Cosa fare se perdi il cane

Cosa fare se perdi il cane

Una delle cose peggiori che potrebbe capitarci è perdere il nostro amico a quattro zampe, in questi momenti c'è bisogno di mantenere tutta la calma possibile, così da potersi organizzare quanto meglio per le ricerche del cane.

Vediamo passo per passo cosa fare in caso di smarrimento del cane.

Le prime cose da fare nel caso in cui il nostro fido si perda sono:

  • Mantenere la calma. Stare calmi è la prima cosa da fare, non serve a nulla urlare e disperarsi, ma bisogna cercare di calmarsi e trovare il modo più efficace per ritrovarlo.
  • Ricordare. Bisogna sedersi, fare un profondo respiro e cercare di ricordare dove avete visto l'ultima volta il cane, orario e data.
  • Dopo di ché bisognerà iniziare subito le ricerche del cane, un buon metodo è quello di cominciare a cercarlo in gruppo nell'ultimo luogo in cui è stato avvistato, se si ricerca in gruppo si riesce a coprire un'area molto grande in poco tempo.
  • Mentre effettuiamo la ricerca è sempre consigliabile chiedere alle persone della zona, mostrandogli una foto e raccontandogli le caratteristiche specifiche come: colore, razza e sesso.
  • Anche chiamare il cane durante la ricerca potrebbe rivelarsi un ottimo punto di forza. Infatti il cane sentendo il suo nome o una voce familiare, potrebbe uscire allo scoperto mettendo fine alla ricerca.
  • Infine tornare a casa, se si è fortunati è possibile che il cane sia ritornato e che ci aspetti dietro la porta di casa intimorito e spaventato.

Se la prima fase non ha portato esito positivo dovremo iniziare con la seconda, questa sarà una fase decisiva, che ci permetterà di aumentare le probabilità di ritrovare il nostro cane:

  • Denunciare la perdita del cane tramite documento scritto alle autorità competenti.
  • Denunciare lo smarrimento del cane agli uffici del proprio comune che tutelano gli animali, infatti potrebbe accadere che qualcuno trovandolo lo consegni a loro.
  • Se il cane è microchippato, va denunciato lo smarrimento direttamente alla ASL competente, rilasciando il numero di microchip, dato che esiste il registro dell'anagrafe canina che permette di individuare il proprietario dalla lettura del microchip.
  • Creare dei volantini da affiggere in giro nel luogo o nella zona in cui è scomparso il cane, in modo tale che le persone tramite il volantino con l'immagine, il nome del cane e un vostro recapito telefonico, possano ritrovarlo e condurlo da voi.
  • Chiedere al giornale del proprio paese o città di poter pubblicare un annuncio in cui andrete a riportare i dati del cane quali: età, sesso, nome e razza.
  • Infine sarà importante avvertire i canili della zona e le varie associazioni o enti che raccolgono i cani, in modo tale che se dovessero ritrovare il vostro cane potranno avvisarvi e dunque riportarvelo a casa.

Una volta fatto tutto ciò bisognerà continuare quotidianamente le ricerche del nostro cane cercandolo nei dintorni e nei luoghi in cui l'abbiamo visto l'ultima volta, è importante controllare anche:

  • Negli ambulatori della zona, il cane potrebbe essere stato condotto lì per essere visitato e dunque curato in caso ne abbia bisogno.
  • Controllare i vari siti internet che hanno bacheche in cui le persone pubblicano gli annunci dei cani ritrovati e vedere se tra loro è presente il nostro cane.
  • Cercare il cane nel canile della propria città, o nei vari luoghi in cui sono attrezzati per tenere i cani randagi trovati per strada. Informarsi sui centri più vicini alla zona di residenza o comunque alla zona in cui il cane si è perso, in modo tale da avere maggiori possibilità di trovarlo e riportarlo sano e salvo a casa.
  • Cercare il cane anche nei canili privati, infatti come molto spesso accade soprattutto se il cane è di razza è facile che un canile privato lo abbia nei suoi recinti, dunque bisognerà cercare accuratamente nei vari box.
  • La ricerca nei canili è una delle cose migliori da fare, va fatta ogni settimana e di persona, così da poter cercare in ogni canile privato della zona, solitamente mandare email o chiamare serve a ben poco. Mentre essere lì di persona è tutta un'altra cosa.

Se le nostre ricerche giungeranno ad esito positivo e dunque ci permetteranno di riabbracciare finalmente il nostro adorato fido, dovremo fare delle cose essenziali prima di portarlo a casa con noi, alcune di esse sono:

  • Andare con il cane dal veterinario di fiducia, che dovrà effettuare tutte le analisi possibili per capire se il cane, nel periodo che è rimasto fuori casa, possa aver contratto malattie o essersi ferito in qualche modo. I controlli saranno effettuati attraverso il prelievo di sangue, feci ed urine e poi effettuerà una radiografia completa per capire se il cane ha lesioni alle ossa o agli organi interni.
  • Se il cane non possiede un microchip andate di corsa dal veterinario a farglielo inserire, così da ritrovarlo più facilmente in caso di perdita.
  • Bisognerà ricordarsi di comunicare il ritrovamento del cane a tutti gli enti e a tutte le persone coinvolte, nonché siti web ed in caso abbiamo allertato i giornali del paese sulla scomparsa del cane, sarà necessario avvisare anche loro del ritrovamento e quindi evitare problemi.
  • Infine sarà necessario rimuovere tutti i volantini posizionati in giro per il paese, per mantenere pulito e poi informarsi sugli eventuali danni arrecati dal proprio cane in giro nel periodo in cui è rimasto smarrito e comportarsi da persona matura e civile.

Commenti

Prodotti consigliati
-15%
€ 27.00 € 31.80
-10%
€ 24.20 € 26.90
-10%
€ 10.35 € 11.50
-10%
€ 19.80 € 22.00
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.