Backpacking con i cani

Backpacking con i cani

Viaggiare con un cane, può essere una delle esperienze di vita più piacevoli e memorabili che un proprietario di animali domestici possa avere.

Con tutto il tempo trascorso a lavoro o frequentando la scuola, può essere difficile dare le giuste attenzioni al vostro cane facendo qualcosa che diverta entrambi.

Fare escursioni ed esplorare zone boscose del proprio paese lasciandosi dietro il caos della modernità, vi dà l'opportunità di prendere una pausa dalle routine quotidiane e permette di godere di ciò che la natura ha davvero in serbo per tutti gli esseri viventi.

Stare da soli con il vostro cane in una foresta, un lago o un sentiero, aiuta a concentrarsi più su ciò che sono le vere necessità della vita. Ciò include cibo, salute, riparo e protezione.

In città, tendiamo a dimenticare cosa sono questi elementi essenziali e l'essere lontani dalla modernità ci aiuta a capire quali siano davvero le necessità fondamentali.

Dal momento che ci sarà da trascorrere un sacco di tempo a piedi, è anche necessario limitare la quantità di roba da portare con voi tenendo però conto dei diversi rischi con i quali fare i conti in tali zone.

Bisogna, quindi, essere sempre pronti per qualsiasi emergenza possa presentarsi durante il vostro viaggio.

Tenendo conto di questi fattori, è quindi possibile iniziare a considerare gli oggetti più importanti che si devono portare per fare un'escursione con il vostro amato amico.

La preparazione è la chiave del successo

In qualsiasi tipo di attività umana è fondamentale essere preparati prima di affrontare un qualsiasi compito, in modo tale da renderlo sempre alla vostra portata e questo vale anche quando si viaggia con lo zaino in spalla insieme al cane.

Conoscenza e comprensione delle diverse situazioni che possono influenzare il viaggio sono essenziali al fine di gestire al meglio la vostra "avventura":

1) Contattate i gestori del parco per verificare se al suo interno è permessa la presenza di animali domestici.

Contattare gestori del parco

La prima cosa che dovete sapere, naturalmente, è se il luogo che si desidera visitare permette al suo interno l'accesso agli animali domestici.

La maggioranza dei parchi nazionali non accetta la presenza di animali domestici a parte alcune eccezioni.

In alcuni casi può essere consentito, ma devono essere messi al guinzaglio.

Conoscere le regole del parco o dell'area da esplorare vi aiuterà anche a evitare problemi senza incorrere in sanzioni e tasse.

2) Chiedete ad un veterinario se il vostro cane è pronto per il tipo di escursione che si intende fare.

Chiedere l'ok del veterinario

Questo è per assicurarsi che il vostro animale domestico sia fisicamente capace di affrontare l'attività prevista.

Ad esempio, un cucciolo non può essere in grado di affrontare lunghi percorsi.

Un cane che non ha alle spalle chilometri di cammino non è adatto ad affrontare percorsi lunghi ed accidentati perché questi richiederanno cuscinetti delle zampe più spessi, di conseguenza se il vostro cane non ha camminato molto in passato, non è una buona idea farlo cimentare in prove cosi dure.

3) Salvaguardate il vostro cane vaccinandolo per le malattie che si potrebbe facilmente contrarre nelle zone che si desidera esplorare.

Tenere il cane vaccinato

Questa è una delle cose migliori che potete fare per aiutare il vostro cane ad evitare eventuali gravi disturbi provocati dalla contrazione di eventuali malattie che possono essere facilmente contratte in natura.

Esempi di queste malattie includono la malattia di Lyme e Giardia che può essere trasmessa se il vostro cane si ristora con acqua non potabile o provenire tramite contatto con alcuni animali selvatici.

Queste malattie sono pericolose, quindi assicuratevi di avere il vostro animale domestico vaccinato se non volete incorrere in spiacevoli conseguenze durante o dopo le escursioni.

4) Studiate attentamente l'area che desiderate esplorare almeno una settimana prima di partire.

Studiare i vari itinerari

Fatelo documentandovi in maniera approfondita su tutto ciò a cui potrete andare incontro.

