Oggi  
  • A Fabrizio De Angelis piace un commento di Maria Bianchi
    Non mi fiondo a pulire, non pulisco mai subito e davanti al cane.. però il suo primo pensiero è tornare fuori a pulire l’urina Questa comunque potrebbe essere un’idea, proverò grazie mille!
    Ieri 16 set 2021
  • Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Si distraeva un attimo ma poi non ti dava il tempo di pulirla, ecco bisogna evitare di fiondarsi a pulire perché si può favorire una sorta di gioco in cui il cane collabora col proprietario, con un attenzione rivolta all urina. L’ideale specie nel tuo caso, trovare il modo di distrarla non un attimo ma ingaggiarla proprio in qualcosa che la TOGLIE da lì, che la DIstoglie…psicofisicamente. Ad es, appena fa pipì in cortile, e se la fa un altro, la chiami per uscire a spasso! Quando tornate magari dopo un ora, non sarà più coinvolta, e discretamente con fare calmo come nulla fosse, pulisci e via.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Nel tuo caso non credo sia opportuno tenerla con la museruola dalla mattina alla sera…per qualche giorno. La cosa ora giusta da fare è quella dell anticipare il bere, nel giusto momento ingaggiarla. Se questo nel tempo non da alcun frutto,.. bè, tieni presente la storiella del Lagotto romagnolo…
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Ad esempio, c era un cane Lagotto , quelli da tartufo, che rovistava si tutto e rubava le cose… gli hanno messo la museruola tutto il giorno per qualche giorno… quando l’hanno tolta, non lo faceva più. Aveva semplicemente abbandonato un abitudine comportamentale (cosiddetti vizi) e instaurato eventualmente di altre.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Ecco proverei la solita carta del piano piano fargli sviluppare nuovi pattern comportamentali, nuove risposte emotive, sradicando cosí gradualmente una abitudine consolidata. Va bene sapere il perché aveva questo comportamento, per il trauma subito probabilmente.., ma concentriamoci in questo caso non su quello, ma “semplicemente “ a instillare nuove abitudini comportamentali.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Questa non l’avevo mai sentita, so bene che leccano un po’ quella degli altri a volte, per studiare meglio tramite l’organo di Jacobson. Ma non è il caso suo. Si la prima cosa risaputa è quella, tendono a sporcare in assenza del proprietario e poi magari anche a far sparire. Ma qua va oltre , bevendo quella degli altri… a volte mentre la fanno. Quello che deduco è che il trauma subito coi maltrattamenti, abbia radicato paradossalmente un interesse verso la pipì, una dipendenza. Non può essere solo dopo così tanto tempo e senza più punizioni , il semplice “la tolgo per paura di”.. c è anche un fossilizzarsi di estrema attenzione/coinvolgimento emozionale. Un modo per correggere può essere quindi lavorare sul distacco emozionale. Intanto deve liberarsi della probabile preoccupazione quando la fa o gli altri la fanno. Il fatto che magari te la osservi perplessa , come a studiare la situazione, non la aiuta. Proverei a dare messaggi rasserenanti, quando la fa, non fissarla ma poi prontamente anticipa quando sta per bere la sua o degli altri, ingaggiandola in modo”anomalo” festoso coinvolgente emotivamente in qualcosa… E pian piano nel tempo può aiutarla a superare questo legame emozionale radicato. ..
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Mi viene in mente la storia di una bambina che poi diventò la più grande danzatrice.. la madre la vedeva sempre irrequieta frustrata pessimi risultati a scuola eccetera.. finché decise di portarla da un professionista per un consulto.. arrivati lì da lui chiese alla mamma di aspettare fuori dalla stanza e far entrare la bambina.. una volta soli dentro mentre iniziarono a fare una chiacchierata lui osservò discretamente quella bambina.. e notò subito che non stava mai ferma sui piedi! anche piccoli movimenti ma muoveva di continuo i piedi!!!!.. Al che aprí la porta e fece entrare la mamma... Signora , porti sua figlia a danza! La signora perplessa ascoltó e non capí sul momento... Diventerà la più famosa è importante danzatrice di tutti i tempi..
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Esatto proprio come i bambini talentuosi incompresi molto attivi irrequieti e definiti problematici.. Ti pensano solo a reprimerli soffocare e giù farmaci.. invece di apprezzare questo loro aspetto speciale diciamo, valorizzarlo, e trovare veramente cosa serve a quel soggetto per esprimere il suo potenziale talentuoso.. questa energia inespressa che non riesce a trovare terreno fertile per esplodere venire fuori fiorire! Stessa identica cosa con una marea di cani etichettati come problematici!!!!
