Cani: cibo fai da te o industriale?

Cani: cibo fai da te o industriale?

Molti padroni, animati sicuramente da buone intenzioni, preferiscono cucinare il cibo al proprio cane, esattamente come cucinano a sé stessi o a un altro membro della famiglia.

Ma perché non fare un bel piatto di spaghetti al nostro amico, oppure una carbonara, con la pancetta, uovo fritto, l’olio, pepe,  formaggio e per insaporire anche una manciata di sale? Il cane gradirà sicuramente, e vedendolo mangiare con gusto, non possiamo che affermare che il nostro amico a quattro zampe sia sicuramente un buongustaio, che apprezza i manicaretti amorevolmente cucinati dal padrone.

Purtroppo in quel momento il padrone, anche se involontariamente, sta facendo seriamente del male al proprio cane.

Il cane ha una fisiologia e un apparato digerente completamente diverso da quello umano, per tanto non solo non può mangiare tutte le cose che mangiamo noi esseri umani, perché semplicemente non riesce ad assimilarne  gli elementi nutrienti, ma il più delle volte il cibo che per noi è innocuo, per il cane è nocivo.

Noi siamo animali fondamentalmente onnivori, caratterizzati da un intestino molto lungo, e da uno stomaco piccolo, viceversa il cane fondamentalmente carnivoro, ha uno stomaco molto grande e un intestino corto.

Senza entrare nel dettaglio in questa sede, possiamo considerare che questa differenza fondamentale dipende dal fatto che, il cibo nel cane sosta maggiormente nello stomaco, dove avviene la maggior parte del processo digestivo, invece nell’uomo, la maggior parte del processo avviene nell’intestino.

Questo fa sì che vi siano delle fondamentali differenze nell’assimilazione dei nutrienti, e di conseguenza nella capacità di digerire cibi diversi.

Gli acidi gastrici del cane sono talmente potenti che possono digerire anche carne in decomposizione, cosa che potrebbe uccidere qualsiasi essere umano.

Viceversa come si può dedurre, alcuni alimenti adatti al nostro lungo intestino, non sono adatti al grosso e potente stomaco del cane, perché richiederebbero appunto la presenza di una specifica digestione intestinale.

Detto ciò, alla domanda: “posso cucinare il cibo in casa al mio cane?” la risposta è: “certo, ma non è una buona idea!”

Preparare del cibo adatto al fabbisogno nutrizionale del cane è un’ impresa molto complessa, perché dovremmo avere le competenze necessarie per racchiudere in ogni pasto tutte i cibi e le sostanze di cui i nostri amici hanno bisogno.

Per questo dovremmo cucinare un piatto con un’enorme varietà di ingredienti, e ricorrere comunque a degli integratori.

Da questo si deduce che cucinare per nostro cane non è come preparare un pranzetto per gli amici, infatti sarebbe più complicato di eseguire una ricetta di alta cucina; senza contare che dovremmo farlo ogni giorno.

Procurarsi gli ingredienti giusti, sempre freschi e utilizzarli nelle dosi adeguate, reperire gli integratori e fare in modo che siano appetibili (di solito hanno un sapore sgradevole) può diventare un’operazione laboriosa e cervellotica.

A tutto questo dobbiamo considerare anche il problema della cottura, infatti alcuni studiosi ritengono che il cibo cotto non sia adatto all’alimentazione canina, perché la cottura elimina alcuni elementi nutrienti necessari al metabolismo dei cani.

In definitiva quindi, alla luce di quanto detto fino ad ora, la scelta migliore è quella di adottare l’utilizzo di cibi industriali.

Le crocchette soprattutto, se di buona qualità, sono alimenti bilanciati e completi, frutto di ricerche svolte da scienziati ed esperti qualificati nel settore.

Ogni ingrediente ed elemento nutritivo è usato nella giusta quantità ed è adeguato ad ogni fascia di età, dimensione e caratteristica dei cani, che anche se appartengono alla sessa razza, presentano caratteristiche e bisogni spesso nettamente diversi.

Non c’è quindi una ragione plausibile per sprecare tempo e denaro nella preparazione casalinga degli alimenti per cani, con il rischio concreto di non riuscire ad ottenere un risultato migliore e neanche paragonabile ad una crocchetta di buona qualità. 

Commenti 3

  • Dog Lover : interessante articolo! io uso sempre le crocchette
    06/11/2014 17:24
  • Rita murari : Si interessante proprio , Purtroppo io no, crocchette e petto di pollo lesso
    17/11/2014 20:56
  • Carla Fidanzati : Io invece cucino per la mia cagnolina, ho avuto per 18 anni una cagnolina meticcia che ha sempre mangiato riso ben cotto con carote zucchine e per variare ogni tot di periodo aggiunta di pollo, tacchino, bovino, pesce. Faccio la stessa cosa con la mia attuale pincher, riso stracotto e poi sciacquato sotto l'acqua per togliere appunto l'amido in eccesso, a parte preparo omogeneizzati rigorosamente tutto senza sale e non spreco l'acqua di cottura delle verdurine (carote, zucchine e quando scovo gli asparagi selvatici metto pure quelli) , infine aggiungo bocconcini o di pollo o tacchino o bovino, una volta a settimana mangia riso con pesce, che sia trota (sempre tutto cucinato senza sale e spezie) o salmone o tonno, non mi pesa affatto cucinare per lei e il suo pelo è lucido, cacca perfetta e non mostra nessun problema gastrointestinale, come formaggi sto bene attenta perché le può causare aria nello stomaco, ma gli concedo ogni tanto formaggi freschi come un pizzichino di ricotta fresca :D fa molta attività fisica, io per il mio modesto parere e azzardo da ignorante nell'educare un animale, la vedo crescere bene. Se sbaglio in qualcosa accetto consigli :)
    30/03/2015 05:44

Prodotti consigliati

€ 40.00 € 59.00
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.