Questo è uno dei passi più importanti che bisogna prendere in considerazione se si vuole davvero garantire la sicurezza sia di se stessi che del proprio cane.

Cosa molto importante è quella di documentarsi sull'eventuale presenza di orsi o altri tipi di animali selvatici pericolosi che potrebbero rappresentare una grave minaccia durante il vostro viaggio.

Inoltre, bisogna equipaggiarsi con l'attrezzatura adatta ad ogni evenienza e dotarsi di diversi strumenti, come le mappe, per aver la sicurezza di non incorrere nell'eventualità di perdersi durante il tragitto.

5) Assicuratevi che il vostro cane sia ben addestrato nel seguire i comandi vocali.

cane ben addestrato

Infatti, dal momento che andrete a visitare un'area pubblica, è importante che voi e il vostro cane vi sappiate relazionare in determinate situazioni facendo in modo da non dare fastidio alle altre persone.

È importante che il vostro cane sia abile nella socializzazione, così da non correre alcun rischio con episodi di aggressione verso altre persone o altri animali domestici.

Inoltre, bisogna addestrare il proprio cane ad eseguire i vostri comandi anche con la numerosa quantità di distrazioni che potrebbero essere presenti.

Ricordate che anche le altre persone sono lì per godersi il proprio tempo libero cercando di trascorrerlo in pace.

Attrezzarsi con il giusto equipaggiamento

Quando si va in una zona boscosa o deserta è importante essere ben preparati con le giuste attrezzature, in modo tale, da poter affrontare al meglio qualsiasi cosa possa accadere durante le vostre escursioni.

Bisogna dunque personalizzare il vostro equipaggiamento con tutto ciò che potrebbe servire a voi e al vostro cane durante il viaggio, ricordando di sacrificare la quantità ma mai la qualità.

Questo è molto importante soprattutto in caso di situazioni pericolose.

Essere preparati per qualsiasi evenienza vi metterà nelle condizioni di poter affrontare le escursioni sia durante il giorno che di notte.

Inoltre, se pensate di fare una nuotata in spiaggia o in un lago, assicuratevi di aver portato con voi il dispositivo di galleggiamento per il vostro cane.

1) Mettere il guinzaglio al vostro cane.

Mettere il guinzaglio al vostro cane

Questo è uno degli obiettivi prioritari quando si progetta un’escursione con un cane, dato che si cammina su un sentiero dove potrebbero essere presenti altre persone ed animali selvatici.

Avere il cane al guinzaglio vi aiuta ad avere un maggior controllo sulle sue azioni ed inoltre aiuta a prevenire qualsiasi tipo di incidente spiacevole.

Molto spesso infatti, saranno presenti persone che potrebbero avere paura dei cani oppure potrebbe capitare che il vostro cane possa diventare improvvisamente aggressivo verso di loro e causare alcuni danni.

Se poi possiede un istinto da predatore potrebbe anche decidere di andare a caccia di prede selvatiche.

È sempre lasciargli dai due ai tre metri di guinzaglio che potrà esser legato alla vostra vita o al vostro zaino per avere un maggior controllo, ed infine, ricordarsi di portare un guinzaglio di ricambio nel caso di smarrimento o di eventuale rottura dello stesso.

2) Procurare al cane un adeguato abbigliamento per l'escursione.

Abbigliamento cane

Procurare il giusto abbigliamento in base alle condizioni meteorologiche ha un sacco di vantaggi, sia per voi che per il vostro cane.

Nel caso doveste affrontare delle temperature miti o calde durante l'escursionismo, si possono utilizzare bandane o giubbotti fatti appositamente per questo.

Questi spesso sono fatti per essere bagnati in acqua prima dell'uso e posseggono dei tessuti che permettono all'aria di passarvi attraverso.

Durante le temperature più fredde, sarebbe meglio far indossare al vostro cane un cappotto morbido o un gilet.

Anche gli “stivaletti” sono buoni, ma a causa del caldo è necessario farne un uso non costante per consentire alla loro pelle di respirare.

3) Investire in qualità ed in uno zainetto ben aderente al cane.