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Madonna! Nemmeno portarsi il classico bastone
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Ottimo! Infatti il richiamo è tutto. È per questo che i gentilisti e tutta sta marea di salvatori di cani.. possono solo fare gli ammore ammore con certi tipi di cani innocui... Grazie al cazzo!!.. Certo dalle parti tue quando si incontrano spesso quei branchi di randagi quasi ferali c'è da cacarsi sotto..
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Maria mi piace tanto il comando lascialo stare! Può tornare utile anche quando il cane è libero Io lo uso quando è slegata e incontriamo cani al guinzaglio e non voglio che vada se è sciolta dai cani a spasso al guinzaglio.. uso proprio questo comando da sempre che gli ho insegnato i primi tempi con l'associazione "cane al guinzaglio, lascialo stare!" Poi non è servito più dire nulla quasi sempre lo fa di suo, se no basta un accenno un verso mio e prontamente rientra
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Il vero problema dei cani e che la gente vuole il cane cittadino modello ma non sa bene cosa fare e come e dove per soddisfare veramente nel profondo le esigenze del suo cane in una condivisione collaborazione cooperazione assieme.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Ah un'altra cosa.. hai detto quando vai in quello spazio verde con altri cani poi stanno un po' li e scavano.. Ecco questa cosa è un po' sottovalutata lo scavare.. e addirittura spesso gli incompetenti non vogliono che il cane scavi... È un'attività importantissima specie per certi cani con certe attitudini come ad esempio quelle del Jack Russell del pinscher nano ecc cani da tana.. da esplorazione ricerca e scovare gli animaletti del sottobosco nelle tane!!! Quindi devi trovare il modo di facilitare questa attività di scavare... Per cercare ma richiama anche in generale diversi aspetti atavici nel cane lo scavare è un'attività fondamentale. Per esempio dove porto la mia regolarmente ci sono tantissimi montarozzi nelle distese di natura quei montarozzi di terra fatti dalle talpe.. è una delle attività che facciamo assieme è proprio condividere questa ricerca la faccio lavorare cercare e scavare.. Non è che andiamo a passeggiare tanto per passeggiare camminare per camminare come vedi tantissima gente al cellulare magari e coi cani che si sono rotto il c**** dopo due minuti...
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    È un'occasione per correre rincorrere il pallone condividere una un'attività col conduttore con il portargli pallone.. giocare. Con un pallone di cuoio resistente sgonfio si può fare anche un buon tira e molla.. una buona tattica è quella di avere due palline in mano o due palloni quando ti riporta uno gli tiri l'altro..
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Guardando la sua foto dove ha qualcosa del Jack Russell.. i jack adorano giocare col pallone! Adorano le palle giocare a pallone col proprietario li fa impazzire!!
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    È QUI che imparerai anzitutto TU, assieme al tuo cane… Respirando l’aria cinofila dell addestramento, del Campo! Parte tutto da qua la differenza!
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Rileggevo anche la tua domanda nella foto come assecondare meglio il suo bisogno di annusare per rincorrere.. Devi fare lavori di fiuto con lei su traccia per cercare..in addestramento si fanno le Piste! Fanno parte di prove di lavoro proprio.. Quella attività più da naso all'aria del mantrailing che ti ho citato prima è mooolto coinvolgente interessante come attività di ricerca. Intanto di fare attività specifiche nel quotidiano ti devi ritagliare dei momenti tra le altre cose per farla lavorare col naso..fiuto la ricerca l'esplorazione.. iniziare con le classiche cose che si fanno a casa ma anche fuori..che sembrano banali ma sono già importanti. A casa o fuori oltre a farti cercare uffa cercare qualcuno della famiglia se c'è.. gli altri classici esercizi sono nascondergli qualcosa preparare un percorso mettendo quella degli oggetti o del cibo . Per rincorrere c'è la classica pallina piuttosto che il bastone sono anche queste momenti importanti per assecondare l'istinto predatorio.. nel contempo di riporto al conduttore. Il ricordo del gioco del tira e molla conduttore cane è fondamentale per stabilire certe questioni.. però devi farlo bene.. studia e sperimenta...e ripeto se vuoi veramente acquisire una marcia in più entrare in un altro mondo trova un buon campo cinofilo classico... Improntato sulla attività addestrativa.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    In giro si vede la gente che chiama di continuo i cani.. ripetendo di continuo il loro nome.. senza che poi segue nulla di così interessante per il cane anzi spesso proprio non segue nulla volevano qualcosa dal cane però il cane non ha capito cosa.. non è il modo giusto di fare e ovviamente dopo un po' il cane non "ascolta" più .. La classica lamentela il cane non mi ascolta.. per forza! Si chiama il cane solamente quando segue qualcosa di interessante veramente per il cane.. un vantaggio grosso che riguarda la le sue motivazioni! Chiamare il meno possibile il proprio cane pronunciare il suo nome in meno possibile ma se e quando lo pronunciamo il cane deve quasi sobbalzare sul posto.. con un interesse un'attenzione estrema sul conduttore perché sa che seguirà qualcosa di estremamente gratificante..
