Cani .it chiede:

Mescolare cibo secco, umido e casalingo è PERICOLOSO a causa del tempo di digestione?

Scopriamo i tempi di digestione del cane, come si comporta l'apparato digerente e scopriamo se il cane può digerire sia umido che secco con le stesse tempistiche!
[Andre Andre Via Youtube chiede]:
buonasera dottore, ma tutti questi studi sui tempi di digestione, che tipo di alimento fa bene o fa male, come vengono fatti su cani e gatti? si vedono spesso in tv grandi lavoratori che effettuano queste ricerche che utilizzano animali che poi vengono soppressi e che vengono trattati come se fossero già morti. dalla sua esperienza ci può dare qualche indicazione?
  • Andrea Palazzini : Grazie della risposta. Ponevo questa domanda proprio perché, in una puntata di Report dello scorso anno, hanno fatto vedere registrazioni furtive di come le grandi case di mangimi per cani utilizzano cani e gatti senza le garanzie di legge di cui lei parlava e le immagini erano davvero cruenti. Credo che si debba porre comunque attenzione alle grandi case distributrice di alimenti per animali, come per l'alimentazione umana, al fine di fare anche scelte etiche, sostenibili, sane e violenze. Complimenti per i video.... da poco ho scoperto i suoi interventi e devo dire molto interessanti. Grazie
    15/11/2017 12:01
  • Cani .it : Salve Andrea e Benvenuto nella nostra community,
    Il vet Valerio Guiggi in seguito alla puntata di report dello scorso anno, scrisse un articolo dove cercava di fare un pò di chiarezza sull'argomento, ecco il link se vuoi dare un'occhiata: https://www.cani.it/magazine/troppa-trippa-report-un-po-di-chiarezza/n575.html
    15/11/2017 12:57
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Buongiorno, no, posso confermare che non ci sono problemi relativi alla soppressione, anche perché ci sono leggi severe sia in Italia (il codice penale) che in tutto il mondo contro il maltrattamento degli animali, anche a fini sperimentali. Gli unici animali che vengono maltrattati di più, con gli opportuni permessi, sono i topi da laboratorio su cui vengono eseguite le sperimentazioni dei farmaci.
La maggior parte degli studi scientifici su cani e gatti è eseguita direttamente nelle cliniche veterinarie, per animali sani (volontari) o che hanno problemi di altro tipo, quindi malati, di cui poi vengono raccolti i dati.
Finché sono studi sull'alimentazione si prendono dei sani volontari che, per esempio, cambiano alimentazione o vengono nutriti di più o di meno o, ancora, subiscono particolari tecniche diagnostiche (vedi la microcapsula di cui parlo nel video, in cui il paziente non si rende conto di nulla).
Per altri tipi di studio, per esempio quelli alimentari in corso di patologia intestinale, fanno così: nella clinica (o nelle cliniche) X e Y viene annotata l'alimentazione, e gli eventuali cambi alimentari, per tutti i cani affetti dalla patologia Z. Quindi dall'inizio dello studio io segno le informazioni di tutti i cani (o gatti) che arrivano con la patologia Z, mi segno le loro analisi, le loro visite, i loro valori e tutto il resto.
Alla fine dei due anni ho avuto, per esempio, 100 cani con la patologia Z.
-Confronto le alimentazioni: metà alimentazione casalinga e metà industriale.
-Confronto l'andamento della patologia: quelli con alimentazione casalinga sono migliorati, quelli con alimentazione industriale peggiorati (per esempio)
-Faccio un'analisi statistica dei dati, e se il dato è "statisticamente significativo" mi muovo verso uno o l'altra conclusione, ad esempio che è molto più indicata la casalinga dell'industriale nella patologia Z.

In tutto questo, però, i cani che hanno partecipato allo studio hanno fatto la loro vita, erano lì per analisi che già dovevano fare, per cui non solo non sono stati maltrattati, ma non hanno nemmeno idea di aver partecipato allo studio il più delle volte :D
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.