Abbaia zitta

La ricerca di quel giusto mix tra il controllo delle iniziative e la gestione delle risorse, e l'autonomia, ma nella performance relazionata alla collaborazione.
Il comando abbaia per me è di fondamentale importanza, soprattutto per insegnargli poi il comando “zitto”..
Eppure con l’ultima cagna sto avendo non poche difficoltà, non abbaia mai, non riesco a trovare lo stimolo giusto
  • Fabrizio De Angelis : Io quando sono cuccioli uso all’inizio il cibo, magari tienila prima a digiuno una settimanella xD
    Puoi provare col momento del pasto, la ciotola. Oppure un extra fuori pasto che ci va matta. Ma non è così evidente… io uso i segreti appresi a suo tempo al campo, quando vedevo il figurante nel revier come faceva per stimolare un buon abbaio e persistente..
    Certi gli sputavano..ahhaha! Poco appena appena… ma il segreto è stuzzicare, “provocare “ il cane, con una mimica facciale, fatta di sguardo particolare che fissa e “provoca”, e soprattutto la bocca, le labbra fanno rumoretti “fastidiosi” con la lingua.. poi quando abbaia, la testa segue e da il ritmo all abbaio, muovendosi poco poco a ogni abbaio su e giù..
    Al campo si usava anche la frusta all occorrenza o anche nel revier battere con taniche sulla plastica del revier o battere col manico della frusta
    16/11/2021 17:35
  • Maria Bianchi : Io col pit usavo la pallina, il suo gioco preferito..
    Con la mix beagle che è un’abbaiona non ho avuto molte difficoltà
    La piccola invece copiava la beagle
    16/11/2021 17:37
  • Maria Bianchi : Con questa qui non funziona nulla non abbaia a meno che non passa qualcuno davanti casa ma ovviamente non posso incentivare questo atteggiamento...
    Ps. Se provo a fare rumori con la bocca mi da zampate in faccia xD
    16/11/2021 17:39
  • Fabrizio De Angelis : Se proprio non c è nulla si può usare il passaggio, ma con qualcuno che collabora, per lavorarci. Un complice, col quale organizzi il lavoro.
    16/11/2021 17:47
  • Fabrizio De Angelis : Non sarà incentivare… ma semplicemente quando passa quello e lei abbaia, tu li vicino dici “abbaia”.
    Quando è passato, appena smette dici “zitta”.
    Da questa base segue un percorso
    16/11/2021 17:50
  • Maria Bianchi : Essendo lei problematica non vorrei poi diventasse ingestibile, già il vicinato ce l’ha con lei che abbaia quando sta da sola... manca solo che fa la pazza quando passa qualcuno xD
    16/11/2021 17:52
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
  • Fabrizio De Angelis : Non so perché pensavo quando eravate fuori in cortile tipo il cancello e passava qualcuno.. invece se ho ben capito è dentro casa se fuori passa qualcuno alla strada davanti..
    Sì all'inizio così senza premio non vogliamo rinforzare nulla all'inizio vogliamo solo che impari la parola associata a cosa. Non siamo ancora nella fase che conosce la parola e dopodiché do il comando e se lo fa allora sì che premio e rinforzo.
    Adesso la mia idea era di applicare proprio la fase iniziale come si fa con un cucciolo piccolo di semplice associazione..
    Il cucciolo spontaneamente si siede io dico seduto.. lo faccio qualche volta e lui associa quel gesto a quella parola poi quando io dirò seduto si siederà come per magia.. in questo caso sì che vado a premiare.
    Lo vedo meglio dal momento che c'è un passaggio di gente e non voler fomentare o radicare qualcosa di magari indesiderato inizialmente passare per questa fase senza rinforzi e comandi vari, chi magari creano confusione e fraintendimenti pensa magari appunto che vuoi che abbaia quando passa qualcuno, la apprezzi questo comportamento desiderato.
    E qui in realtà sarà un comportamento che vorrei controllare non dico indesiderato ma quasi quindi bisogna lavorare in un certo modo.



    16/11/2021 19:28
  • Fabrizio De Angelis : E bisognerà rinforzare più che altro quando ha imparato per associazione ed eseguirà il comando zitta..
    Poi il percorso ideale potrebbe essere proprio questo dopo aver imparato il comando semplicemente tramite associazione inizierai a dare i comandi ma rinforzando solo quando esegue lo zitta.
    L'altro come concetto di base continueremo a non rinforzarlo.
    Più in là ci potrebbe essere un'altra fase in cui magari sarà opportuno rinforzare anche il comando abbaia.
    16/11/2021 19:33
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Non lo so secondo me anche se è problematica un lavoro strutturato può probabilmente aiutare se è fatto bene.
Varrebbe forse la pena provare se c'è un problema in atto che disturba il vicinato e le hai provate tutte e non ha funzionato nulla.

  • Maria Bianchi : Non le ho ancora provate tutte, ci stiamo ancora lavorando con il team del centro addestramento
    16/11/2021 19:36
  • Maria Bianchi : Sì sia quando è in cortile, che quando si trova sul terrazzino che da sulla strada, ed è un problema perché va a chiamare gli altri tre xD
    Comunque quando sono in casa io il problema non si pone perché basta che li richiami si zittiscono.
    Ma non vorrei che appunto poi lei ci prenda gusto ecco
    Ho letto un libro riguardante l’apprendimento per associazione come spiegavi tu, magari prima risolvo il problema degli abbai molesti, poi proverò
    16/11/2021 19:43
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Mi vieni in mente non so se ti riferivi a quello si può lavorare oltre che sull'associazione semplice ovvero condizionamento classico, sul condizionamento operante..
  • Fabrizio De Angelis : Più impegnativo e laborioso però inventandosi qualcosa guardo questo famoso condizionamento operante potrebbe dare dei buoni frutti fosse
    16/11/2021 20:05
  • Fabrizio De Angelis : L'idea e quando hai imparato per associazione questo discorso dei comandi, andando poi a rinforzare perlopiù o solamente quello zitta, si può ampliare puntando al condizionamento operante e che impari che al passaggio di qualcuno c'è da stare zitta perché succede qualcosa. Nel tempo potrebbe perdere interesse sul passaggio o comunque mantenerlo come tutti i cani ma non essere così presa..
    16/11/2021 20:09
  • Fabrizio De Angelis : Mi fa pensare anche a un'altra cosa al rinforzo negativo ovvero togliere uno stimolo sgradevole per rinforzare qualcosa.
    In questo caso se c'è un passaggio e lei abbaia possiamo introdurre uno stimolo sgradevole che poi nel tempo andremo a togliere nel momento in cui sta zitta per rinforzare lo stare tranquilla e zitta...
    16/11/2021 20:10
  • Fabrizio De Angelis : Sono dei lavoro ni e ci vuole un po' di tempo però secondo me studiando bene la questione può dare ottimi frutti, e forse specie su un cane con delle fossilizzazioni e difficoltà così.
    16/11/2021 20:11
  • Maria Bianchi : Non mi spaventa il tempo, nemmeno il lavoro duro..
    Quello di cui mi preoccupi è se dovessi commettere un errore che rovinerebbe mesi di lavoro con l’educatore ecc
    16/11/2021 21:28
Devi essere loggato per commentare, ACCEDI
Devi effettuare il login per visualizzare questa sezione.