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Questo discorso di non assillare di continuo il cane e evitare di dargli attenzioni di continuo deve partire anzitutto a casa. Questo è uno dei classici errori dei proprietari.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    PS Non essere sempre sul cane nel senso pensare sempre a lui guardarlo di continuo cercare sempre di capire.. questo fiato sul collo costante anche ai cani può dare fastidio e stressarli.. no era per ribadire il concetto importante di promuovere anche la giusta indipendenza emozionale e fisica dei giusti momenti di autonomia di solitudine anche, anche questo aspetto dell'Autonomia è fondamentale affinché il cane sia sereno solido equilibrato con autostima fiducioso sicuro. Il classico errore può essere invece proprio quello di stare troppo sul cane.. e paradossalmente farà l'effetto posto che il cane si discosta da noi... Quindi mi raccomando bilancia bene i momenti che gestisce il cane ti occupi di lui , dai momenti diciamo di relax e di autonomia. Spesso poi i cani si trasformano e diventano all'istante più sereni.. Come anche in passeggiata non so se hai notato anche tu quando camminiamo sul marciapiede al guinzaglio e siamo preoccupati che tiri il cane tira.. invece quando eravamo assorti distratti per i c**** nostri il cane non tira...
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Spero con oggi di averti un po' aperto gli occhi e allargato gli orizzonti e che serva di spunto per
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Cerca un campo cinofilo di addestramento classico ripeto classico.. evita questi centrini cinofili dove Basta che stanno lì tutti assieme a fare i gruppetti con qualche cane e la pettorina e bocconcini a ogni respiro e pensano che sia tutto lì.. Ripeto campo di addestramento classico.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Detto questo ci sono razze e cani che sono votate a essere in simbiosi col conduttore a essere sempre estremamente su di lui vedi ad esempio un dobermann.. e ci sono altre razze o altri soggetti che lo sono di meno e con i meticci è proprio questo il punto spesso che crea difficoltà trovare la giusta chiave per avere il cane su di te
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Ricorda che attraverso un programma serio di addestramento anzitutto all'obbedienza e poi ad attività giuste per quel cane, si può intrecciare una relazione una sintonia di eccellenza col cane!! Da cui poi deriverà tutto il resto in modo molto più naturale è semplice.. ma anzitutto devi imparare davvero bene tu quest'arte cinofila nel gestire il cane a regola d'arte..
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Una volta che si è impuntata è tardi.. ovvio che se la vuoi trascinare via lei si punterà ancora di più.. Una volta che si è focalizzata eccitata e il suo stato emozionale e altamente attento su qualcosa preso da qualcosa è tardi.. Il piccolo grande segreto cinofilo è anticipare intrattenere gestire controllare il cane prima di . Ma per fare questo devi aver fatto prima tutto un percorso evolutivo col cane avere il cane bene su di te essere in grado di controllarlo aver fatto un percorso anche di addestramento serio eccetera eccetera eccetera non si fanno le cose all'improvviso come per magia...
