, 2007.

Hai avuto delle spiacevoli esperienze con questa sostanza?

Raccontaci la tua storia, potrebbe salvare la vita di altri piccoli malcapitati.

Ti è piaciuta la notizia, hai dei suggerimenti? Esegui il login per commentare!
Login
Prodotti consigliati
-10%
€ 28.62 € 31.80
-10%
€ 24.20 € 26.90
-10%
€ 10.35 € 11.50
-10%
€ 10.35 € 11.50
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.