Sei in Domande Cuccioli

Il mio cucciolo non vuole camminare al guinzaglio

Buonasera a tutto,mi presento sono Martina..piacere❤️ ho un cucciolo di jack russell di 3 mesi,sto avendo difficoltà a farmi seguire al guinzaglio...dentro casa mi ascolta,grazie al biscottino riesco a farmi seguire,è bravo...appena usciamo fuori si blocca,non vuole camminare,fa due passi e subito dopo si siede,o addirittura si sdraia per terra...passeggiare con lui è diventato un incubo!...non riesco a farmi seguire nemmeno con l’aiuto del biscottino,o di un suo gioco...l’unico modo per far sì che cammini è uscire insieme ad un altra persona,allora in questo caso si comporta abbastanza bene...ma non so se sia il giusto modo per insegnargli il guinzaglio...vi volevo chiedere se magari crescendo cambiasse quest’atteggiamento,se magari è un problema d’età,ancora troppo piccolo...
È tipico dei cuccioli, tre mesi non è più piccolissimo…nel senso che dipende come ha vissuto il terzo mese, che esperienze ha fatto. Nel corso del terzo mese ciò che descrivi è tipico e normalissimo. Entrando nel quarto mese dovrebbe fare qualche camminata senza fermarsi ogni due metri… ma nemmeno ancora camminare tanto! È più che altro ancora giretti brevi esplorazione conoscenza, familiarizzare con l’ambiente circostante…quindi si ferma spesso per ascoltare, osservare, annusare. È normale e va benissimo! Si sofferma spesso..
Non avere fretta, non fare pressioni ma dagli il tempo di.. soffermarsi, attivare i sensi, studiare l’ambiente, e dopo un pò con calma lo incoraggi a fare un altro breve spostamento.
Se non è stato abituato già bene prima al collare è guinzaglio, è normale che poi si impunta spesso.. e comunque all inizio lo fanno tutti a due mesi alle prime uscite, impuntarsi sedersi ecc esattamente ciò che descrivi.
Il bocconcino per invogliare e “trascinare” va bene ma anche no… cerca di non abusarne… solo quando noti uno stress allora puoi allentare, distrarlo con un bocconcino, ma poi fine, non usarlo per fare da “esca” affinché cammini, non sortirà effetto appunto, e rischia solo di distrarlo dal soffermarsi , ascoltare, osservare, annusare. Quindi piano co sti bocconcini..un po’ una moda diffusa per ogni virgola…
Usalo solo qua e là come premio, o per allentare un attimo di tensione.
Abitualo bene al collare, al guinzaglio , sia dentro casa che poi fuori, prima a casa deve essere abituato.
Quando si impunta, dagli il tempo di…, e non tirare col guinzaglio, non trascinare. Non lo “disturbare” dal suo studio ambientale, poi quando è il momento lo stimoli, ma senza pressione eccessiva. Quando riprende a camminare , lodalo tanto gioiosamente, e se vuoi qua e la un bocconcino ora ci può stare.
Quando proprio non vuole camminare avanti, in linea retta, ricorda che è molto utile, proprio come coi cavalli, uscire di lato… quindi ti sposti lateralmente con una comunicazione corporea efficace, dolce progressiva ma efficiente, facendo dei gesti col braccio e mano aperta per “trascinare” il cane nella direzione voluta.
Questa gestualità, comunicazione non verbale del corpo, coi cani è fondamentale saperla fare bene, molto efficace e utile, sempre.
Non tirare il guinzaglio ma sono leggere e momentanee trazioni sotto forma di colpetti, molto leggeri coi cuccioli!
  • Martina Levantini : Quest’ultimo consiglio che mi hai dato lo uso molto spesso appunto con la mia cavalla,non credevo mai potesse essere utile anche per un cucciolo...ci proverò..credevo di essere l’unica ad avere un cane così testardo che non vuole camminare...quindi magari più avanti con l’età si sbloccherà un po’?
    15/10/2021 11:23
  • Fabrizio De Angelis : Certo farà progressi facili nel corso di questi due tre mesi..
    Quando hanno 6 mesi, SE hanno fatto le giuste esperienze, uscite regolari ecc, socializzazione , il cucciolo arriva a 5/6 mesi già abbastanza “sciolto”..
    Tempo e pazienza coi cani, ma i giusti stimoli regolari e esperienze varie.
    Il tuo modo di fare di corpo e voce allegra solare invitante è fondamentale. Anzitutto col corpo, associato alla voce.