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Devi prevenire anticipare e gestire il cane prima che.. E anche se ha un accenno di certe manifestazioni che tu non vuoi non dare troppo peso sorvola tieni il cane su di te ingaggiato è interessato su di te continua a fare quello che stavi facendo vai per la tua strada.. devi essere interessante ai suoi occhi il trattenerla in modo sapiente da guida efficace
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Giustamente dici quando ci sono gli angoli mi piomba qualcuno all'improvviso.. gestisci per quello che puoi anticipando intrattenendo il cane prima che.. è questo il punto il segreto diciamo intrattenere il cane prima che.. E non dare troppo peso a certe manifestazioni altrimenti diventate tesi agitati ansiosi e date messaggi controproducenti al cane
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    La giusta strategia in contesto urbano è sempre gestire per tempo devi prevenire anticipare le situazioni ingaggiando il cane e distraendolo in qualcosa che sia su di te e da fare assieme a te.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Ricordati scandire bene ogni giornata fatta di vari momenti ritualizzati, il momento della tua ricerca dentro casa.. il momento ritualizzato del pasto con cui fare prima di esso qualche esercizio assieme.. il momento del riposo che ognuno si rilassa rispettando La quiete dell'altro, chi non vuol dire necessariamente isolarsi appartarsi ma anche condividere vicino.., ei momenti delle varie uscite e attività in base alle necessità. Tutte le volte che si può partire portare il cane nella natura per lunghe passeggiate esplorative.. con lavoro di fiuto adatto per quel cane.. In generale parlando lunghe passeggiate esplorative in contesti di natura vanno bene per tutti i cani sono già una base molto appagante.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Ma anzitutto per lei tante esplorazioni nella natura tutte le volte che si può, lunghe escursioni
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Un'altra attività mi viene in mente secondo me a lei piacerebbe tanto è mantrailing.. ricerca di persone! Ecco per lei vedo molto meglio questa rispetto ad agility..
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    E comunque associato a quel lavoro, che vuole come base, dare una nuova connotazione positiva di, deve associarsi un TUO esempio, un TUO modello, una TUA marcatura emozionale corretta in quel frangente/situazione! Mostrati TU anzitutto amichevole col vicino…il cane ti sente…ti osserva… percepisce. Quando vedi i vicini, TU devi essere positiva! Serena, solida, equilibrata. Salutali con calore ma tranquilla…solida! Poi non lasciare che scappino…o tu scappi col cane! Ma fate le scale ASSIEME!! Mentre ci chiacchieri… Invitali a casa anche per un caffè.. Ricorda, il cane sente e vede tutto di te…..sei il suo mondo, il suo Riferimento.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Attenzione a quell idea che ti metti li sulla porta e la premi quando passa gente! È MOOTO a doppio taglio… se sbagli minimamente sul tempo preciso, aumenti l’ attitudine/ comportamento indesiderato. Se non lo,sai fare bene e nel PRECISISSIMO istante giusto per rimarcare rimodellare una connotazione/marcatura emozionale, sei fregata!.. Quindi evita, non credo hai gli strumenti per provare questo lavoro. Basta quella frazione di secondo di ritardo.. Va fatto solo nel istante in cui INTRAVEDE e lo stato emozionale non ha già iniziato a cambiare in negativo.. Oppure quando ha già visto, ma ê ancora emozionalmente OK! Non credo sei in grado , attenzione. Tanti su questa cosa hanno peggiorato il cane poi …
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Dentro casa anzitutto, renditi interessante.. nasconditi e fatti cercare ad esempio! Classico da fare in casa , e poi fuori anche! Fallo ogni giorno , o gli dai il resta ti vai a nascondere e poi “Cerca!” … oppure all improvviso in modo inaspettato sparisci… e poi ti cerca. .. Questa è una cosa MOLTO coinvolgenge da fare sin da cuccioli per formare il cane… e “su di te” appunto… Quando ti ha trovata e arriva a te, apprezzala con allegria. Senza esagerare, il giusto . ..
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Cane molto intelligente… energia vitale e ottima reattività. Guarda come è focalizzato su chi fa la foto… che concentrazione, che attenzione. Questo cane, se si coinvolge e MOTIVA nel modo giusto per lui, è una bomba! Cane da lavoro a tutti gli effetti !.. Parola d ordine: attività di rilievo, adatta a lui.
