Sei in Domande Altro

Domanda e riflessione

L'isolamento sociale nel cane è la prima forma in assoluto di maltrattamento?
  • Ci si Nasce : Non amo queste vignette, danno messaggi non proprio esatti. Per esempio del profumo dei fiori…sai che che cazzo gliene frega a un cane!
    Ste frasette strappalacrime Disneyane…
    23/01/2022 00:43
  • Saverio Sollecito : Considera che è una slide che io ho utilizzato molto per spiegare questa cosa ai più piccoli. Alla fine se riflettiamo un attimo, il cane è un animale sociale e questa socialità si esprime in primis con il discorso odori ecc. Alla fine comuqnue il concetto base penso si sia capito
    23/01/2022 18:08
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
La prima e anche la più subdola secondo me..
  • Ci si Nasce : La più subdola non vedo questa, che anzi è lampante, ma il fatto di non condividere e collaborare. Un cane può anche non essere isolato in modo evidente e vivere assieme, ma essere comunque infelice perché non collabora. Si annoia, è apatico o nevrotico, c’è ne sono molti cani così che vivono a contatto con la famiglia, anche in casa, ma sono subdolamente maltrattati.
    23/01/2022 00:49
  • Maria Bianchi : Adesso che mi ci fai pensare hai ragione, ci sono cani che vivono esclusivamente fuori ma che durante la giornata collaborano e lavorano, che si sentono comunque appagati e cani che sono depressi perché i proprietari li lasciano tutto il giorno a dormire sul divano..
    23/01/2022 01:20
  • Ci si Nasce : Si intendevo queste cose, che anche se sono vicino alla famiglia, non se li cagano magari e stanno tutto il giorno arrotolati in un angolo esatto, in attesa..
    23/01/2022 22:42
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
In Italia si continua a dire “finché ha un riparo, cibo e acqua, non c’è maltrattamento.
“ ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche”.
Allora sta frase che cazzo l’hanno scritta a fare!
Essere isolato, non uscire col gruppo, non è un “comportamento insopportabile per le sue esigenze etologiche?



  • Maria Bianchi : Fino a quando gli animali verranno visti come beni e non come esseri viventi, la vedo dura..
    23/01/2022 01:18
  • Saverio Sollecito : Ho frequentato sempre centri cinofili e purtroppo questo argomento non occupa un posto importante nell'elenco delle cose da insegnare e far capire. Secondo me dall'educatore dall'etologo dal comportamentalista ecc.. non bisogna andarci solo dopo che si è preso il cane e quest'ultimo diciamo così manifesta dei "difetti". Bisognerebbe organizzare dei cosrsi base anche per coloro che desiderano diventare proprietari dei cani. Testare le loro conoscenze, capire i loro limiti, sfatare miti e leggende comuni e alla fine capire chi è davvero pronto per avere una cane e sopratutto se si parla di razze quale sarebbe la razza adeguata al proprio carattere. Ttutto questo potrebbe essere un primo passo per prevenire queste forme malsane di rapporto tra uomo e cane
    23/01/2022 18:14
  • Ci si Nasce : Testare chi è pronto e adeguato davvero… gli allevatori potrebbero anche chiudere tutti! …
    Non si farà mai, soldi..
    23/01/2022 22:50
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.