Distruzione casa

Salve, Bea distrugge casa quando non ci siamo negli ultimi mesi e ultimamente succede anche quando ci siamo ma siamo in altre stanze nonostante le porte aperte. Siamo abbastanza disperati e non sappiamo come muoverci.
Chiaro segno di profondo malessere. Ci sono stati cambiamenti nello stile di vita?
Siete sufficientemente competenti? Non dici l'età del cane come vive come viveva da dove viene che attività ha fatto nel tempo sì la gestite bene...

La tua domanda è molto generica se vuoi qualche dritta più specifica devi raccontare di più..

Quando ci sono cambiamenti nel comportamento e per di più Con evidenti comportamenti che sono sempre indice di profonda sofferenza malessere e disagio ansia e stress bisogna chiedersi cosa è cambiato nello stile di vita e se il cane è appagato condivide collabora Coop era nel gruppo oppure no.....

Spesso la gente risponde non è cambiato nulla è sempre stato bene ora perché fa così?
Ha gli occhi inesperti apparentemente sembra che non è cambiato nulla apparentemente sembra che sta bene...
E se un cane per anche diversi anni sembrava stare bene non significa che un domani un giorno non possa manifestare un latente disagio sopportato nel tempo anzi spesso funziona proprio così
  • Ci si Nasce : Sì ad esempio io venissi da voi mi basterebbe una mattinata ma che dico tre minuti per dirti subito cosa c'è che non va nello stile di vita del gruppo e del cane..
    09/04/2022 09:25
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Allora no è il nostro primo cane, tra poco compie 1 anno e si da quando è ricominciato l'autunno del 2021 è cambiato molto per lei perché prima c'era sempre in casa qualcuno da autunno sono ripresi i lavori dei miei genitori e la mia università quindi ha incominciato a stare da sola tutto in una volta.
Portarla fuori al momento ci stiamo lavorando perché prima la portavamo fuori poco e ora stiamo aumentando i tempi per farla giocare fuori.
Solo che ho notato che non ascolta nessuno di noi e spesso va sotto al tavolo del soggiorno per paura suppongo.
Vorrei tanto poter fare qualcosa per questo suo malessere
  • Simone Setti : Vive in appartamento
    09/04/2022 09:30
  • Ci si Nasce : Va sotto al tavolo a nascondersi per “paura” che la portate fuori!
    NON VUOLE ESSERE SRADICATA dal suo luogo patologicamente sicuro… e dove sa che rientrando da fuori verrà mollata da sola!

    Avete creato un disastro assoluto per la vostra gestione sbagliata su tutto.
    Quando vieteranno i cani al popolo sarò felice
    09/04/2022 23:58
  • Maria Bianchi : Potrebbe essere effettivamente
    10/04/2022 00:04
  • Maria Bianchi : Dipende però, si sarebbe nascosta sotto al tavolo alla vista del guinzaglio ad esempio
    10/04/2022 00:04
  • Ci si Nasce : Certo Maria, in questo caso è una diffusa insicurezza ansia paura confusione stress, che la porta a nascondersi per sottrarsi. Sottrarsi a una situazione che non capisce e non sa come gestire. Lei anticipa e si sottrae. Ma poi, alla vista del guinzaglio, che rappresenta un ingaggio e quindi SEMPRE una cosa positiva, in quel momento non si sottrae.
    Ma per un “apprendimento a ritroso”, lei nell inconscio non è quello di cui ha bisogno le uscite …
    Se un cane alla vista del guinzaglio si sottrae, paura ecc, è un altro caso… ha avuto un trauma col guinzaglio.
    Non è questo il caso..
    10/04/2022 00:33
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Dalla tua domanda potrebbe venir voglia di rispondere frettolosamente facilmente ansia da separazione il cane non vuole stare da solo..
Potrebbe anche centrare essere una concausa ... ma in questo caso sicuramente questo comportamento questo cambiamento negli ultimi tempi deriva da una profonda insoddisfazione stress malessere generale subdolo latente un cane che probabilmente non è stato seguito come doveva non ha collaborato condiviso nel profondo col gruppo fatto attività ha lavorato per quello che sono le sue attitudini di specie di razza di soggetto i suoi bisogni primari e secondari.
La prima cosa da fare sempre capire queste cose e poi cosa cambiare nello stile di vita come dedicarsi al cane ma se non avete alte competenze e la risposta Vien da sé ed esperienza dovete cercare subito un bravo cinofilo in questi casi molto bravo capace esperto competente che vi assista seguendovi per un periodo A me basterebbe una giornata altri anche per togliere un sacco di soldi impiegano diversi mesi di solito.
Con me i cani si trasformano in 3 minuti e mezzo il problema è che poi tornano ai proprietari e poco dopo è punto a capo.