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Sforzarsi di capirla a tutti i costi su ogni cosa puõ darti tensione, ricordati che lei percepisce i tuoi stati d animo quindi cerca di essere più distaccata.. un bravo Leader non si sforza di capire i problemi degli altri..ma li GUIDA! Li trascina emozionalmente, li coinvolge, li motiva. È lei che guida te! E tu a “scervellarti” appresso a lei per capire e “sistemare” ogni cosa.. Questo classico atteggiamento è un errore! E non pretendere di sistemare ogni cosa per farne un cittadino modello! È un cane! Devi conoscere i cani e lei, avere la tua preparazione e studiare ecc, detto ciò “” è lei che deve “stare su di te”… affascinata da te! Interessata a te… perché tu sai cosa è meglio per lei, sei il suo riferimento e la guidi “” Bisogna fare attenzione alla questione interattività: appagare quel soggetto , senza sfociare in agitarlo, stressarlo, eccitarlo. Circolo vizioso…più si mostrano irrequieti e più vengono eccitati/intrattenuti spesso a cazzo,.. non nel modo giusto, e giusto per quel cane. Problema 1 “va sempre dai padroni e gli fa le feste come se li conoscesse da una vita” : vien da pensare, ebè va bene, che problema c’è!? … i casi sono due, o non c è problema effettivamente.. oppure il cane è come hai detto te non in sintonia con te, perché tu non sei quel tipo di riferimento, di guida , di cui lei ha bisogno. Problema 2 : punta i cani e “non ti ascolta”…ma nemmeno a casa” Ecco questo “nemmeno a casa” ..è qua che evidenzi un disagio del cane. Hai detto che 15 in montagna si era trasformata, infatti a soggetti cosí l’ambiente irrequieto cittadino può non convenire.. li metti in un contesto rilassante ma appagante nel,profondo come la natura con vasti spazi, e hanno beneficio. Inoltre, se in città vai sempre negli stessi posti e sempre stessa routine, da un lato ok dall altro no, il cane ha bisogno qua e la dî esplorare posti nuovi, di fare nuove cose. La tua non va stressata e stimolata di continuo..e nemmeno troppe uscite a “bombardarla” dî casino cittadino, cani persone ecc. Quindi? Trasloca ! Se hai modo spostati in un posto più di natura. Dicevo non va iperstimolata, ma nel contempo la devi UNO avere “su di te” , DUE fare assieme qualcosa dove ENTRAMBI siete felici e davvero realizzati ! Appagati, nutriti ! Si, dalla foto può avere sicuramente del cane da caccia dentro, ma anche tanto altro!! Anzi, non è un simil razza da caccia.. a parte la testa che ricorda il jack russell, è il classico meticcio “indefinito”.. E sono quelli che tipicamente vedo più tesi, irrequieti, molta energia difficile da sfogare e appagare… tipicamente quel TIPO di cane. La questione del distacco precoce è vero..ma un po’ sopravvalutata nel,senso ad ogni cosa si da la colpa al,distacco precoce… non ha avuto dalla mamma e fratelli ,e padre quando c e.., lezioni preziose per accettare le regole , sapersi approcciare , capire quando esagera ecc ecc … ok certo! Ma POI….se il cane finisce in buone mani , tutto ciò si può trasmettere, insegnare…con più difficoltà magari certo, ma addossare tutti i mali a quello cosí facilmente non è corretto! Invece, tutto ruota sul TIPO … il Tipo di cane…e di Conduttore! Se il cane era fatto per te e se tu eri fatto per lui… La scelta del cane è tutto… ma spesso si fanno adozioni così come capita…e questo ê sbagliatissimo! Ad esempio, sulla carta IO non mi prendo un Dogue di Bordeaux…non fa per me! Mi prendo un Tipo diverso…attitudini diverse ecc Poi, incontrandoci con dei soggetti, vediamo se c è quella magia sul momento…ecc ecc ecc ecc Dicevo, non ti fossilizzare sul “cane da caccia” perché a vederla in apparenza sembra.. tu dei osservare insegnali che manda…dove lei ha interesse vero, coinvolgimento per . Come aumentare questa sintonia e averla di più su di te? A questo punto hai già fatto percorsi con l’educatore.. ora devi cambiare marcia e fare anzitutto un serio programma di ADDESTRAMENTO! Devi avere il cane totalmente SOTTO CONTROLLO… non è più tempo delle minchiatine con l’ educatorino… ora devi fare obbedienza come si deve! E poi attività a lei congelinali, magari la difesa… secondo me questo cane vola sulla manica!! Ha piacere a mordere?…Noti combattività e divertimento? Fai con lei il tira e molla? Importantissimo tira e molla… attraverso questo “gioco” inneschi tutta una serie di cose, e puoi insegnare il lascia anche.. D ora in poi, la tua relazione e sintonia, deve passare attraverso il LAVORARE COL CANE! Consideralo un cane la lavoro, è un Tipo di cane DA LAVORO! Questo cane ha bisogno di LAVORARE. Parentesi sull agility: si ok fa attività , si diverte, si stanca…ma nutre nel profondo QUEL soggetto? …… Vai in un Campo di addestramento, fai obbedienza e prova la difesa…poi mi dici. Se sei di Roma sud, vado spesso con la mia in un contesto di natura molto grande e stupendo.. Ps: quando puoi in base al contesto e regole… usa un guinzaglione(lunghina sui 10 mt..) permette di mantenere una relazione costante col cane seppur in maggior distacco…in realtà c è una alta connessione emozionale , poi quindi anche fisica…il cane può stare anche distante da te, ma è “su di te”…..Arte, magia pura! E puoi lavorare bene sul richiamo ..
