Come scegliere e compilare una medaglietta per cani

Come scegliere e compilare una medaglietta per cani

Ci sono alcuni oggetti della cui utilità, quando abbiamo un cane, non ci rendiamo conto fino a che non è troppo tardi.

Uno di questi, che molti proprietari sottovalutano, è la medaglietta del cane: una piccola medaglia, di diversi materiali, che si attacca al collare del cane non solo per bellezza ma anche, e soprattutto, perché abbia una funzione utile in caso di necessità.

Molti la sottovalutano perché pensano che tanto il cane ha il microchip, che è obbligatorio, senza però pensare che i chip possono, in certi casi, essere anche difettosi, e questo potrebbe portare a problemi nell’identificazione del cane.

Lo scopo principale della medaglietta è, infatti, il riconoscimento del cane in situazioni di necessità o anche, nonostante sia una brutta situazione, in caso di incidente che renda difficile riconoscerlo (pensiamo al cane che è scappato di casa).

In questi casi, rintracciare il proprietario il prima possibile può essere determinante per il destino stesso del cane, anche solo per una questione di cure (non entro in merito alla responsabilità del pagamento delle cure di un cane in difficoltà, perché è un discorso molto complesso).

Il microchip, infatti, può essere difettoso e non essere semplice da leggere; inoltre ci sono ancora, in giro, cani anziani che hanno il tatuaggio, il metodo di identificazione che si usava prima del microchip e che, con il tempo, diventa del tutto illeggibile.

Altro vantaggio della medaglietta è che chiunque trovi il cane può risalire immediatamente al proprietario, mentre per leggere il microchip c’è necessità di contattare i servizi veterinari di zona oppure di andare da un veterinario per l’identificazione, una cosa che comunque richiede tempo da parte della persona che ritrova il cane.

Come scegliere una medaglietta per cani

Come per tante altre cose, la scelta di una medaglietta è tutt’altro che una cosa banale, anche se molti non pensano che lo sia.

Ci sono una serie di parametri da considerare perché la medaglietta sia utile, che vanno presi in considerazione prima dell’acquisto, perché questo serva a qualcosa.

Innanzi tutto, bisogna valutare il materiale della medaglietta: deve essere resistente. Il metallo, in generale, è sempre da preferire alla plastica, perché questa rischia di rompersi o anche di scalfirsi, e se questo succede viene meno l’incisione che si trova sopra e che contiene le informazioni essenziali per il riconoscimento del cane, come vedremo dopo.

Esistono medagliette di ogni forma e dimensioni, anche molto colorate, ma non perdiamo mai di vista la cosa fondamentale che è l’incisione: questa, infatti, dovrebbe essere compresa nel prezzo della medaglietta e dovrebbe anche essere ben visibile, difficile da cancellare, e che sia difficile che si possa rovinare.

Il cane sta sotto la pioggia, corre, si rotola sul terreno, gioca con altri cani e si possono mordere, e se consideriamo queste attività quotidiane per anni di vita del cane si capisce come il rischio ci sia, di perdere le informazioni. Periodicamente, se necessario, si può anche cambiare medaglietta.

Tra le medagliette con incisione gratuita troviamo quelle della linea Myfamily

Sempre per lo stesso motivo, bisogna tenere bene in considerazione le dimensioni delle medagliette.

Ce ne sono di dimensioni diverse, alcuni per cani piccoli e altre per cani grandi, e vale la regola dell’”a ognuno il suo”.

Una medaglietta grande su un cane piccolo non avrebbe senso per ovvi motivi, ma una medaglietta piccola per un cane grande rischia di essere trascinata via anche semplicemente in un gioco, per cui bisogna sempre fare attenzione, come per gli altri accessori, alla scelta della medaglietta migliore per un cane di dimensioni differenti.
Tra le medagliette più grandi ci sono:

https://www.cani.it/shop/my-family/medaglietta-glam-osso-grande-bianco.html
https://www.cani.it/shop/my-family/medaglietta-glam-cuore-bianco.html

E poi, ovviamente, la medaglietta non deve dare fastidio al cane. Se il cane è abituato al collare non dovrebbero esserci problemi, ma meglio verificare che non gli importi di averla al collo, altrimenti si rischia che se la tolga di sua spontanea volontà.

Come compilare una medaglietta

Nel momento in cui abbiamo scelto una medaglietta, cosa bisogna scrivere sopra perché serva per il ritrovamento?

  • La prima cosa da mettere è il nome del cane, che ha una duplice funzione: nel caso abbiamo più cani saremo in grado, noi per primi, di identificarlo correttamente; inoltre, sarà possibile confrontare il nome sulla medaglietta con quello registrato nella banca dati dell’Anagrafe Canina, che darà conferma del fatto che il cane ritrovato è effettivamente lui. Inoltre, il cane conosce il proprio nome, e quando si sente chiamare per nome è indotto ad avere già più fiducia in chi lo ritroverà, per cui non è una cosa da sottovalutare.
  • Anche il nostro nome è importante da scrivere, perché ci permetterà di essere contattati meglio, specialmente se il numero di telefono è quello di casa e non il cellulare, o comunque potrebbero rispondere diverse persone (vedremo tra poco il perché di questo aspetto). Possiamo scegliere se mettere o meno il cognome, ma il nome è la cosa più importante.
  • Terza cosa, il numero di telefono, anche questa cosa molto importante da considerare. Considerando, infatti, che la vita media di un cane è di 15 anni, all’incirca, fatevi una domanda… Quindici anni fa, cioè nel 2002, avevate lo stesso numero di telefono di oggi? Qualcuno probabilmente si, mentre molti altri lo hanno cambiato. Quando si mette il numero sulla medaglietta, bisogna considerare che il cane nato oggi lo potremmo perdere anche nel 2030, e potremmo aver cambiato numero chissà quante volte; per cui, o siamo sicuri di tenere quel numero, o è da preferire un numero di casa, che difficilmente cambierà. E, comunque, quando cambiate numero dovete cambiare medaglietta.
  • Infine, si può scrivere dietro alla medaglietta, se previsto, l’indirizzo di casa, giusto perché qualcuno preferisce riportare direttamente il cane e può sapere dove trovarci; non è essenziale, ma se c’è spazio, sulle medagliette più grandi, si può mettere. Se non c’entra, meglio lasciar perdere lasciando così più spazio alle informazioni essenziali.

Questo è quanto c’è da sapere sulla medaglietta e sulla sua scelta: sono molte cose, a cui spesso molti proprietari non pensano, anche se bisogna sempre considerare che la perdita di un cane può essere una situazione sempre più difficile da affrontare rispetto a quanto non si possa pensare.

Perché la medaglietta può salvare il tuo cane.

Commenti

Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.