Potrebbe anche essere che è successo qualcosa in vostra assenza che ha segnato significativamente il cane quando era da solo a casa e non sopporta più di stare da solo dentro casa addirittura anche quando voi ci siete ma siete in altre stanze..
Può essere successo un evento anomalo abbastanza forte che l ha marcato negativamente emozionalmente(trauma..)
E questo sarebbe il caso più difficile su quale lavorare per risolvere... Non per me ovviamente.
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Come potrei però aiutare bea per stare meglio? C'è qualche comportamento che posso attuare?
  • Maria Bianchi : Ho avuto lo stesso identico problema, a differenza che io sin da subito avevo abituato il cane a stare da solo.
    Ho risolto dopo un lungo e travagliato percorso con un istruttore cinofilo ed il suo staff di addestratori.
    Innanzitutto ti dico che avrai bisogno di MOLTISSIMO tempo da dedicare ( io ho dovuto prendere persino permessi di settimane a lavoro).
    Uno strumento che potrebbe aiutarti tantissimo è il Kennel o trasportino che deve essere posizionato in un luogo non di passaggio.
    Devi abituare il cane ad usarlo GRADUALMENTE, sicuramente non potrai prenderlo e ficcarcelo dentro pretendendo che si abitui subito.
    Sicuramente dovrà fare una lunga passeggiata sia prima di mettercelo che dopo.
    Una volta fatto questo dovrai procedere per step, la prima volta andate via dalla stanza in cui si trova il cane per qualche minuto, dopo qualche giorno per più tempo è così via.
    L’importante è che il cane la viva con serenità e non come un evento traumatico.
    Poi potrete iniziare ad uscire di casa e rientrare la prima volta dopo pochi minuti (o addirittura secondi), allungando il tempo in base alla resistenza del cane.
    È certo che non potrete lasciare il cane dentro il kennel per otto ore.
    Inoltre l’addestratore, andando avanti nel percorso, mi aveva consigliato un metodo per far smettere al cane di abbaiare, ma non è detto che vada bene per il tuo.
    Poi la lasciavo per qualche ora al centro stesso e se ne occupavano loro.
    Sicuramente ti consiglio di rivolgerti ad un buon centro addestramento.
    09/04/2022 14:14
  • Maria Bianchi : Posso permettermi di chiederti dove avete preso Bea e che età aveva?
    Inoltre visto che è il tuo primo cane, che non avete idea a questo punto di come comportarvi, rinnovo l’invito a cercare un BUON centro dove iniziare l’addestramento, acquisirete le giuste competenze per una vita serena sia per voi che per lei.
    09/04/2022 14:17
  • Ci si Nasce : Maria ogni cane è a sé, e se questo prova a rifare quello che tu hai fatto seguita da cinofili, fa un disastro triplo al cane, data la sua competenza cinofila pari a sotto zero!!!
    Primo cane, meno di un anno”…. Arabo per loro!
    Fa danno su danno se prova a mettere in pratica….
    09/04/2022 23:10
  • Maria Bianchi : Infatti il metodo non l’ho spiegato, appunto perché potrebbe peggiorare solo la situazione ahah
    09/04/2022 23:13
  • Ci si Nasce : Esatto, cercare un buon centro cinofilo ….ma se questi non ci sono mai a casa…