    2 giorni fa 15 set 2021
  • A Fabrizio De Angelis piace un commento di Maria Bianchi
    Quello lo fa sempre il maschio, con l’urina delle femmine ma per l’appunto non è il suo caso... Coinvolgerla subito dopo averla fatta, lo facevo durante il periodo in cui la stavo abituando a non sporcare in casa... si la distraeva ma subito dopo correva a berla, non mi da nemmeno il tempo di pulirla
    Buonasera a tutti.
    Quasi tre anni fa recuperai questa cucciola che ai tempi aveva 8 mesi da una situazione di maltrattamento gravissima.
    Era sottopeso, senza vaccini, sporcava in casa ed era aggressiva con le persone e con i suoi simili.
    Siamo fortunatamente riusciti a correggere tutti problemi eccetto uno.
    Premetto che questa poveretta veniva massacrata di botte tutto il giorno perché sporcava in casa, adesso si è abituata fa i bisogni fuori ma le è rimasto un problema, quando fa la pipì sia lei che gli altri cani la beve, inizialmente avevamo pensato potesse essere un problema di salute, anche perché ne faceva poca e in maniera frequente ma facendo tutti i controlli il cane è sano.
    Ho letto che nel suo caso i cani tendono a farla sparire perché hanno paura di essere picchiati o rimproverati, anche se ovviamente non è più così.
    Può essere questo il motivo?
    Esiste un modo per correggere questo comportamento?
    A Fabrizio De Angelis piace un commento di Maria Bianchi
    Tre volte me li sono ritrovati davanti, la prima erano in tre, ero in campagna, il mio pit libero gli è andato vicino, non ha ringhiato solo pelo alzato e coda dritta, li ha messi in fuga ed è tornato solo quando si erano allontanati abbastanza, io ero pietrificata. Seconda volta un pt inizia a correre nella nostra direzione ringhiando, ci raggiunge, il mio gli ringhia contro, si sfidano e come per magia il pt va via.. Terza volta in campagna, cinque cani iniziano a correre nella nostra direzione, richiamo e lego il mio immediatamente, camminando a passo spedito e cercando di non fagli le spalle ho raggiunto la strada e solo appena hanno visto le macchine sono tornati indietro.. Io sono stata fortunata, da qualche tempo gira un branco da più di venti cani in paese, hanno già sbranato decine di cani di piccola taglia, gatti e galline. Chi di competenza non fa nulla e le volontarie che se ne occupano continuano a dire che sono cani per nulla aggressivi e che devono rimanere sul territorio...
    A Fabrizio De Angelis piace un commento di Saverio Sollecito
    Fabrizio ti è stato sicuramente di aiuto ed è come sempre preciso nelle sue risposte. Restando in tema faccio un rafforzamento positivo :-) , questo cane ha bisogno di una attività specifica. Solo così troverà la sua "pace" interiore. Provale tutte vedi quella che ti sembra più affine e falla con lui. Non ha problemi il tuo cane anzi è semplicemnte attivo e merita la giusta "ricompensa".
    A Fabrizio De Angelis piace un commento di Maria Bianchi
    Credimi, in alcune occasioni ho davvero avuto paura, non so se ho un cane davvero competente o se sono stata miracolata ma non so nemmeno io come sia io che Tyler ne siamo usciti vivi ed illesi. Il branco più numeroso è stato di 19 cani enormi, fortunatamente ci siamo nascosti e non ci hanno visti..
    A Fabrizio De Angelis piace un commento di Maria Bianchi
    Questo comando io lo utilizzo solo quando vedo che il mio cane ne sta puntando un altro da lontano, ammetto che non è stato semplice insegnarglielo. Anche io adesso con alcuni cani non ho bisogno di usarlo perché li ignora automaticamente, ad esempio in paese c’è una via dove ci sono solo ville da entrambi i lati, in ognuna di queste ci sono almeno due cani, quando passiamo di lì abbaiano TUTTi,lui ormai sa che non deve reagire ed è tranquillo, oppure le rare volte in cui lo porto al parco sotto casa incontro una signora con due cani che quando vedono il mio impazziscono, ma lui non ha reazioni nonostante uno di loro sia un maschio intero. Quando è libero, se vedo cani in lontananza lo richiamo e lo lego, non voglio rischiare che parta e vada a sbranarlo. È pur sempre un pit e non si sa mai. Fortunatamente ha un ottimo richiamo che mi è stato molto utile in situazioni di pericolo, non è raro che in incontriamo branchi di cani randagi anche aggressivi e in quel caso DEVE tornare e dobbiamo trovare il modo di andare via immediatamente.