    Invece coi cavalli la gente tende a fare solo azioni sulla lunghina, tira di qua tira di la… e tendono ad essere molto carenti e ignoranti nella comunicazione coi cavalli.
    Tant è vero che spopolano già da anni i Parelli vari..e Horsemanship…”equitazione etologica” … e altri nomi pittoreschi. ..
    15/10/2021 11:45
  • Martina Levantini : Riguardo discorso cavalli questo è più che vero,ho visto di tutto e di più...per questo con la mia cavalla tendo sempre a dargli la voce e rassicurarla...è ingiusto sforzare un animale...comunque il fatto che lo faccio uscire quindi 2/3 volte al giorno è buono per lui?Oggi l’ho lasciato libero di odorare e guardarsi intorno,con calma siamo andati avanti,qualche piccolo passo verso di me l’ha fatto,ma ancora pochissimo..tende sempre a cercare di fuggire verso casa...è davvero dura..spero che arrivati ai 5 mesi si sblocchi,invidio la gente che passeggia serenamente insieme al proprio cane,io ho la guerra ????
    15/10/2021 15:05
  • Fabrizio De Angelis : Con i cuccioli è normale non volersi allontanare e “temere” di esplorare lasciando il nido sicuro..per incamminarsi in direzione retta opposta…
    Ecco perché abitualo più che uscire di casa e pensare con uno di tre mesi di incamminarsi allontanandosi tanto, è il caso di abituarlo con giretti davvero piccoli attorno casa se non è stato nel terzo mese familiarizzato, e portarlo con la macchina(cosi lo abitui da subito ad essa, col trasportino), in un posto sempre tranquillo e sicuro, dove si senta a suo agio, e abbastanza sicuro. Abbandona la tua voglia e pressione di fare “camminate per andare …” , coi cuccioli così piccoli non è il modo giusto.
    Se ha vissuto fino a pochi gg fa in allevamento , dove il problema è proprio che NON ESCONO , NON FANNO A 60 gg la giusta socializzazione..,
    Ma ricorda che a 90 gg di vita , tutto ciò è alquanto NORMALE.
    Se poi questo soggetto ha un carattere timoroso ecc , questa è una questione specifica . ..
    Tre volte uscite ok, meglio anche qualcosa in più , tutte le volte che puoi , per socializzare in vari ambienti. Lo porti in macchina una volta al parco nel vede ma con gente e cani, non troppo affollato…ricorda gradualità.. che si senta tranquillo, specie se ha un carattere Un po’ diffidente, insicuro(probabilmente per non aver fatto nulla fino a 90 gg!!, ecco perché dalla allevamento un cucciolo a 60/70 gg deve essere proiettato in famiglia, nel mondo.
    Oggi c è un po’ la moda di darli a tre mesi…non conviene dato che in allevamento NON fanno uscite e socializzazione! Spesso zero! (Per non dire sempre). Sarebbe anche un enorme impegno difficile, ecco perché molti allevatori cedono a 60giorni… giustamente!
    Ok quindi , uscite frequenti e brevi, NON stancanti e stressanti… che possa conoscere progressivamente il mondo.

    15/10/2021 16:42
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Ps: A TRE MESI cammino molto poco, forse non hai chiaro questa cosa, è PICCOLO! Camminano poco/molto poco .. sono zampetti , qualche metro, si fermano. Ti ho già spiegato tutto.
Se però è timoroso di fare anche quei pochi metri, e non dimostra interesse, curiosità, e ti sembra che abbia difficoltà allora ci può essere una difficoltà specifica , su cui lavorarci, magari seguita sin d ora da un Cinofilo capace. Senza aspettare che si radichino problemi… quindi calma, e se noti tra un pò che non ci sono progressi in fiducia , considera di rivolgerti ad un professionista del percorso educativo in crescita.
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Ciao, questi sono comportamenti che andrebbero "corretti" in questo momento e non dopo. Il primo consiglio è riduci un pò il discorso dei biscottini premio. Quelli si usano più per i comandi base o per evitare che tiri al guinzaglio. Il mio secondo consiglio è quello di portare il cane in qualche parco,villa e sfruttare il discorso odori per farlo camminare. Dopo un pò di giorni con questo sistema inizia ad allontanarti dal parco portandolo per le vie limitrofe e poco rumorose o chiassose.
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.