    Ma la cosa aberrante è che come al solito predono il famoso “primo cane “ senza la minima preparazione e competenza!!!
    La comoda scusa del primo cane
    Che piaga
    09/04/2022 23:15
  • Maria Bianchi : Dice che va all’università, un po’ di tempo prima di uscire e dopo esser tornati mi pare d’obbligo…
    09/04/2022 23:19
  • Ci si Nasce : Non basta, questo sta parecchio fuori… va e viene di continuo ….non può aiutarlo questa situazione.
    I genitori lavorano tutto il giorno, e questo c è poco, con un via vai destabilizzante per il cane. Un disastro.
    Cedere il cane, non ci sono le condizioni per farsi seguire in un percorso… so questi universitari come vivono
    09/04/2022 23:49
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Sarebbe curioso anche sapere di che razza è il cane. Potrebbe essere anche un discorso di iperattività e di mancato o scarso scarico delle sue energie. Mi spiego meglio, ok il fatto di provare a portarla fuori più spesso o più a lungo ma per il tuo cane potrebbe non bastare, cioè possono succedere due cose apparantemente simili ma molto molto diverse. La prima è una questione comportamentale, cioè ce qualcosa che ha turbato il cane ( anche involontaria o che voi non sapete), un cambiamento repentino di abitudini e di usi , un trauma ecc, oppure è una questione fisiologica, cioè il cane ha bisogno di "sfogare" tutte le sue energie, e quindi ha bisogno di fare un attività che lo impegni mentalemnte e fisicamente, agility, nose work, sheep dog, ecc... dopo aver capito quale è realmente la causa del problema allora e solo allora partire con le soluzioni.
  • Maria Bianchi : Sicuramente non è il caso di questo utente, ma ti posso assicurare che a volte non è così.
    La mia è un cane super equilibrato, buon imprinting, nessun trauma, fa attività, sport, obbedienza e socializzazione, passeggia, sgamba.
    Le ho sempre fatto fare il cane e nonostante tutto l’impegno aveva sviluppato (da un giorno all’altro) questo attaccamento morboso nei miei confronti.
    09/04/2022 21:44
  • Ci si Nasce : Spesso non è questione di sfogare energie e fare attività varie… qua c è un dramma di fondo nella vita del cane!
    Ovvero tutto sbagliato!!!
    Incredibile
    09/04/2022 23:36
  • Saverio Sollecito : L'attaccamento morboso non è necessariamente conseguenza di queste situazioni.
    10/04/2022 08:46
  • Ci si Nasce : In questo caso l’attaccamento morboso verso una figura, il figlio probabilmente, potrebbe centrare. Ma non sembra essere la causa principale. Alla base c’è una gestione e stile di vita errato! Nel quale il cane cerca appigli(casa, cibo, persone ecc), e sviluppa comportamenti sostitutivi.
    Qua il problema non è che il figlio ora va all università, il problema è che il cane ha cambiato all improvviso tipo di situazione e di vita. Situazione non adeguata già prima, e ora cambiata in una situazione ancora più sbagliata, e all’ improvviso.
    Poi a quest età, il periodo tipico dove hanno bisogno di riferimenti e vite ok!