    A Fabrizio De Angelis piace un commento di Maria Bianchi
    Pienamente d’accordo, prima di leggere il tuo commento anche io ho subito pensato “perché portarla da un educatore e non da un addestratore?” Aggiungo che anche io avendo un cane che odia più della metà dei cani che solitamente incontriamo in paese, ho risolto grazie all’addestramento.. Innanzitutto se puoi quando vedi un cane che sai inneschi questo comportamento nella tua cambia direzioni prima ancora che lo punti, se incontrarlo è inevitabile tramite il collare devi richiamare l’attenzione su di te, io col mio pit ci ho dovuto lavorare per ANNI ma lui aveva una forte aggressività intraspecifica, adesso mi basta un tocco col collare e il comando “lascialo stare”, ovviamente non socializzerà mai con quei cani ma almeno li ignora totalmente e questo rende la passeggiata sicuramente più piacevole e meno stressante..
    A Fabrizio De Angelis piace un commento di Rebecca gentile
    Probabilmente è un cane da caccia quindi vorrei capire anche come soddisfare il suo bisogno di annusare, rincorrere ecc...
    Ciao ho scritto più volte su questo gruppo esponendo problematiche sempre diverse.
    Faccio prima una piccola presentazione del cane: è un bastardino taglia media (20kg) di 11 mesi ed è con me da quando ha 1 mese e mezzo questo perché è stata abbandonata all'interno di uno scatolone e non ha avuto la mamma ad accudirla e educarla. E il mio primo cane dunque prima di prenderlo ho contattato un educatrice che mi ha ""rassicurato "" ovviamente specificando che i problemi ci sarebbero stati per via dello staccamento precoce dalla mamma.
    Fin da piccolo era un terremoto ma non in modo giocherellone ecc.. dormiva solo due ore al giorno e 4/5 ore la notte, strappava traversine a non finire ( fino ai 2 mesi e mezzo poi ho iniziato a portarla fuori), mordeva mani, saltava addosso e infatti l'educatrice mi disse che era al limite tra "non mi ricordo il termine che ha usato" e l'iperattività e più andava avanti più tendeva all'iperattività.
    Ha sempre socializzato con tantissimi cani in area cani, al parco, al centro cinofilo ( dove siamo andati per 4/5 mesi) infatti non ha mai avuto alcun problema con i cani.
    I 6 mesi sono stai un inferno ovvero il periodo dell'adolescenza. Mordeva a non finire addirittura in passeggiata mi mordeva le caviglie o il guinzaglio ecc..
    Finiti i sei mesi si è calmata ma comunque non era possibile fare una camminata in tranquillità perché tirava talmente tanto da essere stesa sull'asfalto.
    Verso i 9/10 mesi ha avuto il primo calore ed è stato nuovamente un incubo perché tutta quella ""aggressività"" che in adolescenza aveva con me la sfociava negli altri cani. Non ne poteva vedere uno perché subito iniziava ad abbaiare in modo disperato, mai vista così!
    Fortunatamente sono andata in vacanza in montagna per 15 giorni e lì si è ripresa completamente.
    Una volta tornati in città era un altro cane, potevamo portarla al ristorante, in macchina riusciva a stare seduta sul sedile senza saltarmi addosso, giocava nuovamente con i cani e si faceva accarezzare da tutti.
    E ora è ancora in questa fase anche se ci sono alcuni atteggiamenti che vorrei modificare.
    Abito in un condominio e purtroppo i cani o le persone del mio palazzo non le può vedere che inizia ad abbaiare e questo mi sta causando un forte stress perché ho sempre il terrore che uscendo dall'ascensore trovo un cane o una persona e sono sicura che ciò provochi stress anche a lei.
    Stessa cosa sul pianerottolo, non può assolutamente vedere i miei vicini.
    Poi mi basta uscire dal cancello e diventa un angelo magari incontra le stesse persone o gli stessi cani e ci gioca e si fa accarezzare.
