luca rossi chiede:

Non vuol entrare in casa

ciao, il mio cane non vuole entrare in casa e quando lo fa sembra costantemente sotto stress ed in allerta.
vi descrivo brevemente la giornata tipo del cucciolone, ogni mattina andiamo in ufficio insieme, e torniamo verso le 17 di sera, facciamo una passeggiata e un pò di giochi e poi lo lascio un pò nel cortile, dopo un paio d'ore quando provo a farlo entrare in casa è sempre molto riluttante, ha una vita abbastanza attiva, facciamo lunghe passeggiate e uscite in montagna con una buona frequenza, e passiamo tutta la giornata insieme, con diversi momenti di gioco, in tutti gli altri contesti anche dove sarebbe normale essere agitati (posti super affollati, persone e posti nuovi) non ha mai paura e sembra che abbia piena fiducia in me, e di conseguenza è sempre rilassato e a suo agio ma quando si tratta di entrare in casa mi sembra che abbia molta paura, come se lo associasse ad un'esperienza molto negativa, vivo da solo, percui posso affermare che non è successo nulla in casa, grazie per i vostri pareri
Che cane è? Età? Sempre stato con te sin da cucciolo? Dove l'hai preso?.. che esperienze ha fatto nei primi due mesi o più vissuti prima di stare con te?
In questi casi bisogna prima sapere tante cose...scavare nel passato.
Non dare per scontato che non è successo nulla nel corso del tempo con te, dentro casa..
Facile non ci hai fatto caso e lui ha avuto un esperienza negativa..che magari lo ha ricondotto a stati emozionali particolari GIÀ vissuti nei primi due mesi, o più, vissuti altrove.
DETTO CIÒ.. se davvero non c è stata una marcatura negativa in crescita o dopo, riguardo a dentro casa.. è solo un cane che vive moltissimo fuori casa, quindi ha sviluppato proprio un pattern comportamentale radicato! Può essere benissimo semplicemente un cane che non solo ama ma ha sviluppato proprio un bisogno emozionale di stare fuori di vivere fuori, dove si trova a suo agio, si sente in una botte di ferro!
Inoltre fa moltissima attività con te fuori di casa condivide tutte le attività quotidiane molte che tu fai fuori di casa.. perciò quando la sera lo chiami per andare dentro casa può essere inteso come una rinuncia a dei privilegi a delle risorse , alla condivisione collaborazione con te in ogni cosa che fai fuori di casa, praticamente tutto il giorno fuori state assieme!
Se i momenti fuori e dentro fossero più bilanciati sarebbe diverso.. ma praticamente tu esci col cane la mattina, state tantissimo fuori casa condividete situazioni esperienze.. sta un po' al cortile...poi arriva il momento che lo vuoi fare entrare in casa. Ecco , questo momento è visto come una FINE di.. una perdita...una rinuncia a qualcosa di appagante, che lo nutre nell anima, un abitudine radicata "eccessiva" sfociata in bisogno primario, vitale! Ossigeno..
E bisogna vedere COME gestisci quel momento di farlo entrare...che messaggi gli dai senza volerlo... cosa fai dentro casa? Magari vai a farti i cavoli tuoi, stacchi , e lui la vede come una perdita. Puoi avere uno stato d animo non idilliaco, stressato ecc..
Se poi dentro lo vedi stressato nervoso a disagio ci sta.. ma se lo vedi oltre a questo proprio spaventato come in allerta che ha paura di qualcosa allora ci deve essere dell'altro..
Spesso sono delle concause c'è più di un aspetto...
Dietro il disagio , la paura che a volte sfocia in fobie c'è un mondo da esplorare cercare di capire, è complesso.
Spesso si riconduce proprio ad esperienze negative nella primissima parte di vita che sono sconosciute..Ma Hanno marcato negativamente e poi come quel cane!
Uno dice ma come per tanto tempo non ha dato segni di e ora all improvviso che succede.. non sempre le cose vengono fuori in modo lineare, subito , e si mantengono nel tempo aumentano o diminuiscono, ma a volte si manifestano dopo un certo tempo !
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Ciao, magari può essere succeso qualcosa che a te sfugge o che per te non è degna di nota, ma che nel cane ha lasciato un segno. Per capire il motivo di questo "rifiuto" non conta sapere quanto tempo passa fuori o cosa fa quando siete fuori ecc....ma capire e cercare di interpretare ogni singolo comportamento.
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.