Zaino per cani

Scegliere bene la giusta quantità di oggetti utili per voi e il vostro cane poiché avrete bisogno di tutto lo spazio possibile.

Una buona idea sarebbe quella di far portare qualcosa anche al vostro amico a quattro zampe.

Ora, caricare uno zainetto sul vostro cane è, sì, una buona idea, ma il tutto deve esser studiato con cognizione di causa, considerando soprattutto le sue capacità di trasporto e la sua forza fisica.

Nella migliore delle ipotesi un cane medio può trasportare dal 10 al 25% del suo peso totale, mentre un cane più massiccio fisicamente può arrivare a trasportarne massimo il 30%.

Si deve considerare con cura il peso che il cane può trasportare perché si rischia di andare a danneggiare la sua colonna vertebrale.

Bisogna quindi stare attenti a collocare il peso dello zaino sulla parte superiore della schiena invece che nel centro.

4) Portare una buona tenda ed un letto per il vostro cane.

Se avete intenzione di passare la notte nel parco, portare con voi una tenda pesante è un must!

Questa servirà a proteggere entrambi da temperature estreme, pioggia, insetti, animali più piccoli, dalla calura estiva ed in generale sarà sempre un ottimo posto per riposare dopo una lunga ed estenuante passeggiata.

In tutti i casi, sul mercato troverete facilmente una discreta varietà di materiali leggeri ma caldi, adatti alle escursioni con zaino in spalla insieme al vostro cane.

5) Portare cibo ed acqua a sufficienza.

Acqua al cane

Uno dei modi migliori per determinare quanto il vostro cane abbia bisogno di questi due elementi è quello di chiedere al vostro veterinario.

Costui sarà in grado di calcolare la quantità di calorie che il cane dovrebbe spendere al fine di affrontare con una certa serenità tutto il viaggio.

Alimenti portatili come i croccantini lo aiuteranno di sicuro a mantenere in forze il proprio fisico ma allo stesso tempo, il vostro miglior amico avrà bisogno anche di parecchia acqua.

Dategli da bere una volta ogni 10-15 minuti di escursione che farete. Fate attenzione al vostro cane ed assicuratevi che non sia stanco né disidratato. Alcuni dei segni per capirlo sono:

  • Rifiuto di muoversi.
  • Eccessivo ansimare con la lingua di fuori spostata verso il lato.
  • Continuo sbavare.
  • Aumento della densità della saliva.
  • Colorazione rosso brillante della lingua.
  • Gengive pallide.
  • Disorientamento.

Se il cane mostra sintomi di disidratazione, fermatevi e cercate una zona ombreggiata dove rinfrescarvi e riposare.

Pulitelo con un asciugamano bagnato soprattutto sotto le ascelle.

Dategli acqua pulita o filtrata in modo da impedirgli di bere nelle fonti non sicure come ruscelli, laghi o stagnanti pozze d'acqua.

La cosa migliore è cominciare un'escursione di mattina presto o nel pomeriggio proprio per evitare temperature estremamente calde.

Evitate superfici rocciose o zone poste ad elevate altitudini per non esporre i cuscinetti delle zampe a temperature molto calde.

6) Munirsi di un kit di primo soccorso per il cane.

kit pronto soccorso per cane

Poiché saranno presenti ampi spazi nei quali tenderà a scatenarsi, è importante portare farmaci di primo soccorso nel caso si ferisca.

Tra le ferite più comuni ci sono quelle provocate da spine che penetrando nelle zampe possono causare gonfiore e far sanguinare i loro cuscinetti.

Altri tipi di ferite comuni sono quelle causate da morsi di altri animali o da graffi di rocce taglienti.

Scopri come fare un kit di pronto soccorso per cani cliccando qui.

7) Raccogliere o sotterrare le feci del cane.

raccoglitore per feci

Questo è uno dei maggiori problemi dell'andare in escursione con il proprio cane.

Per occuparsi di questo aspetto, bisogna prima di tutto munirsi di attrezzature per la toilette dei cani, come bustine di plastica nelle quali raccogliere le feci o delle palette per sotterrarle.