    Il problema è che lei esce di casa agitata e non riesco ad impostare la calma prima di uscire (esce 2ore la mattina ,15 minuti alle 13/14, 2 ore il pomeriggio libera e la sera 15 Minuti perché non ama il buio, quindi non penso sia il fatto che non esce abbastanza)
    Stavo pensando di mettermi un giorno ad aspettare fuori il portone e farla abituare al via vai di persone premiandola nel momento in cui si comporta bene.
    Il secondo *problema* è che è troppo socievole.Ora capisco che può sembrare un contro senso infatti nessuno ci crede finché non lo vede ( educatrice compresa) .
    Quando usciamo ci incontriamo con altri cani in un parchetto non recintato quindi sono tutti al guinzaglio perché è tra due strade ed è molto pericoloso.
    Questi cani sono del quartiere e lei ci è cresciuta ma in generale va d'accordo anche con cani mai visti prima.
    Quello che fa lei e sedersi e aspettare l'arrivo di ogni singolo cane, poi si annusano lei va per incitarlo al gioco ma la allontano perché al guinzaglio mi è stato sconsigliato quindi poi stanno lì insieme, giocano un po' con un bastone o fanno delle buchette ecc..
    Mai avuto problemi, avrà incontro più di 100 cani e nessuno le ha mai ringhiato o morso ecc.. e stessa cosa lei (tranne nel periodo del calore )
    I problemi sono due
    1: va sempre vicino ai padroni e fa le feste come se li conoscesse da una vita.
    2: anche mentre facciamo le passeggiate se vede un cane si siede e aspetta. Anche se provo a spostarla si impunta e non mi gurda neanche infatti questo è il terzo problema ovvero tra me e lei non c'è sintonia dato anche da i suoi continui cambiamenti.
    Io la amo da impazzire e lei è molto attaccata a me però in passeggiata non mi ascolta minimamente ma in realtà non mi ascolta molto neanche in casa e questa cosa è accaduta di recente perché prima era molto più ubbidiente e reattiva. Addirittura non si mette neanche più seduta subito mentre prima con l'educatrice facevamo il lascia, terra ecc..e avevamo iniziato anche agility sport perché l'educatrice mi disse che era molto attiva e sarebbe stato adattato per lei infatti così è stato poi però per diverse questioni non ho potuto continuare ma spero di riprendere presto.
    Poi ci sono alcuni cani in particolare 3 del quartiere che non può vedere e mi chiedevo in questo caso come devo comportarmi.
    Lei inizia a lanciarsi e abbaiare e il la strattono per tenerla (ha il collare) ma così si fa solo male e non smette minimamente di abbaiare.
    Quando li vedo in lontananza li evito e cambio strada ma delle volte non risco perché magari girano l'angolo e si trovano uno davanti all'altro.
    Questi cani 2 sono di una signora e poverni non dicono nulla e non si sono mai avvicinati.
    Mentre l'altro è un cane con cui lei da piccola giocava quindi non capisco perché si comporta così e anche lui non le dice nulla quando abbaia e buonissima.

    Ho sempre ricevuto ottimi consigli qui, quindi spero possiate darmi qualche dritta
    2 giorni fa 15 set 2021
  • A Fabrizio De Angelis piace un commento di Maria Bianchi
    Assurdo, ripeto mai vista questa cosa, ovviamente penso che questo sia di un altro livello! Anche se devo dire che vedo tanti cani col guinzaglio mai in trazione che fanno una condotta praticamente impeccabile lo stesso! Attento con questi video che poi ti dicono che frustiamo i cani xD
    A Fabrizio De Angelis piace un commento di Maria Bianchi
    Pazzesco, non ne sapevo nulla! Grazie Fabrizio, imparo sempre qualcosa di nuovo!
    4 giorni fa 13 set 2021
  • Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Qua siamo in Italia, si vede come per il seduto lo tocca con la destra da dietro.. guinzaglio sempre lento e sente solo l’ aiuto sulla groppa.. è un grande vantaggio https://youtu.be/BPTOA9c0f9E
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Permette anche il vantaggio di avere il guinzaglio sempre molto lento, senza alcuna trazione. E così, la condotta con o senza guinzaglio diventa irrilevante
    Fabrizio De Angelis ha risposto ad una domanda
    Qua in Italia si vede pochissimo …qua siamo dai Cechi.. il top oggi nel lavoro. Qua di recente qualcuno imita e cerca di copiare…
    4 giorni fa 13 set 2021
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.