    10/04/2022 09:20
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Ecco spiegato…cambiamento radicale improvviso nello stile di vita, e prima NON faceva la giusta vita… non vi dedicavate come si deve portandola fuori (gravissimo!) , stava sempre dentro casa(un crimine), con sempre presente voi, e poi dall’ oggi al domani tutti assenti DALLA MATTINA ALLA SERA SUPPONGO(classico dramma dei cani!!!! Un vero MALTRATTAMENTO!!!!!)… e di botto quel poco che ci siete , la portate fuori per “farla giocare”, vedendosi “sradicata” da dentro casa…!!!
Dove quando ci potrà di nuovo stare, verrà però “abbandonata”, isolata da sola!

Tutto sbagliato da sempre!!!
Un disastro di pessima gestione.

  • Ci si Nasce : Cosa puoi fare adesso ?
    Un cane non può stare tutto il giorno da solo a casa!
    Nemmeno ti dico “chiama un bravissimo cinofilo per lavorare assieme”, in questo caso trova qualcuno capace e che possa dedicarsi davvero come si deve e dagli questo povero cane !!!!
    È la solita tragedia dei cani… ve li prendete con leggerezza e poi fanno vite non adatte e stanno male.
    È una vergogna L’incompetenza generale e leggerezza verso i cani, maltrattandoli a tutti gli effetti regolarmente !!!!
    09/04/2022 22:58
  • Maria Bianchi : Beh dai si può ancora rimediare.
    Tipo da SUBITO se si ha tempo e voglia, sennò sono d’accordo, il cane ha bisogno di un’altra famiglia
    09/04/2022 23:15
  • Ci si Nasce : Certo che si può ma come ben dici se si ha TEMPO!
    E questi non ne hanno, l’ha detto lui prima da qualche mese la casa è vuota! Quel poco che ci sono lo portano fuori pensando di fare bene e invece fa effetto opposto…perché poi il cane si ritrova isolato da solo in quell ambiente che prima era il suo nido sicuro, con le sue “basi sicure”.
    09/04/2022 23:54
  • Simone Setti : Ma non è vero che la casa è vuota, solo al mattino per 4 ore e poi l'abbiamo sempre portata fuori. Ora semplicemente gli stiamo dando delle attenzioni diverse da un po' di mesi ed effettivamente ha smesso di creare casini
    06/05/2022 08:29
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
In attesa di trovare urgentemente qualcuno a cui darlo, nell immediato questo cane ha bisogno di alleviare il disagio, quindi ZERO TEMPO DA SOLO.
Togliere subito la fonte di forte malessere… a casa , in compagnia.
Non è bene come pensate se era da sempre abituata a uscire molto poco, o per nulla!?!!!!(sconcertante maltrattamento), portare spesso il cane fuori “sradicandolo” dal suo “nido sicuro”.
Che qualcuno si dedichi a sto cazzo di cane… mi inizia a ribollire il sangue.
SUBITO CEDERE IL CANE A CHI LO PUÒ FAR STARS BENE.
Poveri cani… io li vieterei a chi non ha mai lavorato coi cani … al popolo
  • Maria Bianchi : Ma io sinceramente non ho capito, prima non si lavorava e quindi il cane stava sempre in compagnia.
    Posso credere che nessun membro della famiglia che si trovava in casa avesse il tempo di far uscire il cane? Bah.
    Prendessero dei gatti, almeno non ci sarebbero più randagi
    09/04/2022 23:16
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
cmq leggendo bene il commento credo che il problema sia deflagrato con il discorso covid. Perchè dice che nell'autunno 2021 i genitori hanno ripeso il lavoro ( forse erano in smart work per il covid). Poi avranno ripreso il lavoro in sede e il cane si è ritrovato da solo. Se fosse così è un problema che ha afflitto parecchie persone, però come avete detto voi le sokuzioni ci sono prima di arrivare al fatto di darlo ad un altra famiglia
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Ricapitolo :
Un cane vive perlopiù o solo a casa, e in compagnia del suo gruppo.
Dall'oggi al domani il suo gruppo si assenta, va e viene di continuo, destabilizzando e generando ansia.
All'improvviso inoltre quando qua e là c'è, prende il cane e vuole portarlo fuori, sradicandolo dà quello che era il suo luogo di confort.
Aumentando in realtà così il profondo disagio per insicurezza, senso di abbandono ecc.

In questi casi il classico errore è pensare che portando fuori il cane di continuo quel poco che si arriva a casa farà del bene al cane ..in realtà può aumentare solo stress ansia insicurezza e malessere.
Questo cane non ha bisogno di uscire e poi di essere riportato a casa e mollato lì!
Questo cane ha bisogno di un immediata dedizione come si deve da parte di qualcuno, facendo uno stile di vita corretto per un cane.
Quindi ripeto se non hanno tempo e modo cercare subito qualcuno a cui affidarlo.
Nel frattempo CHIAMARE SUBITO UN OTTIMO DOG SITTER A CASA CHE STIA COL CANE o VALUTARE PORTARLO AI FAMOSI ASILI PER CANI.
Ma in questa situazione potrebbe essere meglio per il cane rimanere nel suo luogo che era di confort e sicurezza col quale ha sviluppato una certa morbosità ma dove ha bisogno di essere in compagnia!! poi penseremo gradualmente a qualche uscita dopo, quando il cane sta meglio in compagnia di un ottimo dog sitter o chi che sia.
Inizialmente è importante sempre togliere la fonte di stress e disagio o quantomeno allentarla molto.
È fondamentale fare un'analisi corretta dall'inizio alla fine avere un quadro della situazione Giusto!
è molto semplice.. per definire le giuste gestione tattiche molto molto semplice.
Per me lo so...
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Grazie a tutti per i consigli ma al fine tramite un cinofilo abbiamo trovato la soluzione. E comunque il cane non stava solo per più di 4 ore al giorno quindi non è che lo abbiamo lasciato vivere da solo, non lo faremmo mai, spesso ci diamo i turni proprio per poter avere almeno uno di noi in casa
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Le domande degli utenti
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.