Alcuni sostengono che le feci canine, non appartenendo ad animali presenti allo stato brado, potrebbero rovinare la naturale composizione della terra, di conseguenza scelgono di raccoglierle utilizzando bustine di plastica; altri invece, decidono semplicemente di sotterrarle perché convinti che si decomporranno comunque.

Probabilmente la risposta dipende da quanto tempo decidete di restare nel bosco.

Se tornate a casa nello stesso giorno sarebbe meglio portarli con voi e gettarli nei cassonetti appositi, ma se dovete trascorrere giorni o settimane immersi nella natura, forse seppellire sul posto le feci del vostro cane è l'opzione migliore.

Assicuratevi però di seppellirle ad almeno 200 metri di distanza dal sentiero o dal campeggio.

Il galateo del backpacking con il cane

È importante seguire queste regole correttamente al fine di salvaguardare sia gli altri escursionisti che la conservazione del parco.

Rimanere sul sentiero.

Un sacco di persone incontrano problemi perché hanno scelto di andare all'avventura, bisogna capire che il sentiero è stato tracciato in quel modo per guidare gli escursionisti verso la via più sicura.

Cosa fondamentale, quindi, è quella di non allontanarsi dal sentiero tracciato per le escursioni.

Altre precauzioni possono essere, ad esempio, quella di non permettere al vostro cane di vagare in giro senza il guinzaglio.

Potrebbe capitare infatti che il cane venga distratto da un odore o da un rumore causato da un animale selvatico, e che decida di inseguirlo; a quel punto, per non perderlo di vista potreste anche rischiare di smarrirvi nel bosco e non ritrovare facilmente il sentiero sul quale eravate.

Badare al comportamento del proprio cane.

Come già accennato in precedenza, nella zona che avete deciso di esplorare potrebbero esserci anche altre persone, bisogna quindi fare in modo che il vostro cane sia ben educato nel rapportarsi con determinate situazioni, non permettendogli, ad esempio, di vagare in giro senza controllo o di mischiarsi con altre persone senza il loro consenso.

Cosa fondamentale è quella di non portare con voi un cane dal carattere aggressivo perché finirebbe con il rovinare le escursioni altrui.

Non contaminare sorgenti, laghi e altri bacini idrici.

Ciò è particolarmente importante se quel corso d'acqua viene utilizzato per bere. 

Altre regole da rispettare sono: evitare di urinare, lavare vestiti ed utensili da cucina, giocare e farsi il bagno nei corsi d'acqua.

Tutte cose che si dovrebbero fare almeno a 200 metri di distanza da essi.

Non uccidere animali e piante.

Si tratta di conservare l'ecosistema esistente e preservare la fauna selvatica.

La caccia e l'uccisione di animali selvatici possono influire drasticamente sull'equilibrio dell'ecosistema di un parco.

Non provocare incendi.

Quando si lascia il campeggio bisogna stare attenti ad aver spento per bene tutti i fuochi.

Anche un piccolo carbone ardente, con le giuste condizioni meteorologiche, può provocare un incendio.

Non lasciare tracce della propria presenza.

Quando si termina un'escursione, bisogna lasciare l'area in condizioni pulite, come se non ci foste mai stati.
Bisogna quindi raccogliere e bruciare il proprio cestino ed evitare qualsiasi scavo eccessivo ed il danneggiamento di piante e tralci.

Uscire per esplorare la natura selvaggia con il vostro cane può essere una delle attività più emozionanti e memorabili della vostra vita, ma esperienze come queste dovrebbero essere fatte con sufficiente preparazione ed esperienza.

Bisogna fare in modo che le condizioni fisiche e la salute del vostro cane siano adatte alla sfida in cui state per cimentarvi.

Ricordate che la presenza ed il comportamento del vostro cane sono una vostra responsabilità sia nei riguardi di altre persone che verso il parco stesso.

Assicuratevi di poter controllare il vostro cane in ogni momento, non lasciate immondizia per la strada e sforzatevi di conservare e rispettare la vita degli abitanti naturali del parco.

Commenti

Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.